Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 3 ottobre 2019

La Fondazione Masaveu Peterson | Il Prado non presta al Louvre | La scomparsa di Wim Crouwel | La giornata in 10 notizie

Veduta di una delle sale della Fondazione Masaveu a Madrid. Foto: Fondazione Masaveu

Un'inaugurazione regale. È stato il re di Spagna in persona a inaugurare ieri a Madrid la nuova sede della Fondazione María Cristina Masaveu Peterson, che ha una delle più importanti collezioni d'arte del paese. La mostra inaugurale è dedicata alla pittura spagnola dell'800, con 117 opere da Goya al modernismo, 80 delle quali provengono appunto dalla Colección Masaveu. [El País]

Il Prado nega un prestito al Louvre. Dalla prima grande retrospettiva francese dedicata a El Greco mancheranno tre importanti opere che il Museo del Prado di Madrid si è rifiutato di concedere in prestito. Per la mostra, organizzata dal Museo del Louvre e dal Grand Palais, arriveranno in Francia 73 opere da istituzioni di diversi paesi, ma non «Fuga in Egitto» (1570), «La Trinità» (1577), e «Una favola» (1580). La motivazione ufficiale è che sono opere indispensabili per festeggiare il 200mo anniversario del museo madrileno, che ricorre proprio quest'anno. [El País]

Addio a Wim Crouwel, l'uomo che ha disegnato l'Olanda. È scomparso il 19 settembre a 90 anni Wim Crouwel, influente graphic designer olandese, fondatore nel 1963, assieme al collega Benno Wissing e al designer di mobili Frisio Kramer, dello studio «Total Design». Oltre all'invenzione dei caratteri tipografici «Gridnik» e «New Alphabet», il suo studio ha disegnato francobolli, segnaletica stradale, banche, un aeroporto e due decenni di manifesti per lo Stedelijk Museum di Amsterdam. È stato anche insegnante all'Università Tecnica di di Delft e, dal 1985 al 1993, direttore del Museo Boijmans-van Beuningen a Rotterdam. [The Guardian]

Architette sugli scudi. Lo studio di architettura Grafton di Dublino, guidato da Yvonne Farrell e Shelley McNamara, è stato premiato con la medaglia d'oro 2020 del Royal Institute of British Architecture, il più importante premio per l'architettura del Regno Unito. È solo la seconda volta, nei 172 anni di storia del premio, che viene assegnato a delle donne, dopo la vittoria di Zaha Hadid nel 2016. [The Guardian]

Restauro e nuova interpretazione del «Frammento Vaticano» di Giotto. Questo fine settimana l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze presenta al pubblico il restauro compiuto sul «Frammento Vaticano» di Giotto, risalente all’inizio del XIV secolo e proviene dalla parete interna dell’antica Basilica di San Pietro a Roma, demolita nel 1610. Tradizionalmente identificate con i santi Pietro e Paolo, grazie ai dati iconografici emersi durante i lavori le figure rappresentate sembrano piuttosto essere un vescovo e un diacono, celebrati per la loro santificazione. [il Giornale]

Visioni di una rivolta. Un servizio di due pagine prende in esame l'iconografia messa in campo dai manifestanti cinesi durante le loro recenti proteste contro il Governo a Hong Kong. Dalla «Libertà che guida il Popolo» di Delacroix a «Star Wars» (e nonostante le censure esistenti su internet), l'immaginario giovanile cinese è sempre più occidentalizzato. [Le Monde]

Ancora più di due anni per la seconda grotta di Cosquer. Comunicata la data di apertura al pubblico della replica della grotta di Cosquer, costruita seguendo fedelmente l'originale nei pressi del MuCEM di Marsiglia. Via libera ai visitatori a partire da giugno del 2022. [Le Monde]

La reliquia del santo patrono. Gli ultimi studi sulla tunica di San Francesco, conservata nella Basilica inferiore di Assisi, hanno permesso di stabilire che ben 19 delle 31 toppe che la compongono hanno la medesima provenienza, con ogni probabilità il mantello di Santa Chiara (a sua volta esposto in città, nella chiesa a lei dedicata). [Corriere della Sera]

Per far conoscere Nîmes ai francesi (e all'Unesco). Nonostante la sua spettacolare arena e tutte le altre vestigia romane in buona salute che si possono incontrare nel suo centro storico, Nîmes non è ancora stata inserita nelle liste Unesco. Un nuovo documentario didattico firmato dal regista Raphaël Rouyer prova a rilanciare l'immagine della città. [Le Figaro]

Auguri e ringraziamenti per Annie Leibovitz. Con alcuni suoi scatti ha saputo trattare importanti argomenti di carattere sociale a partire da immagini di personaggi famosi: da John Lennon a Mick Jagger, da Whoopi Goldberg a Demi Moore, diverse sue fotografie sono entrate nell'immaginario collettivo del XX secolo. Compie 70 anni la fotografa Annie Leibovitz. [Frankfurter AZ]

Redazione, edizione online, 3 ottobre 2019


Ricerca


GDA ottobre 2019

Vernissage ottobre 2019

Il Giornale delle Mostre online ottobre 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Canton Ticino 2019

Vedere in Emilia Romagna 2019

Vedere a Firenze 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012