Giorno per giorno nell’arte | 30 novembre 2021

La Commissione Europea ha lanciato CulturEU | È nata Impresa Cultura Milano, associazione di Confcommercio | La situazione precaria degli artisti haitiani | Via ai restauri nella Cappella Santa Venera del Duomo di Acireale | La giornata in 19 notizie

Un frame di «Cosplay» (2004) di Cao Fei
Redazione |

La Commissione Europea ha lanciato CulturEU, uno sportello unico che annovera 75 opportunità di finanziamento provenienti da 21 diversi programmi dell’Ue. È una nuova guida interattiva per orientarsi tra tutte le opportunità di finanziamento disponibili per i settori culturali e creativi.

Il 29 novembre è nata Impresa Cultura Milano, associazione di Confcommercio che riunisce le realtà che operano nei settori della cultura, dello spettacolo, dell’intrattenimento e della creatività. «La spesa media mensile per famiglia su beni e servizi culturali oggi è ripresa, anche se i valori pre-Covid sono lontani da quelli precedenti», ha dichiarato Carlo Fontana, presidente della neonata associazione. La prima iniziativa è un corso di formazione superiore Its per manager culturale per lo sviluppo del territorio. [Confcommercio]

David D’Arcy ha fatto un giro tra gli artisti haitiani presenti ad Art Basel Miami Beach. Espongono nella fiera della Florida, ma in patria vivono una situazione di totale insicurezza. [The Art Newspaper]

Il 29 novembre la Regione Sicilia ha dato avvio ai lavori di restauro degli stucchi della Cappella Santa Venera, all’interno della Cattedrale di Acireale (Ct). L’intervento sarà realizzato dalla ditta Calvagna Restauri di San Gregorio di Catania e prevede la pulitura, la rimozione delle ridipinture, il consolidamento delle lesioni, l’integrazione delle lacune e la reintegrazione cromatica delle stuccature e delle dorature. I lavori dureranno cinque mesi. [Regione Sicilia]

La giornalista Francesca Pini intervista l’artista cinese Cao Fei, in occasione della sua prima personale italiana al MaXXI di Roma (che si inaugura il 16 dicembre). Cresciuta da due genitori artisti, Cao Fei appartiene a una fortunata generazione che ha goduto di una libertà espressiva senza precedenti. [Corriere della Sera]

Alla luce del peggioramento della situazione sanitaria in Europa e in Belgio, gli organizzatori hanno deciso di rinviare Brafa Art Fair, la fiera di Bruxelles prevista tra il 23 e il 30 gennaio, al 2023.

Il riallestimento del Museo Archeologico di Siviglia (che è chiuso da gennaio del 2020) inizierà nel 2022 per terminare nel 2025 (la riapertura avverrà nel 2026). L’architetto Guillermo Vázquez Consuegra con il suo progetto recupererà la luce naturale e aprirà le quattro logge dell’edificio per integrarle con la cornice circostante del parco di Maria Luisa. [El País]

In un articolo-appello, gli economisti della cultura Pier Luigi Sacco e Paolo Venturi chiedono alle istituzioni chiamate a definire la destinazione del Pnrr di adottare una visione culturale alta per le prossime strategie trasformative. [Il Sole 24 Ore]

Nella città preincaica di Cajamarquilla, situata a una quindicina di chilometri da Lima, è stata scoperta una mummia legata, databile da 800 a 1.200 anni fa. [Le Figaro]

La sezione tecnologica romana del Museo Archeologico Nazionale di Napoli aprirà al pubblico nell’autunno del 2022 e sarà ospitata nel cosiddetto Braccio Nuovo dell’Istituto. [Il Mattino]

Alberto Anaut, direttore e fondatore dell’impresa di gestione di progetti culturali spagnola La Fábrica, intende istituire un «Archivio di creatori», per immortalare la cultura creativa spagnola contemporanea in interviste anche di 10 ore con gli artisti e i creativi più importanti. [El País]

Sono stati presentati a Monterubbiano nelle Marche il restauro della tela «Il Battesimo di Cristo» di Martino Bonfini e la relativa pubblicazione a cura di Danila Mariotti e Lorenza Centanni. Il dipinto ha una storia particolare: ritrovato dopo essere stato rubato, è stato poi restaurato a cura della Confraternita del Santissimo Crocifisso. [Il Resto del Carlino]

