ADV FONDAZIONE DE FORNARIS 4-14 dic 2020

Giorno per giorno nell’arte

Giorno per giorno nell'arte | 9 novembre 2020

Ricorso al Tar contro i musei chiusi: decisione il 2 dicembre | L'arte si rallegra della vittoria di Biden | Eni sponsor del restauro della Basilica di Norcia? | La giornata in 15 notizie

La Basilica di San Benedetto durante l'erezione dei ponteggi nel 2016 | CC BY NC SA 3.0

Il Codacons ricorre contro la chiusura dei musei al Tar, che rinvia la decisione al 2 dicembre. Il Codacons ha chiesto con un ricorso la riapertura immediata dei musei in tutta Italia. L'iniziativa, alla quale ha partecipato il sindaco di Sutri Vittorio Sgarbi, firmatario del documento, segue quella, sempre condotta dall'associazione di consumatori, relativa alle scuole della Regione Puglia, che ha avuto esito positivo. La decisione però è stata rinviata al 2 dicembre, senza l'accoglimento della sospensiva cautelare. Codacons e Sgarbi intendono ora ricorrere al Consiglio di Stato. [AgCult]

Il mondo dell'arte si rallegra della vittoria di Joe Biden. L'elezione del 46mo presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, è una buona notizia per il mondo dell'arte: ecco come hanno reagito artisti, collezionisti, galleristi e intellettuali all'esito del combattuto scontro elettorale statunitense. [The Art Newspaper]

Eni si propone come sponsor del restauro della Basilica di San Benedetto a Norcia. Eni Spa ha presentato una manifestazione di interesse per la sponsorizzazione tecnica della ricostruzione della Basilica di San Benedetto a Norcia. L'iniziativa di sostegno prevede la realizzazione, a cura e a spese dello sponsor, di uno o più lotti funzionali dell’intervento individuati in fase di progettazione e l’assistenza al Ministero per i Beni culturali nelle attività di project management. [AgCult]

Eike Schmidt, positivo al Covid: «Il lavoro nei musei non si ferma». «Oggi è molto importante essere qui sebbene in forma virtuale per ricordare un avvenimento importante come quello della nascita del nostro dipartimento per l'educazione, che esattamente 50 anni fa ha svolto la prima visita didattica per le scuole nelle sale degli Uffizi. Mi dispiace non averlo potuto fare di persona: questo accade perché sabato scorso sono risultato positivo al Covid e dunque mi trovo in quarantena domiciliare. Sono asintomatico. Questo significa che posso dedicare come al solito tutto il mio tempo e le energie agli Uffizi: ed oggi lo faccio ben più che volentieri per questa celebrazione». Lo ha detto oggi il direttore degli Uffizi Eike Schmidt in un collegamento in diretta da casa con una iniziativa per celebrare i 50 anni del dipartimento per l'educazione e la didattica del museo. [Il Giornale dell'Arte]

Chi proteggeva la leonessa iberica di Cordoba? La figura di leonessa che divora un montone, scoperta il 28 ottobre nella località La Rambla di Cordoba, può forse ricondurre, secondo alcuni esperti, a un complesso monumentale iberico o a una necropoli preromana sconosciuti. [El País]

Il vandalo di Berlino aveva già «lavorato» a luglio sul Reno? La polizia tedesca indaga sulle eventuali connessioni tra il recente danneggiamento di diverse opere nella Museumsinsel di Berlino e un caso simile che aveva interessato una cinquantina di opere in un museo renano lo scorso luglio. [El País]

Nasce il Sistema Case della Memoria in Toscana. Il sistema, nato in seno all’Associazione Nazionale Case della Memoria, raccoglie ad oggi 17 case museo regionali, e si propone come risposta alla necessità di «fare rete» per promuovere le Case della Memoria della Toscana. Hanno aderito, tra gli altri, le Case di Giosue Carducci (a Santa Maria a Monte, Pi), Casa Buonarroti, la Casa Pia dei  Ceppi-Palazzo Datini (Prato), la Casa Pascoli (a Barga, Lu), la Casa Boccaccio (Certaldo, Fi). [Toscananews.net]

Perché le biblioteche sono chiuse? Secondo il Dpcm del 3 novembre, le biblioteche resteranno chiuse in tutto il territorio nazionale. Rosa Maiello, presidente dell'Associazione Italiana Biblioteche, ha scritto una lettera aperta che è un appello per ritrovare una misura, con richieste e proposte da parte di chi non si è mai fermato anche nell'invisibilità. [il manifesto]

Tornano i dipinti a Palazzo Sormani nella Sala del Grechetto (ma non sono del Grechetto). Tornerà la Sala del Grechetto a Palazzo Sormani, ma non sarà più del Grechetto. Dopo gli studi di Alessandro Morandotti e Vittoria Orlandi Balzari, a confermare che non fu il Grechetto a dipingere il Ciclo di Orfeo, collocato da oltre un secolo in una sala della Biblioteca Comunale di Palazzo Sormani, arriva una monografia di Gianluca e Ulisse Bocchi dedicata a Carl Borromäus Andreas Ruthart, colui che lo dipinse. [Corriere della Sera]

