GDA415 IN EDICOLA
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Giorno per giorno nell'arte

Giorno per giorno nell'arte | 4 febbraio 2021

Un accordo tra Usa e Turchia che divide | Ritratto dei tre precedenti di Ministri della Cultura «tecnici» | Il Salvator Mundi non è tutto di Leonardo | La giornata in 14 notizie

Rovine della cattedrale medievale armena di Ani, nella Turchia orientale. Dallet-Alba/Alamy

L'accordo contro il traffico di antichità tra Usa e Turchia divide. È motivo di discussioni accese tra storici ed esperti un accodo stipulato tra Stati Uniti e Turchia per combattere il traffico illecito di antichità e altri beni culturali. I critici del documento sottolineano che il governo turco trascura il patrimonio culturale delle minoranze religiose. [The Art Newspaper]

I tre precedenti di Ministri della Cultura «tecnici».
Nei precedenti tre esecutivi tecnici della storia della Repubblica Italiana (guidati da Carlo Azeglio Ciampi nel 1993, da Lamberto Dini nel 1995 e da Mario Monti nel 2011) vennero nominati, rispettivamente, Alberto Ronchey, Antonio Paolucci e Lorenzo Ornaghi. Se ne ripercorre la carriera, con i loro successi e insuccessi. [AgCult]

Il Salvator Mundi non è tutto di Leonardo.
Il «Salvador Mundi» non sarebbe tutto di mano di Leonardo da Vinci secondo un paio di nuovi studi di cui dà notizia la nostra testata sorella internazionale, «The Art Newspaper». A leggere queste due elaborazioni, una delle quali di esperti del Louvre, il quadro fu concepito inizialmente come una testa e le spalle, mentre il braccio destro e la mano destra alzata in segno di benedizione vennero dipinti successivamente. [The Art Newspaper]

Un accordo tra Carmen Cervera e il Ministero della Cultura spagnolo. La baronessa Thyssen accenna ad alcuni dei termini del «patto» stipulato con il Ministero della Cultura spagnolo per la sua collezione d'arte e per questioni sue di lavoro e di residenza. [El País]

Lavori in corso per la Tour Eiffel: ritornerà «bionda». Durante questo periodo di lockdown, approfittando della mancanza di visitatori, il più celebre monumento parigino affronta un corposo restyling. Tra le novità, la «dama d'acciaio» cambierà colore, tornando all'originario «giallo bruno» che per lei volle Gustave Eiffel. [Ansa]

Le creazioni Memphis a Milton Keynes. A 40 anni di distanza le creazioni giocose e coloratissime del gruppo Memphis hanno ancora il potere di rallegrare e divertire. Ne sono state riunite oltre 150 in una mostra dal titolo «Memphis: Plastic Field» alla MK Gallery a Milton Keynes, in Gran Bretagna. [Il Sole 24 Ore]

La lingua d'oro serviva alle mummie per parlare ad Osiride. In Egitto sono emerse da alcuni scavi due mummie di epoca greco-romana con una particolare caratteristica: una «lingua d'oro». Si tratta di foglie d'oro a foggia di lingua messe in bocca alle salme per garantire la possibilità di parlare nell'Aldilà dinanzi al tribunale di Osiride. [Ansa]

I più visti online della National Gallery: Van Eyck, Holbein e Van Gogh. La National Gallery di Londra ha stilato un elenco di 20 opere più viste dai visitatori online del museo londinese durante il lungo lockdown, dal 19 marzo a oggi. In testa alla classifica il «Ritratto dei coniugi Arnolfini» di Van Eyck, seguito da «Gli ambaciatori» di Hans Holbein e da «I girasoli» di Vincent Van Gogh. [Ansa]

Angelina Jolie mette in vendita da Christie's un quadro di Winston Churchill. Il premier britannico aveva regalato l'opera (realizzato nel 1943 a Marrakesh) al presidente americano Roosevelt dopo che avevano contemplato insieme nella località marocchina un tramonto. Dopo una serie di passaggi di proprietà il quadro era entrato a far parte della collezione d’arte di Brad Pitt e Angelina Jolie. Ora, a cinque anni dal loro divorzio, l’attrice ha deciso di disfarsene. Si stima che valga 2,5 milioni di sterline. [Corriere della Sera]

Turchia: aperti il Palazzo Dolmabahçe a Istanbul e il Museo Statale di Arte e Scultura ad Ankara. Il Palazzo Dolmabahçe a Istanbul, che dal 2014 è stato trasformato in Museo della pittura, ha riaperto le sue sale con una grande cerimonia d'inaugurazione e con 553 opere esposte delle oltre 3mila della collezione. Ad Ankara, capitale amministrativa, anche il Museo statale di Arte e Scultura ha da poco riaperto al pubblico dopo un'importante ristrutturazione. [Ansa]

A Venezia per Carnevale riaprono Palazzo Ducale e Museo Correr. Il Palazzo Ducale e il Museo Correr a Venezia, riaprono per quattro giorni (11, 12, 15 e 16 febbraio) in coincidenza con il Carnevale (che quest'anno è «digitale»), dopo mesi di chiusura a causa della pandemia. [Ansa]

A Taipei un grattacielo a foggia di elica del Dna. È quasi pronto a Taipei il grattacielo a forma di Dna che ha la facoltà di assorbire il carbonio e di consumare pochissima energia. La spettacolare torre a spirale è stata progettata dall'architetto francese Vincent Callebaut. È ispirata a una filosofia che vede il mondo come una comunità. [La Stampa]

È online il catalogo delle opere d'arte del secondo piano della Farnesina. Dal primo febbraio è possibile scaricare dal sito il catalogo delle opere della Collezione Farnesina esposte al secondo piano del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. [Il Giornale dell'Arte]

Restituito a Pompei un frammento di antefissa. «50 anni fa ho asportato da un edificio di Pompei questo frammento. Me ne vergogno e lo restituisco al proprietario. Scusate!». Questo messaggio scritto, con allegato un frammento di antefissa, è stato mandato nei giorni scorsi a Pompei. Il direttore generale ad interim della Soprintendenza, Massimo Osanna, ha pubblicato la foto su Instagram, commentando: «A volte ritornano. Per posta, quasi settimanalmente». [Ansa]

Redazione, edizione online, 4 febbraio 2021

©RIPRODUZIONE RISERVATA
GDA415GDA 415 GDMostre
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012