Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Giorno per giorno nell’arte

Giorno per giorno nell'arte | 7 agosto 2020

Oggi la Cupola di Brunelleschi compie 600 anni | Il nuovo turismo che potrà salvare Venezia dalla crisi | Ricostruito il volto di Raffaello Sanzio | La giornata in 14 notizie

La cupola del Brunelleschi a Firenze

Auguri di compleanno alla Cupola di Brunelleschi per i suoi 600 anni. Festeggia oggi 7 agosto i suoi 600 anni la cupola del Duomo di Firenze, la più grande al mondo in muratura, con il suo diametro interno di circa 45 metri ed esterno di 54,8. La sua realizzazione partì infatti il 7 agosto 1420. Nei mesi di agosto e settembre la Cupola del Brunelleschi è aperta al pubblico tutti i giorni, e per la prima volta con orario prolungato fino alle ore 21. Sulla Cupola del Brunelleschi e sul Campanile di Giotto si può accedere solo accompagnati in piccoli gruppi. Nel Battistero è prevista la visita guidata per illustrare non solo il monumento, ma anche il restauro. [Ansa]

È un nuovo turismo quello che potrà salvare Venezia dalla crisi. L'architetto Carlo Ratti del Mit di Boston prova a immaginare un modello diverso di turismo internazionale per Venezia, alla luce dell'emergenza da coronavirus: quello dei «viaggiatori posati», che resterebbero per periodi più o meno lunghi in un certo luogo invece di saltare di continuo da un posto all’altro. [Corriere della Sera]

Ricostruito il volto di Raffaello Sanzio. Nel 500mo anniversario della morte di Raffaello, il Centro di Antropologia molecolare per lo studio del Dna antico del Dipartimento di Biologia dell'Università degli Studi di Roma Tor Vergata ha realizzato, in collaborazione con la Fondazione Vigamus e l'Accademia Raffaello di Urbino, una ricostruzione tridimensionale digitalizzata del volto dell'artista in età matura, sulla base di un calco in gesso del cranio del pittore modellato nel 1833, all'epoca della prima riesumazione dei suoi resti nel Pantheon, dal formatore Camillo Torrenti. Questa ricostruzione è stata poi confrontata con gli autoritratti di Raffaello e porta gli studiosi a ritenere che i resti in questione possano davvero appartenere a Raffaello. [Le Figaro]

La Russia ricostruirà in Siria una versione «mignon» di Haghia Sophia che verrà utilizzata come chiesa. Una versione molto ridotta di Haghia Sophia verrà eretta in Siria, finanziata dal Governo russo, per il suo utilizzo come chiesa ortodossa. L'edificio, che misurerà 4 metri d'altezza e 4 di larghezza, fungerà da cappella e avrà un valore soprattutto simbolico. [The Art Newspaper]

I templi della Grecia antica erano dotati di rampe d'accesso per persone con handicap.
Costruiti più di 2mila anni fa, questi santuari adattarono le loro architetture alle persone con mobilità ridotta, secondo le ricerche di archeologi dell'Università della California. [Le Figaro]

Musei: l'80% vorrebbe una card annuale per tutti i musei d'Italia. Quasi l'80% dei visitatori dei musei vorrebbe una carta annuale per poter visitare tutti i 452 musei, siti e monumenti statali d'Italia. È quanto emerge da una rilevazione della Direzione generale dei Musei, condotta online durante il lockdown. [AgCult]

«Il mio Museo Nazionale del Risorgimento sarà come il Louvre, ma con il cinema». Sono trentamila i ragazzi delle scuole che entrano ogni anno nel Museo Nazionale del Risorgimento italiano di Torino, ma il direttore Ferruccio Martinotti, appena riconfermato dal nuovo Consiglio di Gestione nel suo incarico per altri quattro anni, non si accontenta. [La Stampa]

3 milioni di euro dal Mibact per il Parco Archeologico e il Museo di Sibari. «Con il Piano strategico "Grandi progetti beni culturali" il Mibact destina tre milioni di euro per il Parco e il Museo archeologico di Sibari. Un finanziamento che consentirà di rilanciare un sito dall’enorme valore storico, archeologico e culturale, uno dei più ricchi ed estesi della Magna Grecia». Lo ha annunciato ieri il sottosegretario del Ministero per i Beni e le Attività culturali, Anna Laura Orrico. [AgCult]

11mila visitatori nella «casa» dei Bronzi di Riace dalla riapertura: il massimo possibile. Il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria si conferma un grande attrattore turistico e culturale della Calabria. In poco più di un mese dalla riapertura, avvenuta il 26 giugno, sono stati registrati circa 11mila ingressi, con una media di 330 visitatori al giorno, il massimo degli accessi consentiti alla luce delle nuove regole: prenotazione obbligatoria e visite contingentate. Nel mese di luglio 2019, si erano registrati quasi 16mila visitatori; la diminuzione di quest'anno, quindi, è di oltre il 40%. [Ansa]

Un festival del cinema archeologico a Roselle (Gr). Nell’area archeologica di Roselle, in provincia di Grosseto, dal 21 al 23 agosto si svolgerà la seconda edizione di Roselle ArcheoFilm - Premio «O. Fioravanti». Tre serate (alle 21.15) e due proiezioni pomeridiane (alle 18.15) che si svolgeranno negli spazi del Polo culturale Le Clarisse e al Museo di Storia naturale. [AgCult]

Un architetto dimenticato, Francesco Croce. È l'autore della guglia della Madonnina che sovrasta il Duomo di Milano, eppure Francesco Croce (1696-1773) spesso addirittura non è citato nelle guide turistiche, forse per una specie di antica «damnatio memoriae», perché alla sua epoca veniva considerato dagli illuministi milanesi una sorta di parruccone conservatore. [Corriere della Sera]

L'imprenditore mecenate Vittorio Cini. Un articolo-dossier di Alberto Toso Fei su Vittorio Cini, imprenditore di inizio Novecento e grande mecenate: fu lui a ottenere in concessione dallo Stato l'isola di San Giorgio Maggiore a Venezia, a finanziare i restauri necessari e ad istituire nel 1951 la Fondazione Giorgio Cini, ancora oggi centro culturale e artistico di levatura mondiale. [Il Gazzettino]

La situazione dei musei americani. Frauke Steffens fa il punto sulla situazione dei musei americani, la cui esistenza è stata fortemente minacciata dall'emergenza coronavirus, e sostiene che in futuro alcuni di essi si potrebbero trasformare in esclusivi club per soci abbienti. [Frankfurter Allgemeine Zeitung]

Riaperture

Le aree archeologiche di Himera e Monte Jato. Da domani 8 agosto tornano visitabili le aree archeologiche di Himera e Monte Jato. Per quanto riguarda il Sito di Himera, sarà possibile visitare l’area archeologica del quartiere est e l’area del tempio della Vittoria, con annesso Museo Pirro Marconi. Per il sito di Monte Jato, verranno riaperti l’area archeologica e l’antiquarium di Case D’Alia.

Redazione, edizione online, 7 agosto 2020



GDA410 SETTEMBRE 2020

GDA410 Vernisage

GDA410 GDEconomia

GDA410 GDMostre

GDA410 Vedere a Milano

GDA410 Vedere a Venezia

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012