Giorno per giorno nell'arte | 30 aprile 2021

La mano del colosso di Costantino ricomposta ai Capitolini | Il piano quinquennale della National Gallery | I musei francesi riaprono il 19 maggio | La giornata in 16 notizie

La Sala del Trono della Reggia di Caserta. Gli Appartamenti reali riaprono al pubblico il primo maggio
Redazione |

È arrivata in mostra al pubblico ai Musei Capitolini di Roma la mano del colosso bronzeo di Costantino dei Musei Capitolini ricomposta con il frammento del dito proveniente dal Museo del Louvre (facente parte della collezione Campana). La mano è esposta nell'Esedra del Marco Aurelio. [Ansa]

In vista del suo 200mo compleanno nel 2024 la National Gallery di Londra ha pubblicato il suo Piano Strategico 2021-26. Si tratta di investimenti, iniziative e progetti riuniti sotto il nome di «NG200». Tra le proposte, un aumento delle attività digitali, una maggiore presenza sui social, una rifunzionalizzazione degli spazi interni ed esterni e l'istituzione di un Centro di ricerca «fisico e digitale». Il museo londinese ha anche annunciato che la tela «Il trionfo di Sileno», finora considerata una copia, può invece essere attribuita pienamente a Nicolas Poussin. La National Gallery ora, detenendo 14 opere autografe del pittore francese, è una delle principali collezioni mondiali di dipinti dell'artista. [Ansa]

I musei francesi riaprono le porte ai visitatori il 19 maggio. Il presidente francese Emmanuel Macron presenta il calendario dettagliato del «déconfinement» il 30 aprile. [SortiraParis]

Il 29 aprile il Senato italiano ha approvato, con 168 voti favorevoli, nessuno contrario e 26 astenuti, il decreto legge in materia di trasporti e traffico crocieristico nella laguna di Venezia. Il provvedimento passa ora alla Camera. [AgCult]

Cambio della guardia alla presidenza del board del MoMA di New York: a Leon Black, che ha rinunciato alla riconferma per i suoi legami poco chiari con il finanziere pedofilo Jeffrey Epstein, succede Marie-Josée Kravis, finora presidente emerita, terza moglie del finanziere e collezionista Henry Kravis. Ma i malumori degli attivisti di StrikeMoMA, un movimento di opinione critico con le ultime decisione del museo newyorkese, non sembrano cessare. [Ansa]

Sono stati riaperti i termini per la presentazione delle domande per il ristoro delle perdite subite dagli organizzatori di mostre, termini chiusi lo scorso 28 dicembre. Questo permetterà agli operatori nel settore delle mostre che non siano stati in attività nel 2019 di presentare domanda entro il 10 maggio. [AgCult]

È stata scoperta in Polonia la prima mummia egizia conosciuta di una donna incinta: è del I secolo d.C. La ricerca del Warsaw Mummy Project verte su alcune mummie egizie umane e animali nelle collezioni del Museo Nazionale della capitale polacca. Al progetto cooperano i Carabinieri italiani, specializzati nell’analisi dattiloscopica di impronte digitali, palmari e plantari. [Corriere della Sera]

Il ministero della Cultura spagnolo annuncia l'investimento di  un milione di euro per la riqualificazione del castrum romano di Sagunto, finora trascurato, con l'installazione di segnaletica in un monumento nazionale il cui Centro per i visitatori è chiuso da 11 anni. [El País]

Dal 29 aprile fino alla fine di luglio ai centri vaccinali del Piemonte si aggiunge anche quello di Rivoli all’interno di alcuni spazi del Museo di Arte Contemporanea, il primo in Italia ad ospitare medici e infermieri per effettuare i cicli di immunizzazione contro il Covid-19. [AgCult]

Riaperture

Il 27 aprile ha riaperto a Montevarchi (Ar), nel Palazzo del Podestà, la mostra su Ottone Rosai: «Rosai, capolavori tra le due guerre (1918-1939)»

Il 30 aprile a Forlì, ai Musei di S. Domenico, riapre «Dante. La visione dell'arte», che rimarrà accessibile al pubblico fino all'11 luglio. Esposte 300 opere tra dipinti, sculture, disegni, manoscritti, illustrazioni. L'allestimento è organizzato dalla Cassa di Risparmio di Forlì e dalle Gallerie degli Uffizi. [Ansa]

Il 30 aprile a Torino riapre il Museo Ettore Fico, con quattro mostre: Massimo Vitali, «Costellazioni umane»; Reinas (Zaza Calzia, Maria Lai, Lala Lussu e Rosanna Rossi); Nebojsa Despotovic, «The Golden Harp» e John Torreano.

Il 30 aprile riaprono alle visite il Castello di Edimburgo e i siti storici scozzesi. [Le Figaro]

Il primo maggio riaprono gli Appartamenti Reali della Reggia di Caserta. Dopo il Parco Reale e il Giardino Inglese, già accessibili dal 26 aprile, il Museo è pronto ad accogliere i suoi visitatori anche al piano nobile del Palazzo.

Il primo maggio riapre al pubblico la Torre di Pisa con tutti i monumenti di Piazza dei Miracoli.

Il primo maggio la Soprintendenza Speciale di Roma riapre al pubblico le Terme di Caracalla, la Villa di Livia e l’Arco di Malborghetto.

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Redazione
Altri articoli in GIORNO PER GIORNO NELL'ARTE