Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 9 giugno 2019

No alle grandi navi a Venezia | Nominati i direttori dei parchi archeologici della Sicilia | 500 anni del castello di Chambord | La giornata in 14 notizie

I veneziani vogliono escludere le grandi navi dalla laguna. Un corteo con ottomila partecipanti ha protestato ieri a Venezia contro il passaggio delle navi da crociera non solo nel cuore della città, ma anche nell'intera laguna. I manifestanti sono arrivati fino a piazza San Marco, raccogliendo l'appoggio di un numero eterogeneo di associazioni e politici locali. [la Repubblica] Le immagini della manifestazione [Il Sole 24 ore]

Quali effetti dopo la collisione di Venezia? [Il Giornale dell'arte]

Le scelte di Musumeci. Il presidente della Regione Sicilia Nello Musumeci ha firmato i decreti di nomina dei direttori dei parchi archeologici regionali. Sono: Bernardo Agrò per Selinunte, Cave di Cusa e Pantelleria; Enrico Caruso per Lillibeo – Marsala; Caterina di Giacomo per Tindari; Lorenzo Guzzardi per Leontinoi; Rosario Vilardo per le Eolie; Giovanni di Stefano per Camarina e Cava D'Ispica; Calogero Rizzuto per Siracusa, Eloro e Villa del Tellaro; Francesca Spatafora per Solunto, Himera e Jato; Salvatore Gueli per Gela; Vera Greco per Morgantina e Villa del Casale di Enna; Gabriella Tigano per Naxos e Taormina; Gioconda Lamagna per Catania e valle dell'Aci; Roberto Sciaratta per Agrigento e Rossella Giglio, confermata a Segesta. [la Repubblica – Palermo]

I 500 anni del Castello di Chambord. Dal prossimo 14 giugno prenderanno il via i festeggiamenti per il 500simo anno del Castello di Chambord che, per porre fine alla sua reputazione di «monumento vuoto», ha fatto allestire dal decoratore Jacques Garcia una serie di nove stanze (in tutto il complesso ne conta 440). [Le Figaro]

L'uomo che si arrampica sopra Firenze. Si chiama Carlo Tacconi, ed è l'unico a poter osservare Firenze dall'interno della palla dorata del Verrocchio, in cima alla cattedrale di Santa Maria del Fiore: il «Corriere» ha incontrato l'operaio che cura la manutenzione della cupola del Brunelleschi. [Corriere della Sera]

Gadda e Levi patrimoni di Stato. La Biblioteca nazionale di Roma fa la spesa all'asta di documenti storici di Finarte prevista a Roma il prossimo 20 giugno: ha già opzionato 12 taccuini, di cui 8 inediti, di Carlo Emilio Gadda per 30.000 euro, ma sopratutto un'importante pagina scritta a mano da Primo Levi per 20.000. [Corriere della Sera]

Destino incerto milioni di scatti storici. Nell'ambito di un reportage intitolato «Memoria e immagine», l'«Espresso» si occupa della sorte di due importanti archivi fotografici italiani: il fondo Notarangelo, al quale è stato dedicato anche un film, che raccoglie testimonianze di mezzo secolo del Sud Italia e rischia lo smembramento, e l'archivio Alinari, che dopo la vendita della storica sede di Santa Maria Novella conserva i suoi documenti in un deposito (un patrimonio di 5 milioni di scatti). [L'Espresso]

Cosa vuol fare Greco da grande. Per molti ha già rivoluzionato il Museo, ma a sentire lui sembra solo la prima tappa di un percorso di rilancio internazionale: Sabina Minardi ha incontrato il direttore dell'Egizio di Torino Christian Greco, che confessa di non vedere l'ora di tornare a scavare e studiare. [L'Espresso]

Veneri d'italica beltà. Antonio Paolucci presenta il recente riallestimento delle sale fiorentine e venete del Cinquecento presso le Gallerie degli Uffizi a Firenze. [Il Sole 24 ore]

Scultore ma non solo. Alain Elkann ha intervistato Jean-Michel Othoniel, artista francese noto per le sue contaminazioni fra arte e natura, a partire dalla sua installazione con le collane appese agli alberi a New Orleans nel 2000. Nel suo futuro anche un progetto per la prossima Triennale di Danimarca dove lo spettatore entra a far parte dell'opera. [la Stampa]

L'uomo che cena in bianco. Il «Figaro» presenta François Pasquier, l'ideatore delle Cene in bianco di Parigi, che si tengono ogni anno in un diverso luogo storico della Capitale francese. L'edizione 2019, la 31ma, avrà luogo giovedì sera presso il Carrousel del Lovre e Place de la Concorde. [Le Figaro]

Un monumento vivo. Sta per prendere il via la stagione estiva di spettacoli nell'antico teatro di Arausio a Orange, in Provenza, un monumento nazionale che da 150 anni viene impiegato per questo tipo di manifestazione, grazie anche a una speciale copertura moderna che protegge la pietra della scena romana. [Le Figaro]

Sette piani interamente in legno. Niente facciate in alluminio dorato né corridoi bui come in un normale hotel: «Le Monde» dedica una pagina al nuovo impianto che a Parigi accoglierà gli atleti olimpici in occasione dei Giochi del 2024, una struttura che «reinventa i codici dell'ostello». [Le Monde]

Dibattito sulla Francoforte del XXI secolo. A Francoforte sono urgenti due lavori di manutenzione pubblica, per il teatro della Commedia e quello dell'Opera. Così in città le opinioni si dividono tra chi vuole restaurare mantenendo l'antico aspetto degli edifici e chi preferisce invece un rinnovamento. [Frankfurter AZ]

A 125 anni dal primo Van Gogh venduto. Il 2 giugno 1894 da Drouot a Parigi andava all'asta per la prima volta un quadro di Vincent Van Gogh: per la tela del 1887 «Un paio di scarpe» la vendita fu modesta. Ora, 125 anni dopo, la tela «Fabbriche vicino a Clichy», dipinta nello stesso anno, promette di realizzare cifre da record. [Frankfurter AZ]

Redazione, edizione online, 9 giugno 2019


Ricerca


GDA settembre 2019

Vernissage settembre 2019

Il Giornale delle Mostre online settembre 2019

Ministero settembre 2019

Guida alla Biennale di Firenze settembre 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere a Firenze 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012