Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 22 maggio 2019 | Pomeriggio

Scoperto un disegno di Michelangelo | Guerra dei dazi: una tassa sull'arte cinese? | Il Musée d'Orsay compra all'asta

L'«Uomo seduto» che Timothy Clifford attribuisce «molto probabilmente» a Michelangelo

Comprato all'asta in Francia nel 1989, è riconosciuto come Michelangelo (giovanile). «Uomo seduto», uno schizzo a penna e inchiostro di 22x15,3 cm, attualmente in mostra al Museo di Belle Arti di Budapest per una mostra di disegni di Michelangelo, viene ora riconosciuto come disegno giovanile di mano dell'artista fiorentino. Il disegno rappresenta una figura maschile seduta su una sorta di trono e con indosso quella che pare essere una toga. A favore dell'attribuzione a Michelangelo si è espresso Sir Timothy Clifford, secondo il quale è «molto probabile». Clifford data il foglio intorno al 1487, il dodicesimo anno di età dell'artista; si tratterebbe quindi di un'opera di apprendistato. Il disegno fu acquistato dall'attuale proprietario, un collezionista privato inglese, a un'asta francese nel 1989. [Daily Mail on line]

Negli Usa una tassa sull'arte cinese importata al 25%? L'amministrazione Trump sta preparando l'istituzione di una serie di dazi, al 25%, imposti anche agli oggetti d'arte e all'antiquariato cinese (compresi dipinti, disegni e sculture di «più di cent'anni fa») importati negli Stati Uniti. Queste misure economiche dovrebbero entrare in vigore più in là nel corso di quest'anno. Già l'anno scorso il Governo statunitense aveva ventilato l'ipotesi di un'imposta di questo tipo, ma alla fine aveva tolto dalla lista merceologica di applicazione del tributo proprio l'arte cinese. [Antiques Trade Gazette

Compra Gallé anche il Musée d'Orsay.
All'asta di Art Nouveau/Art Déco di Artcurial, tenutasi a Parigi ieri sera, una vendita che ha fruttato 1.385.080 euro in totale per una percentuale di venduto per numero di lotti del 79%, ha acquistato un lotto anche il Musée d'Orsay. Si tratta di una scultura in vetro soffiato di Emile Gallé, «Dragon héraldique», del 1894. Le stime erano comprese tra i 200 e i 300mila euro; l'aggiudicazione finale è stata di 244.600 euro, secondo prezzo della serata. L'aggiudicazione più alta, per la cronaca, spetta a un gruppo di tre tavoli del 1925 ca di Jean Dunand («tables gigognes»), andati a un cliente europeo per 257mila euro a fronte di una valutazione di 150-200mila. [Il Giornale dell'Arte]

Un progetto di realtà aumentata e virtuale al Circo Massimo. Dal 23 maggio parte a Roma, al Circo Massimo, «Circo Maximo Experience», un progetto di realtà aumentata e virtuale che prevede l'impiego di tecnologie interattive di visualizzazione per una visita immersiva e itinerante che dura circa 40 minuti e che è disponibile, oltre che in italiano, in altre cinque lingue straniere (inglese, francese, tedesco, spagnolo e russo). Indossando l'apposito visore si vedrà il sito in diverse fasi della sua storia, dalle origini, con la prima costruzione in legno, attraverso i fasti del periodo imperiale e il Medioevo fino agli inizi del Novecento. L'iniziativa è promossa da Roma Capitale e dall'Assessorato alla Crescita culturale - Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, organizzata da Zètema Progetto Cultura e realizzato da Gs Net Italia e Inglobe Technologies. La direzione scientifica è a cura della Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali.

Redazione, edizione online, 22 maggio 2019


Ricerca


GDA giugno 2019

Vernissage giugno 2019

Il Giornale delle Mostre online giugno 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Friuli giugno 2019

Vedere a Venezia maggio 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012