ARTEFIERA 970x90
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Giorno

Giorno per giorno nell'arte | 30 novembre 2020

Il budget 2021 per la cultura tedesca: 2,1 miliardi | Ristori quater anche per fiere e turismo | La Signora di Klimt torna alla Ricci Oddi | La giornata in 13 notizie

Una veduta della mostra «Le corps et l'âme», al Louvre

Il budget 2021 per la cultura tedesca, mai così ingente: 2,1 miliardi di euro. È stato approvato dal Parlamento tedesco il budget per la Cultura per il 2021. La cifra è la più alta della sua storia: 2,1 miiardi di euro. La cifra è destinata a preservare gli edifici museali di Berlino, rinnovare il teatro del Festival di Bayreuth, approfondire questioni di provenienza delle opere d'arte e garantire l'ingresso gratis al Museo Ebraico di Berlino. [The Art Newspaper]

Ristori quater: fondi a fiere, agenzie di viaggio e lavoratori del turismo.
Indennità una tantum di mille euro per gli stagionali del turismo, degli stabilimenti termali e dello spettacolo, 350 milioni per le fiere e i congressi, 90 milioni ai settori dello spettacolo e del cinema e altri 10 milioni per le agenzie di viaggio e i tour operator. È quanto previsto dal decreto legge «Ristori quater», approvato dal Consiglio dei Ministri. [AgCult]

Klimt torna esposto alla Ricci Oddi a Piacenza. Massimo Ferrari, presidente della Galleria d'Arte Moderna Ricci Oddi, ha annunciato ieri in streaming la ricollocazione del dipinto «Ritratto di signora» di Gustav Klimt dopo un'assenza di quasi 24 anni. [Ansa]

Le carte geografiche dell'Archivio di Stato di Genova sono online. Oltre 4mila mappe manoscritte provenienti da tre fondi dell'Archivio di Stato di Genova (Raccolta tipi disegni e mappe, Catasto napoleonico, Genio civile di Genova) sono state digitalizzate e sono visibili grazie al progetto «Topographia». [AgCult]

Grandi mecenati: Ernesto Poma. Dani Levinas incontra il collezionista salvadoregno Ernesto Poma, che fa parte del Fondo latinoamericano e caraibico del MoMA di New York e del Consiglio Globale del Mecenatismo di Art Basel. [El País]

La 44ma sessione del Comitato per il Patrimonio Unesco a Fuzhou, in Cina. Il Comitato per il Patrimonio Mondiale dell’Unesco ha deciso di fissare la sua 44ma sessione per giugno-luglio del 2021 a Fuzhou, in Cina. Le date esatte saranno stabilite in una fase successiva, fa sapere il Comitato che si sarebbe dovuto riunire, sempre in Cina, dal 29 giugno al 9 luglio di quest’anno. [AgCult]

Dal 4 dicembre il Polittico Griffoni visitabile online. La mostra «La riscoperta di un capolavoro», con la quale «Genus Bononiae - Musei nella città» ha riportato a Bologna le 16 tavole del Polittico Griffoni riapre dal 4 dicembre le porte ai visitatori attraverso un'esperienza digital sul sito. [Ansa]

Una visita virtuale alla mostra su «Il corpo e l'anima» al Louvre. Figaro Live e «Le Figaro Hors-Série» propongono una visita virtuale alla mostra «Il corpo e l'anima, da Donatello a Michelangelo. Sculture del Rinascimento italiano» con Marc Bormand, «commissaire» dell'esposizione. [Le Figaro]

Testimonianze picene a Sirolo (An). A Sirolo (An) è stata rinvenuta una tomba gentilizia a inumazione di età picena (seconda metà del VI secolo a.C.) durante recenti indagini di archeologia preventiva eseguiti dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Marche. [Ansa]

Il mercato degli Old Master Paintings in cifre. Maria Adelaide Marchesoni scorre tutti gli eventi londinesi di mercato della pittura antica e dell'Ottocento, tra appuntamenti fieristici online e vendite all'asta di settore. [Il Sole 24 Ore]

Un documentario su Pino Pascali è il miglior film nella sezione Italiana.doc al Torino Film Festival. «Pino», un documentario di Walter Fasano dedicato a Pino Pascali (1935-68), ha vinto il premio come «miglior film» nella sezione Italiana.doc, riservata ai documentari prodotti in Italia, alla 38ma edizione del Torino Film Festival. [Il Giornale dell'Arte]

Carlo Lauberg, eclettico scienziato nella Napoli del Settecento. Elisa Rampone Chinni e Mario Rovinelli nel loro saggio Scienza e politica, Carlo Lauberg alle porte della modernità ripercorrono la vita e le vicende di questa eclettica figura di politico sette-ottocentesco (1762-1834) che scoprì il chinino. [Il Sole 24 Ore]

Una mostra di Gaetano Pesce a Pechino. Gaetano Pesce sbarca in Cina nella mostra «Gaetano in China», dal 21 novembre al 30 dicembre in presenza alla Gallery Room 6x8 di Pechino, e online sul web. [la Repubblica]

Redazione, edizione online, 30 novembre 2020

©RIPRODUZIONE RISERVATA
GDA413GDA413 VERNISSAGEGDA413 GDECONOMIAGDA413 GDMOSTRE
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012