Per il 2022 torna il Calendario Pirelli, dopo la sospensione a causa della pandemia di Covid-19. Rappresenta una bellezza superinclusiva e anche senza limiti di età, come dimostra la presenza di Cher, 75 anni. «La bellezza è nel talento» afferma Bryan Adams, musicista e autore degli scatti. Oltre a Cher sono stati ritratti Grimes, Jennifer Hudson, Normani, Rita Ora, Bohan Phoenix, Iggy Pop, St. Vincent, Kali Uchis e Saweetie. [La Stampa]

Una rassegna (con galleria fotografica) dei più importanti risultati recenti delle aste parigine all’Hôtel Drouot (che nel 2022 compirà 170 anni). Da un «San Pietro penitente» di Jusepe de Ribera a un’anatra di François-Xavier Lalanne, passando per una «Explosion lyrique» di Alberto Magnelli. [Il Sole 24 Ore]

Il 30 novembre con l’assegnazione del Premio Alessandro Marena si conclude la quarta edizione del progetto «The Upcoming Art», curato dall’Associazione Alessandro Marena, mostra collettiva che ha raccolto quest’anno 23 opere di artisti emergenti, allievi dell’Accademia Albertina di Belle Arti di Torino.

Da secoli i tarli attaccavano il Polittico di Ascoli Piceno, o di sant’Emidio, concluso da Carlo Crivelli nel 1473, ma sono finalmente stati debellati: il polittico su tre registri è rientrato nella Cattedrale dopo il restauro di Rossana Allegri, diretto da Pierluigi Moriconi della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Marche e finanziato da un anonimo. «I legni erano degradati da secolari attacchi di tarli ancora attivi all’avvio dell’intervento nel gennaio 2020, spiega Rossana Allegri. Le cornici, più volte rimaneggiate, parzialmente ridorate e appesantite da patine scure, sono state liberate dalle tante sovrapposizioni di materiali estranei. Le superfici pittoriche necessitavano di una leggera pulitura, maggiori criticità hanno riguardato l’asportazione degli accumuli tra i rilievi delle pastiglie e l’alleggerimento delle patine sui fondi oro e sulle dorature a missione. In origine gli intagli a traforo della cimasa e della predella erano schermati con carta rosa, in seguito sostituita da tele scure. Abbiamo riproposto i fondi di carta rosa». Sul supporto sono intervenuti Ciro Castelli e Letizia Tamberi. [Stefano Miliani]

Mostre che aprono
«Gestus», il progetto in due atti per il Teatrino di Palazzo Grassi a Venezia a cura di Video Sound Art, si ispira ai lavori teatrali d’inizio ’900 di Artaud, Copeau, Decrux e si concretizza in una collettiva in cui video, installazioni e performance focalizzano l’attenzione sul movimento del corpo nello spazio per generare utopie e spezzare automatismi. Dopo «Gestus I atto: Rifare il corpo» (che ha coinvolto Enrique Ramírez, Luca Trevisani, Caterina Gobbi e Andrea Di Lorenzo) dall’1 dicembre al 15 gennaio va in scena «Gestus II atto: il montaggio delle azioni». Aprono il programma Ludovica Carbotta e Benedetta Barzini, che portano in scena la performance «Su un cittadino al di sopra di ogni sospetto». Il 4 dicembre è la volta della danzatrice e coreografa Anna Maria Ajmone mentre a chiudere il 15 gennaio sarà Driant Zeneli con «In an attempt to get up», una riflessione sul volo di una libellula. [Veronica Rodenigo]

Addii
Il 29 novembre è morto a Malakoff (Hauts-de-Seine) all’età di 90 anni il pittore francese Bernard Rancillac, esponente di un’arte pop satirica e virulenta, figurativa e «politica». [Le Monde]

Il 28 novembre è mancata improvvisamente a Roma, a 80 anni di età, Silvana Balbi de Caro, già Direttore del Medagliere del Museo Nazionale Romano, oltre che titolare di numerosi altri incarichi in Italia e all’estero. [Cronaca Numismatica]

© Riproduzione riservata
Calendario Mostre
Altri articoli di Redazione