Un progetto di Prada sulle neuroscienze. La Fondazione Prada lancia «Human Brains», un progetto dedicato alle neuroscienze. Il programma di convegni, seminari, mostre e attività online pone al centro dell’indagine il cervello, analizzato sotto molteplici punti di vista: neurobiologico, filosofico, psicologico e neurochimico. Un progetto rivolto a un pubblico specializzato e non, con l’obiettivo di stimolare interrogativi fondamentali e riflessioni quali l’origine del pensiero e dell’agire umano. A scandire la prima fase è un convegno online, dal titolo «Culture and Consciousness», che ha luogo dal 9 al 13 novembre su una piattaforma interattiva collegata al sito della Fondazione. Tra gli speaker, i neuroscienziati Mavi Sanchez-Vives e Antonio Damasio, il neurobiologo Jean-Pierre Changeux e il filosofo Michele Di Francesco, i cui interventi verranno moderati da Giancarlo Comi e Massimo Cacciari. Il tutto accompagnato da una serie di contenuti digitali, quali interviste video, approfondimenti e podcast. A seguire, nel 2021, un convegno internazionale sul tema dell’invecchiamento del cervello, integrato da un progetto espositivo nella sede milanese della Fondazione. Terza e ultima tappa di Human Brains avverrà nel 2022, in concomitanza con la Biennale di Venezia: una mostra a Ca’ Corner della Regina, a cura di Udo Kittelmann, tenterà di tradurre in forma espositiva la storia dello studio del pensiero umano. [Federico Florian per Il Giornale dell'Arte]

Una mostra chiusa viene «raccontata» al telefono. Non possiamo andare a vedere mostre ed esposizioni? Però possiamo «ascoltarle». L’idea è della Fondazione Palazzo Magnani, che ha allestito la mostra «True Fictions» (finzioni vere), sulla fotografia visionaria dagli Anni »70 a oggi. Aperta dal 17 ottobre e in programma fino al 10 gennaio 2021, è stata chiusa dal Dpcm. Ma viene raccontata tutti i mercoledì, dalle 17 alle 19. [Corriere della Sera]

Ha aperto Ca' Scarpa a Treviso. Un altro edificio religioso viene rifunzionalizzato dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche, che ne affida il progetto all’architetto Tobia Scarpa. Dopo San Teonisto (trasformato nel 2018 in auditorium), il 24 ottobre ha aperto al pubblico l’ex Chiesa di Santa Maria Nova. È del 2018 l’acquisizione da parte di Edizione Property (holding della famiglia Benetton) per diventare, con il nuovo nome di Ca’ Scarpa, sito espositivo per il Premio e, nelle intenzioni, spazio dedicato all’eredità culturale e al lavoro dell’archietto e designer Carlo Scarpa e del figlio Tobia. Nel suo recente intervento, Tobia ha mantenuto la preesistente struttura metallica e i tre livelli orizzontali che scandiscono lo spazio interno, ridisegnando una nuova scala tra i piani, ha liberato la parte absidale e vi ha costruito un volume per l’apparato impiantistico e tecnologico (incluso l’ascensore). Ca’ Scarpa diviene così un ulteriore tassello della Fondazione, a poca distanza dalla sua sede, in via Cornarotta, e dalle Gallerie delle Prigioni, recentemente recuperate come centro espositivo e culturale, anch’esse da Tobia Scarpa. [Veronica Rodenigo per Il Giornale dell'Arte]

Nuova piattaforma per le gallerie «di colore». Nella nuova piattaforma «Imagining the New Normal», promossa dal sito Artsy, le «black-owned galleries», quelle fondate e dirette da persone di colore, propongono una scelta di 66 opere di artisti neri. [Il Sole 24 Ore]

Chiusure e rinvii

De Chirico a Pisa. La mostra «De Chirico e la Metafisica», che avrebbe dovuto aprire il 7 novembre a Palazzo Blu di Pisa, è stata rinviata nel rispetto delle regole emanate dall'ultimo Dpcm. [Il Giornale dell'Arte]

Villa Taranto a Pallanza. Ha chiuso in anticipo anche Villa Taranto, il grande giardino botanico di Pallanza, luogo dove si attendeva un alto numero di visitatori per ammirare i meravigliosi colori dell'autunno. [Il Giornale dell'Arte]

Redazione, edizione online, 9 novembre 2020

©RIPRODUZIONE RISERVATA

  • La figura di leonessa iberica trovata a Cordova
  • Una veduta degli interni di Ca' Scarpa a Treviso
GDA413GDA413 VERNISSAGEGDA413 GDECONOMIAGDA413 GDMOSTRE
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012