Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 9 ottobre 2019

Mantegna: un disegno all'asta | Leonardo: l'«Uomo vitruviano» bloccato, la «Gioconda» esaltata e facilitata | La giornata in 11 notizie

Il disegno del Mantegna in vendita a gennaio da Sotheby's. © Sotheby's

Un disegno di Mantegna in vendita a gennaio da Sotheby's. Sotheby's annuncia la vendita, nell'asta di disegni antichi che si terrà a New York il 29 gennaio del prossimo anno, del disegno preparatorio di Andrea Mantegna per una delle tele dei «Trionfi di Cesare», una serie di dipinti ora conservati nel palazzo di Hampton Court, in Inghilterra. Il soggetto qui raffigurato rappresenta «I portabandiera e l'equipaggiamento d'assedio». Sono una ventina i disegni conosciuti di Mantegna: di questi negli ultimi 50 anni solo altri due sono comparsi in vendite all'asta. Il foglio ha una stima che si aggira intorno ai 12 milioni di euro. [Il Giornale dell'Arte]

Leonardo bloccato dal Tar.
Il Tar del Veneto accoglie il ricorso presentato dall'associazione «Italia Nostra» e sospende momentaneamente il prestito al Louvre di Parigi dell'«Uomo vitruviano» di Leonardo. La sentenza definitiva è prevista per il 16 ottobre, una settimana prima dell'apertura della mostra. Se salta questo prestito è possibile che ne subisca le conseguenze anche l'intero piano, stabilito il mese scorso dai ministri della Cultura Franceschini e Riester per uno scambio in prestito di opere di Leonardo e Raffaello fra Italia e Francia. [il Manifesto]

E intanto il Louvre migliora la «Monna Lisa experience». Al Museo del Louvre la «Gioconda» torna al suo posto di sempre, dopo un breve trasferimento di 10 mesi in un'altra sala per consentire il primo intervento di recupero degli ambienti della Salle des Etats degli ultimi 15 anni. Oltre a una nuova tinta della parete retrostante, molto più scura, ci sono altre novità che promettono di migliorare la fruizione dell'opera da parte dei visitatori: un nuovo vetro di protezione più nitido e sicuro, ma sopratutto un nuovo sistema di gestione delle code che promette di abbattere i tempi d'attesa. [The Daily Telegraph]

Quanta Italia a Los Angeles il prossimo anno! Il progetto del museo è firmato Renzo Piano, e sarà inaugurato da una mostra dedicata al cinema italiano, con una speciale restrospettiva dedicata a Federico Fellini. Così l'anno prossimo, all'apertura del nuovo Academy Museum of Motion Pictures di Los Angeles, l'Italia avrà un ruolo fondamentale. [il Messaggero]

Il sito del Prado è all'avanguardia. Il sito web del Museo del Prado di Madrid si dota di un nuovo strumento: si tratta di un software basato sull'intelligenza artificiale che consente di costruire una linea temporale «aumentata», che migliora i riferimenti storici e culturali di opere e autori, e consente di avvicinare e combinare in maniera nuova le informazioni su di essi. [El País]

La Fundación Mapfre si concentra sulla fotografia. Dopo aver aperto appena quattro anni fa un nuovo centro culturale a Barcellona, che ha organizzato alcune delle più importanti mostre di pittura e fotografia mai viste in città, la Fundación Mapfre annuncia che le prossime attività saranno dedicate esclusivamente alla fotografia, con un programma di almeno sei mostre a stagione. [El País]

La pedonalizzazione delle piazze di Valencia. A Valencia e nelle principali città della provincia ci si orienta verso una mobilità più sostenibile e un ripensamento degli spazi pubblici con più attenzione all'ecologia e alla salute dei cittadini. Va in questo senso il piano di pedonalizzazione delle principali piazze della città, e di aumento delle aree verdi. [El País]

Una stagione alternativa (e dedicata a Inge). Presentato a Milano il programma per la nuova stagione della Fondazione Feltrinelli, definita «alternativa» dal presidente Carlo Feltrinelli e dedicata alla memoria della fondatrice Inge, scomparsa un anno fa. Sarà un anno di dibattiti, incontri, mostre e rassegne che si estenderanno da Milano ad altre 12 città italiane. [Ansa]

Quello esposto è un van Dyck. Un dibattito online sul forum «Art Detective», creato dall'associazione benefica inglese «Art UK» per mettere a contatto esperti e appassionati d'arte, corrobora l'ipotesi che un ritratto del XVII secolo dell'Infanta Isabella Clara Eugenia, donato nel 1954 da una compagnia di assicurazioni alla Walker Art Gallery di Liverpool, sia un Van Dyck originale (o almeno è attribuibile alla bottega dell'artista). [The Guardian]

I quadri battono le installazioni a Frieze. L'edizione appena conclusasi a Londra di Frieze ha visto i compratori preferire i dipinti alle installazioni, che avevano tenuto banco negli ultimi anni. Più che un cambiamento di gusto, si tratta di una forma di cautela: con la Brexit che incombe, i collezionisti optano per acquisti meno rischiosi. [The Guardian]

Un capolavoro di architettura popolare. Sarà che nel 2019 cade il centenario dell'emanazione dell' «Addison Act», che ha aperto il programma nazionale di alloggi popolari, in ogni caso il prestigioso premio di architettura Stirling per il miglior nuovo edificio inglese va alla «Via delle 105 case» a Norwich, un moderno progetto di residenze popolari caratterizzato da alti standard di risparmio energetico e qualità edilizia. [The Guardian]

Redazione, edizione online, 9 ottobre 2019


Ricerca


GDA novembre 2019

Vernissage novembre 2019

Il Giornale delle Mostre online novembre 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere a Torino 2019

Vedere in Canton Ticino 2019

Vedere in Emilia Romagna 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012