Giorno per giorno nell'arte | 7 luglio 2021

Il Rapporto Annuale Federculture 2021 | Le indagini del Belgio sul proprio passato coloniale | Il Prado fa la rivoluzione nel suo Ottocento | La giornata in 13 notizie

Redazione |

Il mondo della cultura, nonostante i diciotto mesi più difficili che il Paese ricordi dal dopoguerra ad oggi, c’è, conta i danni, ma è pronto a ripartire e ricostruire il proprio futuro. Ecco, in sintesi, la fotografia scattata dal 17mo Rapporto Annuale Federculture 2021 Impresa Cultura. [AgCult]

Restituzioni di opere d'arte africane all'Africa: il Belgio svela il suo metodo. Le autorità belghe stanno accertando che migliaia di oggetti culturali furono acquisiti abusivamente, perlopiù nell'allora Congo belga, nel corso di razzie compiute tra gli anni 1885 e 1908. [Le Monde]

Il Museo del Prado rivoluziona la presentazione delle sue collezioni dell'arte del XIX secolo. Ora cronologicamente l'Ottocento parte da Goya e termina con María Blanchard. Inoltre, «Il Colosso», un dipinto da sempre attribuito a un seguace di Goya, nella nuova didascalia è attribuito al maestro. [El País]

A Palazzo Albizzini di Città di Castello (Pg) prende il via «Beam Up. Blind Engagement in Accessible MUseum Projects», iniziativa studiata per aiutare i musei a passare «dalla produzione di servizi per non vedenti alla produzione di servizi realizzati insieme ai non vedenti», che prevede l'attivazione di tre gruppi di lavoro misti a livello locale, in Italia, Croazia e Irlanda, composti da professionisti museali, non vedenti ed esperti di disabilità visiva, che lavoreranno insieme per due anni e mezzo alla pianificazione, organizzazione e realizzazione di un progetto espositivo accessibile ai non vedenti. [Ansa]

Nel sito di Case Pente a Sulmona (Aq), area interessata dal contestato progetto per la costruzione di una centrale a compressione della Snam, è stato individuato grazie a indagini radar un grande edificio antico, di epoca italica e romana, completamente sepolto. Secondo la Soprintendenza archeologica competente gli elementi scoperti «potrebbero già indicare la possibilità di prevedere una delocalizzazione dell'intervento in progetto in quest'area». [Ansa]

A Malaga sta rifiorendo il Cimitero inglese. Grazie a una decina di persone volontarie il camposanto protestante più antico di Spagna torna ad aprire le porte al turismo. [El País]

Sull'isola di Procida, dal 2 al 5 settembre, un percorso espositivo («Panorama») curato da Vincenzo de Bellis racconta tre secoli di arte, ma per brevità ricorda una fiera d'arte. [Il Sole 24 Ore]

Sette grandi tele del Tiepolo
sono state vendute lo scorso 10 maggio dagli eredi di Fausto Franco ad Alessandro Benetton per 1,85 milioni di euro. Lo Stato però non ha esercitato, come avrebbe dovuto, il diritto di prelazione. Scrive sulla vicenda il critico d'arte Tomaso Montanari. [Il Fatto quotidiano]

L'ultima scoperta archeologica di Pontecagnano, avamposto etrusco nel sud della Campania, è la tomba numero 10mila, quella di un ragazzo, morto a 10, forse 12 anni nel IV secolo a.C. [Ansa]

Nominato il nuovo direttore dell'Aga Khan Museum a Toronto, istituzione specializzata in arte islamica. È Ulrike Al-Khamis, che è stata direttrice delle collezioni del museo dal 2017. [ArtNews]

Dal 7 luglio e per due anni e mezzo, fino al 31 dicembre 2023, un'ospite di rilievo troverà dimora al Museo Archeologico di Bologna, per il progetto espositivo «Sekhmet, la Potente. Una leonessa in città». Il Museo Egizio di Torino ha infatti concesso in prestito uno dei suoi capolavori più rappresentativi: una statua colossale (alta 2,13 metri) della dea Sekhmet, con testa di leonessa e corpo di donna. [Ansa]

Nell'Auditorium del Mann di Napoli è stato inaugurato il Master di II livello in Comunicazione del Patrimonio Culturale: promosso dall'Università degli Studi di Napoli in collaborazione con il Museo Archeologico Nazionale di Napoli, il percorso di specializzazione biennale rappresenta un unicum nell'offerta formativa italiana. [AgCult]

Fino al 9 gennaio 2022 è aperta, nella Casa dei Tre Oci a Venezia, «Mario De Biasi, fotografie 1947-2003», grande retrospettiva dedicata al padre del fotogiornalismo italiano. [Il Sole 24 Ore]

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Redazione
Altri articoli in GIORNO PER GIORNO NELL'ARTE