Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 6 novembre 2019

Chiude a Londra la Npg | Un Apollo di Pompei per il Louvre | 3 milioni per Parma Capitale della Cultura | La giornata in 13 notizie

L'ingresso alla National Portrait Gallery. Foto Wei-Te Wong. CC BY-SA 2.0

Chiude per tre anni la National Portrait Gallery. La National Portrait Gallery di Londra, uno dei musei più amati della capitale britannica, ha annunciato ieri a sorpresa che chiuderà tutte le sue sale per tre anni (2020-23), per affrontare un'importante ristrutturazione. L'esigenza di effettuare i lavori era nota, ma fino all'ultimo si era sperato in una chiusura solo parziale, che viene invece adesso esclusa per motivi di sicurezza. Più di mille opere verranno archiviate nei magazzini, mentre circa 300 andranno in tournée in tutto il Paese. [The Daily Telegraph]

Colletta del Louvre per l'Apollo di Pompei. Il museo del Louvre di Parigi ha avviato una pubblica campagna di sottoscrizione per raccogliere i 6,7 milioni di euro necessari ad acquistare una preziosa statua di Apollo rinvenuta sotto le ceneri di Pompei. Nell'ultimo secolo la statua, del II o I secolo a.C., è stata nelle mani di privati. Il presidente del Louvre Jean-Luc Martinez dice di averla «individuata qualche anno fa, abbiamo cominciato a trattare con i proprietari». La società degli Amici del Louvre ha già garantito che verserà almeno metà della somma. [il Mattino]

3 milioni per Parma Capitale Italiana della Cultura 2020. Il Ministero per i Beni culturali ha approvato, con decreto ministeriale, il programma degli interventi volti a sostenere iniziative per la valorizzazione del patrimonio culturale della città emiliana. I finanziamenti, che ammontano a 3 milioni di euro, sono stanziati a favore del complesso monumentale della Pilotta e della Chiesa di San Giovanni Evangelista. [AgCult]

Furto e danneggiamenti a una Cattedrale patrimonio Unesco. Nella notte tra domenica e lunedì dei criminali incappucciati hanno sfondato con un auto la porta della Cattedrale di Oloron-Sainte-Marie, patrimonio mondiale dell'Unesco, e hanno sottratto oggetti di culto risalenti al XVII e XVIII secolo. [Le Figaro]

Salcedo parla della Colombia. Valérie Duponchelle intervista l'artista colombiana Doris Salcedo, fresca vincitrice del ricco premio Nomura per l'arte (un milione di dollari), sull'importanza dell'evento e sul valore terapeutico e sociale dell'arte (la donna ha ricevuto il riconoscimento grazie ai suoi sforzi di aiutare attraverso l'arte le vittime delle vicissitudini politiche attraversate dal suo Paese). [Le Figaro]

Gehry-Vuitton, l'alleanza continua. Intervista a Frank Gehry, che dopo la Fondazione Louis Vuitton ha appena firmato un nuovo originalissimo edificio per la griffe francese a Seul, nel quartiere più lussuoso della capitale sudcoreana. [Le Figaro]

Riapre al pubblico la Biblioteca Nazionale di Berlino. Finalmente conclusi a Berlino i lavori di risanamento, rinnovamento e ampliamento del complesso della Biblioteca Nazionale di Unter den Linden (ispirato all'architettura della Firenze dei Medici), in corso ormai dal 2012. Tra i tesori più preziosi conservati, una collezione di spartiti e documenti originali firmati da Johann Sebastian Bach. [Frankfurter AZ]

La firma di Leonardo passerà un mese a Firenze. L'unica firma ad oggi conosciuta di Leonardo da Vinci, apposta in calce al contratto per la realizzazione della «Vergine delle Rocce», lascia per un mese l'Archivio di Stato di Milano. È stata infatti trasferita all'Opificio delle Pietre dure di Firenze, dove verrà sottoposta a indagini diagnostiche e a un restauro digitale, in grado di rendere leggibile l'intero documento. [Corriere della Sera]

Il Ministero si mobilita per Palazzo d'Avalos. Dopo le ripetute manifestazioni di interesse della stampa locale per il degrado di Palazzo d'Avalos, la dimora cinquecentesca di una delle più antiche famiglie nobiliari napoletane, il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini ha inviato il segretario generale Salvo Nastasi per monitorare la situazione. [Corriere della Sera]

In memoria della madre. Al fotografo di Los Angeles Pat Martin sono state assegnate le 15mila sterline del premio Taylor Wessing, assegnato come ogni anno dalla National Portrait Gallery. Grazie a due ritratti fotografici della madre, scatti poco prima della morte della donna, ha avuto la meglio sulle 3.700 proposte presentate da 1.611 fotografi provenienti da 70 Paesi del mondo. [The Guardian]

Botín colpevole a metà. Durante il processo, per il quale rischia fino a quattro anni di carcere per contrabbando, il banchiere Jaime Botín ha ammesso di aver trasportato fuori dai confini spagnoli la sua «Testa di donna» di Picasso, nonostante il divieto, negando però di averlo fatto per provare a vendere il quadro (l'opera è vincolata dal Ministero della Cultura di Spagna). [El País]

Spunta un Sorolla inedito. Gli esperti dell'Università di Lleida hanno autenticato un olio, datato 1883 e attribuito a Joaquín Sorolla. La tela del pittore valenciano, che raffigura una ragazza in punto di morte, proviene da una collezione privata ed era rimasta finora sconosciuta agli studiosi. [El País]

Il fotografo che mostra gli Usa ai francesi. Un servizio di tre pagine presenta ai lettori Joel Sternfeld, che con i suoi scatti sugli Stati Uniti negli anni '70 e '80 sarà fra i sicuri protagonisti di «Paris Photo», l'importante evento che sta per cominciare al Grand Palais e in altre gallerie della capitale francese. [Libération]

Redazione, edizione online, 6 novembre 2019


Ricerca


GDA dicembre 2019

Vernissage dicembre 2019

Il Giornale delle Mostre online dicembre 2019

Vedere a ...
Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Vedere a Torino 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012