Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 5 luglio 2019

L'arte antica di Christie's | Un Signac torna a casa | I 12 nomi del Prix Pictet | La giornata in 5 notizie

I manifestanti contro la vendita della testa egizia del dio Amon fuori dalla sede di Christie's, ieri sera. Foto di Kabir Jhala

La testa di Tutankhamon venduta tra le proteste a 4,7 milioni di sterline. Ieri sera alle aste di arte antica di Christie's ha tenuto banco la vendita della testa egizia in quarzite raffigurante il dio Amon con le fattezze di Tutankhamon, mentre fuori dalla sede di Christie's un gruppo di manifestanti protestava contro l'asta. Un anonimo acquirente si è assicurato il reperto, che era stimato tra 4 e 6 milioni di sterline, a 4,75 milioni. Il lotto faceva parte dell'«Exceptional Sale», che ha venduto 29 dei 40 lotti offerti, per una percentuale del 73% e un totale di 9,56 milioni. L'asta serale di dipinti antichi ha incassato invece 14,9 milioni, con un 66% di venduto per numero di lotti e un Bernardo Bellotto («Venezia, il Molo e il Palazzo del Doge») al primo posto in classifica, venduto al doppio delle stime a 2,77 milioni. La terza sessione era dedicata a dipinti, arredi e oggetti d'arte provenienti da una collezione Rothschild: 23,8 milioni di sterline, 98% di venduto per numero di lotti, lotto più caro «La colazione con il prosciutto», olio su rame di David Teniers il Giovane, venduto a 4,75 milioni da una valutazione di 800mila-1,2 milioni. Nell'Exceptional Sale un servizio parziale per tè e cioccolato in porcellana di Meissen comprendente 16 pezzi, donato nel 1725 da Augusto il Forte a Vittorio Amedeo II, che partiva da una valutazione di 60-120mila sterline, è stato acquistato a 262.500 sterline dai Musei di Torino: tornerà ai Musei Civici di Palazzo Madama. [Il Giornale dell'Arte]

Un Signac «ex Gurlitt» resitutito agli eredi. La Germania ha restituito agli eredi dei suoi legittimi proprietari un dipinto di Paul Signac («Quai de Clichy, temps gris») razziato dai nazisti e incamerato poi da Cornelius Gurlitt, figlio del mercante che aveva trattato opere rubate nella Francia occupata durante la seconda guerra mondiale. Il 3 luglio un rappresentante della famiglia dell'immobiliarista e collezionista d'arte Gaston Prosper Lévy ha ricevuto in restituzione l'opera. [artnet]

La shortlist del Prix Pictet 2019. Alla cerimonia di apertura dei Rencontres de la Photographie ad Arles è stata annunciata la shortlist del Prix Pictet 2019, premio globale di fotografia e sostenibilità. Sono dodici i nomi in questione: Shahidul Alam (nato nel 1955 in Bangladesh); Johana Choumali (nata nel 1974 in Costa d'Avorio); Margaret Courtney-Clarke (nata nel 1949 in Namibia); Rena Effendi (1977, Baku); Lucas Foglia (1983, Usa); Janelle Lynch (1969, Usa); Ross McDonnell (1979, Irlanda); Gideon Mendel (1959, Sudafrica); Ivor Prickett (1983, Irlanda); Robin Rhode (1976, Sudafrica); Awoiska van der Molen (1972, Olanda); e Alexia Webster (1979, Sudafrica). [The Guardian]

Apre Palazzo Bonaparte a Roma. Nasce il primo spazio Generali Valore Cultura a Palazzo Bonaparte a Roma. Ad aprirlo sarà Generali Italia dopo un importante restauro che trasforma lo storico palazzo (da cui la madre di Napoleone Bonaparte, Maria Letizia Ramolino, osservava il via vai tra Piazza Venezia e via del Corso) in un nuovo polo di arte e cultura, grazie alla partnership con Arthemisia. Per celebrare l'evento, la prima apertura straordinaria, #PalazzoinMostra, è prevista il 9 luglio dalle 14 alle 24. La prima mostra in programma (aprirà il 6 ottobre) sarà «Impressionisti segreti»: comprenderà oltre 50 opere di artisti come Monet, Renoir, Cézanne, Pissarro, Sisley, Caillebotte, Morisot Gauguin e Signac provenienti dalle più importanti collezioni private del mondo e in genere non esposte. [Ansa]

Riapre la «torre Don Borja». Gli eredi degli editori Jesús de Polanco (1929-2007) e Pancho Pérez González (1926-2010) riaprono uno spazio a Santillana del Mar (una torre del XV secolo, la «torre de Don Borja») come centro culturale, in cui esporranno le collezioni d'arte della famiglia. Per i due «pionieri», prima fondatori del gruppo Santillana, attivo tra America e Spagna, poi fondatori del gruppo Prisa, proprietario della testata di «El País» e di altri mezzi di comunicazione come la catena Ser e la ditta Sogecable, attiva nell'audiovisivo, la «torre Don Borja» è sempre stata un luogo di incontro di arte, letteratura, pensiero e comunicazione. [El País]

Redazione, edizione online, 5 luglio 2019


Ricerca


GDA settembre 2019

Vernissage settembre 2019

Il Giornale delle Mostre online settembre 2019

Ministero settembre 2019

Guida alla Biennale di Firenze settembre 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere a Firenze 2019

Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012