Giorno per giorno nell'arte | 30 settembre 2020

Sabato prossimo entrerà in funzione il Mose? | Il crollo di una parte di un museo nazionale in Yemen | I 300 anni dalla nascita di Giambattista Piranesi | La giornata in 11 notizie

Redazione |

Sabato prossimo, per un'acqua alta di 140 cm, il Mose potrebbe entrare in funzione. Sabato 3 ottobre, per la prima volta, il Mose potrebbe essere chiuso in emergenza per proteggere la città dall’alta marea, un'acqua alta che si prevede possa arrivare a 140 cm. 78 paratoie potrebbero alzarsi (come è già successo tre volte, sebbene in condizioni meteo tranquille) per creare una barriera tra mare e laguna. [Corriere della Sera]

Nello Yemen una parte di un museo nazionale è crollata per le piogge. L'antico palazzo reale (e museo nazionale) di Taez, nel Sud dello Yemen, è crollato a causa delle piogge torrenziali. L'edificio era stato restaurato poco tempo fa. Secondo un fotografo dell'Afp (l'Agence France Presse), l'entrata principale, la facciata e diverse sale sono state distrutte. [Le Figaro

I 300 anni dalla nascita di Giambattista Piranesi. Il 4 ottobre cade la ricorrenza del terzo centenario dalla nascita di Giambattista Piranesi: per ricordare l'incisore e architetto si inaugureranno il prossimo mese diverse mostre. Da parte sua, l'Ordine di Malta sta organizzando con la Fondazione Marco Besso, che possiede la più ampia raccolta di incisioni dell'artista, una conferenza su di lui, che si svolgerà nella primavera del 2021 nella sua sede di governo, il complesso della Villa Magistrale a Roma, che comprende al suo interno la chiesa di Santa Maria in Aventino, la sua unica opera architettonica. [Ansa]

A Londra apre «Artemisia». Il 3 ottobre si inaugura alla National Gallery di Londra la mostra su Artemisia Gentileschi, intitolata semplicemente «Artemisia». L'esibizione, visitabile sino al 24 gennaio 2021 con obbligo di prenotazione via web per le misure di distanziamento sociale (introdotte dalla galleria dopo la riapertura di luglio), avrebbe dovuto aprire i battenti il 4 aprile, ma è stata rinviata a causa della pandemia. È curata da Letizia Treves e organizzata con la sponsorizzazione di Banca Intesa Sanpaolo e il supporto di Google Arts & Culture. [Ansa]

Il Beaubourg chiuderà per lavori nel 2023? Intervista di Valérie Duponchelle e Bertrand de Saint Vincent al presidente del Centre Pompidou Serge Lasvignes. Il celebre museo parigino subisce fortemente la crisi da Covid. A ciò si aggiunge la necessità di programmare un cantiere di lavori di ristrutturazione le cui modalità non sono ancora state definite. Si pone quindi la questione se chiudere il museo nel 2023. [Le Figaro]

Una sepoltura romana del II secolo d.C. restaurata a Cagliari. È stata restaurata a Cagliari la «Tomba dei pesci» (così chiamata perché una parte è decorata con tritoni e cavallucci marini in un fondale azzurro), una sepoltura del II secolo d.C.: era l'omaggio ai defunti di una nobile famiglia cagliaritana sotto l'impero di Adriano o forse di Antonino Pio. Dopo i lavori della Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Cagliari e le province di Oristano e Sud Sardegna, tutti potranno fare un salto indietro nella storia di quasi duemila anni. Vi si potrà però entrare uno alla volta. [Ansa]

Lee Friedlander e l'arte di fare magia con il quotidiano. A Madrid la Fundación Mapfre apre domani una grande retrospettiva dello statunitense 86enne Lee Friedlander, uno dei maggiori fotografi mondiali della seconda metà del XX secolo. [El País]

Pompei al cinema per tre giorni, accompagnati da Isabella Rossellini. In uscita al cinema solo il 9, 10, 11 novembre, «Pompei. Eros e Mito» è diretto dal poliedrico Pappi Corsicato. Prodotto da Sky, Ballandi e Nexo Digital, in collaborazione e con il contributo scientifico del Parco Archeologico di Pompei e con la partecipazione del Mann, Museo Archeologico Nazionale di Napoli, «Pompei. Eros e Mito» è un viaggio che ci guida indietro nel tempo di duemila anni. A condurre attraverso le strade di Pompei sarà una narratrice d’eccezione: Isabella Rossellini. [AgCult]

A Torino il laboratorio di restauro di Palazzo Carignano aperto al pubblico. Apre al pubblico il Laboratorio di restauro di Palazzo Carignano con l’iniziativa «Nel cuore del patrimonio»: venerdì 2, 9, 16 e 23 ottobre, visite guidate, su prenotazione, alle ore 11 e 16.30. Sono 8 appuntamenti con i restauratori, alla scoperta di una realtà poco nota al di fuori dei circuiti degli addetti ai lavori: un’opportunità che permette di approfondire l’importanza delle attività di cura e conservazione del patrimonio culturale. [AgCult]

I ruggenti Anni venti di scena a Mercanteinfiera. La mostra collaterale di Mercanteinfiera, la rassegna parmense che quest'anno si tiene dal 3 all'11 ottobre, è dedicata a «The Golden Twenties. Vita e moda del decennio de Les Années Folles», con, tra l'altro, abiti d’archivio provenienti dal Museo della seta di Como. [Corriere della Sera]

A Palermo riaprono Palazzo Mirto e l’Oratorio dei Bianchi. Ieri hanno riaperto al pubblico Palazzo Mirto e l’Oratorio dei Bianchi, nel cuore del centro storico di Palermo. Le due strutture, che negli scorsi mesi erano rimaste parzialmente visitabili, sono accessibili ora in totale sicurezza. L’accesso ai due luoghi, nel rispetto delle prescrizioni anticovid, dovrà avvenire dietro prenotazione attraverso una apposita app. [Palermotoday.it]

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Redazione
Altri articoli in GIORNO PER GIORNO NELL'ARTE