Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 7 ottobre 2019

Il «Giudizio Universale» del Beato Angelico restaurato | A Paestum 14mila visitatori in un solo giorno | In Israele una metropoli di 5mila anni fa | La giornata in 10 notizie

Un particolare del «Giudizio Universale» del Beato Angelico del Museo di San Marco a Firenze

Il restauro del «Giudizio Universale» del Beato Angelico. Il 5 ottobre è stato presentato al Museo di San Marco di Firenze il restauro del «Giudizio Universale» del Beato Angelico, realizzato da Lucia Biondi grazie ai contributi del Rotary Club Firenze Certosa, di altri Rotary fiorentini e di altri privati. Il restauro, costato 27mila euro, è una delle iniziative volte a celebrare i 150 anni del Museo di San Marco. Il 15 ottobre sarà presentato un altro restauro di un'opera di Beato Angelico, quello della «Pala di San Marco», restaurata dall'Opificio delle Pietre Dure. [Il Giornale dell'Arte]

Record di visitatori (quasi 14mila) a Paestum. Sono stati 13.865 i visitatori di questa prima domenica gratuita di ottobre al Parco Archeologico: un record assoluto nella storia di Paestum che ha superato anche gli 8.812 visitatori della prima domenica di ottobre nel 2017. [Ansa]

La New York dell'era cananea
. Emersa grazie ai lavori per la costruzione di uno svincolo autostradale a nord di Tel Aviv, è stata presentata ieri in Israele la vasta area archeologica scoperta a En Esur, un insediamento risalente a 5mila anni fa, senza uguali nella regione per dimensioni e complessità della struttura. [la Repubblica]

L'arte di uno scimpanzé. L'antropologo inglese Desmond Morris ha deciso di mettere in vendita, presso la Mayor Gallery di Londra, i 55 quadri in stile astratto realizzati tra gli anni '50 e '60 da uno scimpanzé sul quale conduceva i suoi studi, per cercare di stabilire il livello di consapevolezza con il quale il primate adoperava i pennelli e sceglieva i colori. Per portarsi a casa l'intera collezione servono 200mila sterline. [The Times]

Baselitz: «posso crescere ancora». Intervistato in occasione della presentazione, presso la galleria Thaddaeus Ropac a Pantin (Seine-Saint-Denis), di 33 suoi grandi dipinti e disegni realizzati negli ultimi due anni, il pittore tedesco Georg Baselitz (81 anni), sostiene che la sua arte è sempre in evoluzione e ha ancora dei margini di miglioramento. [Le Monde]

Gallerie d'arte in dialogo con lo spazio urbano. Nell'ambito della quinta edizione del Weekend delle Gallerie di Barcellona, in programma questo fine settimana con 27 gallerie e 70 artisti coinvolti, avrà luogo in città l'iniziativa «Composizioni», che prevede cinque interventi artistici in luoghi pubblici. [El País]

Un valore storico discutibile. A Madrid il Comune dovrà decidere che fare del giardino del Noviziato delle Signore Apostoliche, di proprietà del vicino complesso religioso. Secondo il Piano generale di pianificazione urbana, parte dell'area boscosa dovrebbe essere sacrificata per costruire una residenza per studenti. Ma le suore, i residenti della zona e il collettivo «Cittadinanza e patrimonio» di Madrid protestano sostenendo che l'area costituisce il secondo maggior giardino della città e che i suoi giardini e frutteti hanno grande valore storico. [El País]

Sciare a fianco dell'inceneritore. Con il progetto dell'«Amager Resource Center» a Copenaghen, costato 485 milioni di sterline, l'architetto Bjarke Ingels ha dato sfogo alla sua fantasia, creando un edificio alto 85 metri dal design moderno che è al tempo stesso una centrale che produce elettricità a partire dai rifiuti e una pista da sci. [The Guardian]

I free runners abusano dei Sassi di Matera. La Fondazione Sassi denuncia con veemenza le conseguenze negative di una gara di «free running» tenutasi fra i Sassi di Matera, Capitale europea della Cultura 2019: danni a tegole e comignoli, e qualcuno si è perfino arrampicato sul campanile di una chiesa. [la Repubblica - Bari]

Rapid Camera Movements. Conosciuto ai più come leader del fortunato gruppo musicale R.E.M., il cantante Michael Stipe sin da ragazzino si è occupato di fotografia. Dopo l'addio alla musica, ha trovato il tempo e le motivazioni per approfondire questa sua passione, che lo ha condotto alla pubblicazione di un libro fotografico e a una mostra, al MaXXI di Roma. [la Repubblica]

Redazione, edizione online, 7 ottobre 2019


Ricerca


GDA novembre 2019

Vernissage novembre 2019

Il Giornale delle Mostre online novembre 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere a Torino 2019

Vedere in Canton Ticino 2019

Vedere in Emilia Romagna 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012