Giorno per giorno nell'arte | 3 novembre 2020

Musei chiusi con il prossimo Dpcm | Il significato delle elezioni Usa per il mondo dell'arte | Uffizi pronti sia alla chiusura, sia a rimanere aperti | La giornata in 11 notizie

Redazione |

Musei chiusi con il prossimo Dpcm. La «strettina» annunciata dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte in Parlamento riguarderà tutte le regioni che hanno un rischio «moderato». Per il momento sono classificate così Abruzzo, Basilicata, Emilia-Romagna, Friuli Venezia-Giulia, Lazio, Marche, Molise, Trento, Sardegna, Toscana e Umbria. Chiuderanno i battenti anche i musei e le mostre. [La Stampa]

Che significato hanno le elezioni americane per il mondo dell'arte. «The Art Newspaper», la nostra testata internazionale sorella, guarda alle questioni culturali interessate dal risultato delle elezioni americane di questa notte. [The Art Newspaper]

Uffizi pronti sia alla chiusura, sia a rimanere aperti.
«Agli Uffizi siamo pronti ad entrambe le ipotesi: possiamo chiudere in qualsiasi momento e abbiamo preparato le carte sia per la chiusura, sia per rimanere aperti. Adesso non sappiamo ancora quando è prevista la probabile chiusura dei musei, quindi oggi inauguriamo la mostra dedicata alle donne dell'età imperiale». È quanto ha detto Eike Schmidt, il direttore delle Gallerie degli Uffizi, in occasione della presentazione di «Imperatrici, matrone, liberte. Volti e segreti delle donne romane», una mostra dedicata alle donne dell'antica Roma, inaugurata ieri e accessibile (Dpcm permettendo) fino al 14 febbraio 2021. [Ansa]

Dal dl ristori altri 400 milioni per agenzie di viaggio e guide turistiche. «Grazie ai fondi stanziati dal decreto legge Ristori, altri 380 milioni di euro andranno alle agenzie di viaggio e ai tour operator, mentre 20 milioni verranno destinati al sostegno delle guide e degli accompagnatori turistici». Lo ha annunciato ieri il ministro Dario Franceschini. [AgCult]

Due borse di studio al parco di Paestum e Velia. Il Parco archeologico di Paestum e Velia ha messo a bando l’attribuzione di due borse di studio per svolgere attività di studio, analisi e documentazione dei reperti archeologici a supporto delle attività di ricerca, catalogo ed edizione dell’istituto. Le domande di partecipazione possono arrivare fino al 7 dicembre. [AgCult]

Grayson Perry sotto accusa dopo dichiarazioni imprudenti. L'artista inglese Grayson Perry, che nei giorni scorsi aveva dichiarato che la pandemia da Covid-19 se non altro avrebbe ripulito le gallerie dai «rami secchi», ora è accusato di vivere fuori dal mondo, nei giorni in cui centinaia di gallerie e musei internazionali stanno procedendo al taglio del personale. [The Guardian]

Il Museo Egizio di Milano ritorna al Castello Sforzesco. Con 1,3 milioni di euro messi a disposizione dalla Fondazione Cariplo i lavori per il museo egizio di Milano dovrebbero ripartire il prossimo luglio, con il progetto di allestimento dell'architetto Markus Scherer e quello illuminotecnico dell'ingegner Pietro Palladino. [Corriere della Sera]

Il collezionismo di paraventi antichi. In Giappone venivano usati come tele per dipingere. In Cina erano doni diplomatici o strumenti rituali. Oggi i paraventi antichi sono beni d'investimento: lo rivelano le cifre raggiunte in asta. [Il Sole 24 Ore]

Un effetto del turismo azzerato: gli hotel spagnoli a prezzo di saldo. In Spagna solo un terzo degli hotel sono rimasti aperti nell'estate del coronavirus, con un tasso di occupazione del 33%. Ora ci sono in vendita migliaia di alberghi a prezzi stracciati. [la Repubblica]

Riqualificazione per l'area esterna di Piazza Armerina. L’area esterna alla Villa romana del Casale di Piazza Armerina verrà totalmente riqualificata e migliorata grazie a un finanziamento di 2.136.358,94 euro dell’Assessorato dei Beni Culturali della Regione Sicilia, ottenuto grazie ai Fondi Poc 2014/2020. [AgCult]

Cinque proposte di tour virtuali a Lisbona.
In epoca di lockdown «light» tornano di moda i tour virtuali. Ecco una proposta su Lisbona, con cinque mete. Con Google Arts & Culture si va al Palazzo Nazionale di Mafra, gioiello barocco con il Palazzo Reale, la basilica, il convento e il parco. Si prosegue con il Museo Calouste Gulbenkian, che raduna opere d'arte dall'antichità ai giorni nostri; poi al Museo Nazionale delle Carrozze, il più visitato di tutto il Portogallo, per passare al Museo Nazionale dell'Azulejo, ospitato da un convento cinquecentesco, per terminare con il Museo Nazionale di Storia Naturale e di Scienza. [Ansa]

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Redazione
Altri articoli in GIORNO PER GIORNO NELL'ARTE