Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 7 maggio 2020

Il Fai riapre a fine mese | Dal Mibact 30 milioni per i borghi del Sud | Chiesta la riduzione dell'Iva per le imprese turistiche | La giornata in 14 notizie

Uno degli affreschi di epoca longobarda della chiesa di Santa Maria foris Portas a Castelseprio (Va), uno dei gioielli del Fai

Dal Mibact 30 milioni per i borghi e i centri storici del Sud. Sono finanziamenti a fondo perduto per la riqualificazione di centri sorici di comuni con meno di 10mila abitanti di Campania, Basilicata, Calabria, Puglia e Sicilia. Il bando scade il prossimo 29 maggio. I sindaci potranno ottenere fino a un milione di euro. [la Repubblica]

Chiesta la riduzione delle aliquote di Iva per le imprese turistiche. Andrea Prete, vicepresidente vicario nazionale di Unioncamere, nel corso di un'audizione presso la Commissione Industria, Commercio e Turismo del Senato ha chiesto una riduzione delle aliquote dell'Iva per 12 mesi per tutte le imprese del settore turistico. Nei mesi di marzo e aprile si è avuta una perdita di 90,8 milioni di presenze turistiche, e si prevede che quest'estate il 24% delle ditte non potrà riaprire. [AgCult]

David Zwirner: «Finché non si troverà un vaccino, i prezzi dell'arte scenderanno». Il potente gallerista tedesco (naturalizzato statunitense) David Zwirner prevede che la metà delle fiere d'arte chiuderà per conseguenza della pandemia in corso e che la vendita digitale delle opere d'arte prenderà piede e coesisterà con il modello tradizionale di transazione. [El País]

Il MoMa, quando riaprirà, avrà meno di dipendenti e un budget più risicato. In una conferenza su Zoom con altri professionisti del mondo dei musei a cura del sito specializzato Bloomberg, Glenn Lowry, il direttore del MoMA di New York, ha affermato che alla sua riapertura il suo museo avrà il 17% in meno del suo staff e un budget inferiore di 45 milioni di dollari. [bloomberg.com]

Una sinossi degli aiuti alla cultura. Il quotidiano francese «Le Monde» pubblica un resumé delle differenti misure prese da Stati Uniti, Gran Bretagna, Germania e Italia per sostenere il settore della cultura, che ovunque versa in gravi condizioni. [Le Monde]  

Il mercato dell'arte si affida alla rete. La crisi del coronavirus ha generato un'esplosione di spazi virtuali in cui esporre e vendere arte. Fiere, gallerie e case d'asta si uniformano alla moda delle «Online Viewing Rooms». [El País]

Il ministro russo della Cultura ha il coronavirus. Olga Lyubimova, 39 anni, ministra russa della Cultura, nominata lo scorso gennaio, è il terzo ministro del Governo russo ad annunciare la propria positività al Covid-19. [The Art Newspaper]

La tecnologia in soccorso dell'arte. È attualmente allo studio del Mibact una piattaforma sul modello di Netflix con «un canale di contenuti che utilizza il linguaggio seriale per trasmettere pillole e storie relative al nostro immenso patrimonio artistico», dicono al ministero, sulla scorta di ciò che è già stato realizzato su Youtube nelle scorse settimane. [Il Foglio]

La situazione critica dei musei europei.
Julia Pagel, segretario generale di Nemo, la rete delle istituzioni museali europee, anticipa i risultati di un sondaggio condotto perlopiù presso musei austriaci, tedeschi e spagnoli, ma anche italiani (quelli del nostro Paese a rispondere sono stati 33), sulla situazione dei musei in questo periodo. Si sente la necessità di un adeguato sostegno economico, di investimenti nella digitalizzazione e di una maggiore preparazione a casi di emergenza. Un dato preoccupante è quello delle casse dei musei: quelli più grandi e situati in importanti zone turistiche registrano una perdita di reddito settimanale del 75-80%, per centinaia di migliaia di euro in meno. [AgCult]

Enrica Pagella direttrice del Polo Museale del Piemonte. Cambio al vertice del Polo Museale regionale del Piemonte. Da lunedì 4 maggio il nuovo direttore è Enrica Pagella, che è subentrata a Ilaria Ivaldi, in carica dal febbraio 2018, trasferita all’Archivio Storico di Genova. Enrica Pagella, nata a Ivrea nel 1957, dopo la laurea in Storia dell’Arte a Torino ha frequentato l’Università degli Studi di Milano, dove ha conseguito il dottorato di ricerca in Storia e critica dei beni artistici e ambientali. Era direttore dei Musei Reali di Torino dal primo dicembre 2015. [La Stampa]

I quasi 80 milioni di euro spagnoli escludono il patrimonio storico. Il decreto approvato ieri dal Governo spagnolo in aiuto al settore della cultura e dell'arte non prevede linee di tutela dei professionisti e delle imprese dedicati alla conservazione, al restauro e all'archeologia. [El País]

I Civici di Modena sinergici con Wikipedia. I Musei civici di Modena hanno siglato un accordo con Wikipedia, l'enciclopedia libera online, per poter avere una maggior visibilità. Anche su questa piattaforma si potrà fruire di parte delle collezioni dei Musei attraverso lo sviluppo di un nuovo progetto in collaborazione con Wikimedia Italia, «Glam-wiki»: la sigla Glam sta per gallerie, librerie, archivi e musei. L'iniziativa, approvata con una delibera dalla Giunta comunale, ha un valore di 7mila euro, si svilupperà in otto mesi e si inserisce nel contesto del 150mo anniversario della fondazione dei Musei civici, in programma nel 2021. [Ansa]

Banksy rende omaggio a medici e infermieri. Si intitola «Game changer» l'ultimo lavoro dello street artist di Bristol ed è dedicato ai nuovi eroi della lotta al Covid-19. L'artista ha postato il disegno su Instagram: raffigura un bimbo che lascia nel cestino dei rifìuti Batman e Spider Man e sceglie come compagno di giochi la figura di un'infermiera che indossa la mascherina. [The Art Newspaper]


Riaperture

«A fine mese riapriremo i beni del Fai». Così si è espresso il vicepresidente esecutivo del Fai (Fondo Ambiente Italiano), Marco Magnifico, presentando la 10ma edizione del censimento nazionale de I luoghi del cuore. «Se penso a tutto quello che affrontarono all'inizio i nostri fondatori», ha detto Magnifico, «o alla fatica che abbiamo fatto per arrivare ai 2,2 milioni di voti nell'ultima edizione del 2018 de I luoghi del cuore, mi viene da dire che non c'è nulla di facile nella vita. La forza che ci dà la sensazione di fare veramente un servizio sociale per la comunità ci fa superare tutto». Il Fai quindi riaprirà a fine mese prima i giardini storici e poi i monumenti più ampi, quelli dove è possibile mantenere una distanza sociale certa. [Ansa]

Redazione, edizione online, 7 maggio 2020



GDA maggio giugno 2020

GDA408 maggio-giugno VERNISSAGE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELLE MOSTRE

GDA408 maggio-giugno IL GIORNALE DELL

GDA408 maggio-giugno VEDERE IN ABRUZZO

GDA408 Inchiesta FAREMO COSÌ

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012