Giorno per giorno nell'arte | 4 marzo 2021

Osanna: «Manutenzione in tutti i parchi archeologici e i musei» | Il Museo della Lingua italiana | Una porcellana comprata a 35 $ è un tesoro Ming | La giornata in 13 notizie

Redazione |

Massimo Osanna, ex direttore del parco archeologico di Pompei e oggi a capo della direzione musei del ministero della Cultura, ha colto l'occasione di una lectio magistralis sui restauri a Pompei alla Scuola di Specializzazione in Beni Architettonici e del Paesaggio dell'Università Federico II di Napoli per annunciare che «è necessario avviare le operazioni di manutenzione in tutti i parchi archeologici e i musei, un'operazione su cui spero di intercettare anche i fondi del Recovery Plan con cui cominciare un processo virtuoso di manutenzione, che ora si fa in pochi luoghi». [Ansa]

È stato firmato il 3 marzo l’accordo tra il Comune di Firenze e il ministero della Cultura per il via libera al Museo della lingua italiana. Si tratta dell’ultima formalità burocratica prima dell’avvio della progettazione dei lavori. [La Nazione]

Una porcellana acquistata a 35 dollari in un garage americano è un raro pezzo della dinastia Ming e sarà messa in vendita da Sotheby's con una stima compresa tra 300 e 500mila dollari. [El País]

In Israele è stata rinvenuta nel villaggio di et-Taiybia, nella piana di Esdraelon, su una porta in pietra d'epoca bizantina un'iscrizione in greco che riporta la frase «Gesù, figlio di Maria». Si tratta di una delle testimonianze più antiche del nome di Gesù nella regione della Galilea. [Ansa]

In Francia la riapertura dei giardini rimane velata di incertezze, in un periodo in cui il peggioramento della situazione sanitaria dovuto alla pandemia mette a rischio ogni progetto a breve termine. [Le Figaro]

Con una collezione inedita di Maestri del XX secolo il 4 marzo riapre al pubblico Palazzo Franchetti a Venezia, uno dei più importanti luoghi della cultura contemporanea in Laguna (in cui negli ultimi mesi sono state girate alcune scene di «Mission Impossible 7», film con Tom Cruise). [Corriere della Sera]

Il 3 marzo è stato presentato il report 100 italian architectural conservation stories di Fondazione Symbola e Fassa Bortolo, con la partnership di Assorestauro. Nella circostanza, il presidente di Fondazione Symbola Ermete Realacci ha dichiarato: «Per l’Italia il patrimonio storico-culturale è un elemento importante della nostra identità e la base di una nuova economia. Il nostro Paese rappresenta il laboratorio mondiale delle tecnologie e competenze per la conservazione e per il restauro. Questo vale in particolare per l’azione in corso nelle aree del cratere». [AgCult]

Il planetario più grande al mondo aprirà a giugno in Cina, nel Museo della scienza e della tecnologia di Lingang, nella Pudong New Area, a 70 chilometri da Shanghai. La megacupola, progettata dallo studio newyorkese Ennead, sarà dedicata alla storia dell'astronomia asiatica e alle future ambizioni del programma di esplorazione spaziale cinese. [La Stampa]

Palazzo Strozzi
a Firenze dal 19 marzo cambierà volto attraverso l'intervento dell'artista francese JR, chiamato a rivisitare la facciata di un edificio-simbolo del Rinascimento a Firenze con una nuova installazione site specific dal titolo «La ferita». [Ansa]

Per la prima volta in Italia le guide di un museo sono state scelte tra persone che vivono una situazione di disagio psicologico. Accade a Milano, alla Pinacoteca di Brera, con il laboratorio «Per la Mente, con il Colore», promosso da Amici di Brera e Club Itaca Milano, in collaborazione con l'Unità di Psicologia Clinica Asst Santi Paolo e Carlo di Milano e Dipartimento di Scienza della Salute. [Ansa]

Il futuro del diritto d'autore italiano si gioca attorno al progetto Ricerca Archivio AMACI Musei, un archivio online in dialogo con il mondo dell’editoria e dei giuristi per dare nuova forma al sistema. [Il Sole 24 Ore]

Lo storico dell'arte e museologo Pietro Petraroia recensisce il libro di Vito Lattanzi Musei e antropologia (Carocci), su una disciplina (l'antropologia, appunto) che ha rivoluzionato la missione dei musei. [AgCult]

Addii

È scomparsa a Parigi all'età di 93 anni il 28 febbraio Yvonne Brunhammer, ex conservatrice capo del Musée des Arts Décoratifs, che contribuì alla risoperta dell'Art Déco con numerose mostre. [Le Monde]

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Redazione
Altri articoli in GIORNO PER GIORNO NELL'ARTE