Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Giorno per giorno nell’arte

Giorno per giorno nell'arte | 7 ottobre 2020

La gravità della situazione del Nagorno-Karabakh | Una nuova «Scatola archeologica» a Roma | Leonardo non ha mai dipinto la «Battaglia di Anghiari» | La giornata in 12 notizie

Un edificio distrutto nel Nagorno-Karabakh, durante il conflitto di questi giorni tra Armenia e Azerbaigian

«Grave preoccupazione» dell'Icom per la situazione del Nagorno-Karabakh. L'International Council of Museums (Icom), che rappresenta la comunità dei musei nel mondo, esprime «grave preoccupazione» per il conflitto in corso nella regione del Nagorno-Karabakh, per il suo impatto umanitario e per i gravi danni al patrimonio culturale locale. Il conflitto tra Armenia e Azerbaigian, in cui si registrano vittime anche tra la popolazione civile e che la notte scorsa ha assistito al bombardamento di Stepanakert, il centro più importante della regione, ha determinato, secondo le denunce dell'Icom, la distruzione o il danneggiamento di centinaia di istituti culturali, tra cui 22 musei, 4 gallerie d'arte, 4 teatri, più di 700 monumenti storici e culturali. [Azernews.az]

A Roma sulle pendici dell'Aventino apre una «Scatola archeologica».
La scoperta, casuale, fu fatta nel 2015, durante i lavori di scavo per i box interrati di un condominio. In un grande ambiente sotterraneo si rinvennero i resti di terrazzamenti databili all'VIII secolo a.C., il basamento di una torre del VI secolo a.C. e la sovrapposizione di una grande domus romana con rifacimenti delle decorazioni nel corso dei secoli. Gli ambienti raccontano dieci secoli di storia, ed ora un percorso animato e ideato da Piero Angela e Paco Lanciano, con luci, suoni e immagini proiettate conducono il visitatore in un viaggio a ritroso nel tempo, grazie a una sinergia virtuosa pubblico-privata tra Soprintendenza Archeologica Speciale di Roma e Bnp Paribas Real Estate. Le visite su prenotazione partono a novembre. [Ansa]

Leonardo da Vinci non ha mai dipinto la «Battaglia di Anghiari». Oggi agli Uffizi, all'Auditorium Vasari, autorevoli storici dell'arte, restauratori ed esperti di chimica e fisica applicate ai beni culturali spiegheranno che Leonardo da Vinci non dipinse sulle mura del Salone dei Cinquecento, a Palazzo Vecchio, la celebre «Battaglia di Anghiari», che in teoria venne poi coperta dall'affresco di Vasari raffigurante la battaglia di Scannagallo. [La Stampa]

Le Giornate Fai d'autunno raddoppiano.
Con 1.000 aperture a contributo libero in 400 città in tutta Italia, ritornano per la 36ma volta le Giornate Fai d'autunno. Quest'anno per la prima volta nella loro storia raddoppiano l'appuntamento: due i weekend in programma, il 17-18 e il 24-25 ottobre. Tra le aperture speciali, a Milano i laboratori di restauro di Open Care ai Frigoriferi Milanesi o l'Ippodromo di San Siro; a Roma San Pietro in Montorio, il tempietto del Bramante o la Nuvola di Fuksas; a Napoli il complesso di San Nicola di Tolentino. [Ansa]

Il quadro di Goya che Franco rubò per Hitler. Il Museo de  Bellas Artes di Bilbao apre una mostra sulle opere d'arte riunite in collezione da Félix Fernández-Valdés, che acquistò presso il dittatore spagnolo Francisco Franco «La marquesa de Santa Cruz» per 1,5 milioni di pesetas. [El País]

L'8 e il 9 ottobre a Lucca il Salone dei Beni culturali Lubec 2020. Un'indagine dal titolo «I Musei invisibili. Visioni di futuro per i Musei italiani per il dopo emergenza Covid-19» e un'«Analisi dell’impatto Covid-19 sulle politiche di valorizzazione e fruizione dei parchi archeologici» sono state effettuate dalla Fondazione Scuola dei beni e delle attività culturali del Mibact e saranno presentate nel corso di LuBeC 2020, il salone dei beni culturali in programma l’8 e il 9 ottobre a Lucca. [AgCult]

Chiodi dalla Crocefissione di Gesù? Alcuni chiodi di 2mila anni fa emersi in un laboratorio di antropologia di Tel Aviv sarebbero da ricollegare al seppellimento di Caifa, l'alto sacerdote ebreo coinvolto nella Crocefissione di Gesù Cristo. Ma gli esperti non sono convinti. [Haaretz.com]

Il gran maestro dell'incisione Albrecht Altdorfer al Louvre. Un centinaio di opere dell'artista rinascimentale tedesco Albrecht Altdorfer sono state riunite al Louvre per la prima importante mostra a lui dedicata in Francia. Curatori dell'esposizione Hélène Grollemund e Olivia Svatier Sjöholm del Louvre e Séverine Lepape del Musée de Cluny. [Le Monde]

Riapre al pubblico la «Cappella Sistina» di Milano. La chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore in corso Magenta, a due passi dal Cenacolo, è oramai una presenza fissa nei pacchetti di viaggio, ma era chiusa dal 23 febbraio. Riaprirà venerdì 9 ottobre, in tre giorni di apertura, venerdì, sabato e domenica, e orario ridotto. Tra le nuove regole, il giro a ritroso dal Civico Museo Archeologico alla chiesa (l'ingresso precedente) attraverso il coro e le opere di Luini. [Corriere della Sera - Milano]

Titus Kaphar, correttore della storia dell'arte. Un pittore e scultore statunitense sfida la rappresentazione tradizionale dettata dalla visione «bianca» del mondo. Una sua nuova mostra in una chiesa di Bruxelles si interroga sull'assenza delle persone di colore nella pittura cattolica. [El País]

A New York la Corte Suprema dà ragione agli street artist contro gli immobiliaristi. È stato rigettato il ricorso presentato dagli imprenditori e proprietari di uno storico edificio, 5Pointz, coperto dai graffiti a Long Island, ed è stata confermata la sentenza d’appello che aveva risarcito gli artisti per la distruzione delle opere. [Il Sole 24 Ore]

Il crollo del ponte medioevale di Bagnasco (Cn) documentato dal drone. Le immagini del drone mostrano i danni subiti dal ponte altomedioevale di Bagnasco, in provincia di Cuneo, investito dalla piena del Tanaro nella notte fra il 2 e il 3 ottobre e parzialmente crollato. Il ponte di Bagnasco era il simbolo del paese. Era già stato gravemente danneggiato dall’alluvione del 1994 ed era stato recentemente restaurato. [la Repubblica]

Redazione, edizione online, 7 ottobre 2020


  • «Battaglia di Anghiari», copia di Pieter Paul Rubens di quella che finora si riteneva un'opera perduta di Leonardo da Vinci. Foto tratta da Wikipedia

GDA411 OTTOBRE 2020

GDA411 OTTOBRE 2020 VERNISSAGE

GDA411 OTTOBRE 2020 GDECONOMIA

GDA411 OTTOBRE 2020 GDMOSTRE

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012