Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Giorno per giorno nell’arte

Giorno per giorno nell'arte | 29 maggio 2020

Il Louvre riapre il 6 luglio | La Porta Aurea di Paestum | La Commissione Europea delude il mondo dell'arte | Secondo lockdown in Corea del Sud | La giornata in 20 notizie

Il Louvre

Il Louvre, tra i primi musei parigini a chiudere per l'emergenza sanitaria, il 13 marzo scorso, si prepara a riaprire le porte ai visitatori il 6 luglio. La Francia, uscita dal lockdown l'11 maggio scorso, data in cui hanno potuto riaprire le gallerie d'arte e i «piccoli musei», entra infatti dal 2 giugno in una nuova fase per la ripartenza, che prevede via via anche la riapertura dei «grandi musei». Un comunicato di oggi del ministero francese della Cultura ha annunciato anche la riapertura del Musée d'Orsay il 23 giugno e del Centre Pompidou il primo luglio. Si potrà invece tornare alla reggia di Versailles già dal 6 giugno. [Luana De Micco per Il Giornale dell'Arte]

A Paestum riemergono i resti di Porta Aurea. Nei pressi di Porta Aurea, l'accesso nord della città antica di Paestum (Sa), sono riemersi parte della pavimentazione e blocchi in calcare locale di uno dei due pilastri su cui poggiava l'arco della porta. La scoperta è stata effettuata nella mattina del 28 maggio nel corso di lavori pubblici per il rifacimento della linea elettrica. Immediato il sopralluogo degli archeologi della Soprintendenza che hanno rivisto il progetto iniziale per far luce su questa porzione delle mura, finora sconosciute se non da vecchie piante dell'Ottocento. [Ansa]

La Commissione Europea è una delusione per il popolo dell'arte. Gli addetti ai lavori del mondo dell'arte esortano la Commissione Europea a ripensare gli stanziamenti «fortemente deludenti» per la Cultura nel suo nuovo piano di rifinanziamento da 750 miliardi di euro. [artnet.com]

Secondo lockdown per musei e gallerie sudcoreane. A Seul una seconda ondata del coronavirus ha indotto i musei e le gallerie private della città a chiudere di nuovo per un secondo lockdown. [artnet.com]

La nuova sfida per i musei: diffusione e connessione. Per la rinascita delle realtà urbane e per non perdere i rapporti con il pubblico occorre istituire una relazione fra queste istituzioni e i cittadini attraverso modalità inedite. Dedicando alla cultura parte delle nostre piazze, per esempio. [Corriere della Sera]

L'endorsement di Dolce e Gabbana per Polizzi Generosa. Domenico Dolce invita i cittadini del suo paese d’origine, in provincia di Palermo, a votare per il concorso online «Luogo del cuore», organizzato dal Fai (Fondo Ambiente Italiano). [La Stampa]

Le reazioni alla proposta di Eike Schmidt. Non si sono fatte attendere le reazioni degli addetti ai lavori alla proposta di Eike Schmidt di restituire le opere d'arte alle chiese per le quali furono realizzate. Per Timothy Verdon, storico dell'arte e responsabile dell'ufficio diocesano dell'Arte sacra, si tratta di una «provocazione estremamente positiva», ma poco realizzabile; per l'arcivescovo di Firenze, cardinale Giuseppe Betori «la proposta in sé merita attenzione e plauso», ma «ogni caso andrebbe valutato singolarmente». Positivo anche il giudizio della vicepresidente della Regione Toscana Monica Barni, che ha parlato di idea di «grande interesse e intelligenza» e anche «in sintonia con un orientamento che la Regione ha sempre avuto ben chiaro: la chiave è valorizzare i presidi della cultura diffusa nel territorio». [Il Sole 24 Ore]

Nasce l'Osservatorio Cultura della Campania. È stato istituito l’Osservatorio cultura della Campania, uno strumento di ascolto e di monitoraggio individuato dalla Regione Campania e da Scabec, società in house per la valorizzazione del patrimonio culturale regionale. Umberto Croppi, direttore di FederCulture, è stato chiamato a presiedere e a coordinare i lavori dell’Osservatorio. [Il Giornale dell'Arte]

Si sta lavorando per la riapertura di San Marco a Venezia. A tappe forzate si sta lavorando a Venezia per riaprire al pubblico, almeno parzialmente, la basilica e il campanile di San Marco. Lo annuncia Carlo Alberto Tesserin, procuratore di San Marco, sottolineando che al momento non c'è una data: si punta alla prossima settimana, perché «tutto dipende dalla conclusione di almeno una parte dei lavori su marmi e mosaici danneggiati dall'acqua alta eccezionale del novembre scorso». [Ansa]

Un viaggio virtuale in un castello francese delle fate. Da oggi è possibile effettuare video-visite virtuali al castello di Haut-Koenigsbourg, fortezza fondata nel XII secolo, ma soprattutto pastiche neoromantico della Belle Epoque. [Le Figaro]

La ripresa delle gallerie private di Madrid. Gli spazi privati madrileni tornano ad aprire le porte, riprendendo le mostre interrotte e cercando soluzioni al disastro economico in arrivo. [El País]

Riaperture


A Torino Palazzo e Armeria Reale, Cappella della Sindone e Museo di Antichità. Riaprono il 2 giugno il Palazzo e l'Armeria Reale, la Cappella della Sindone, il primo piano della Galleria Sabauda e il settore Torino del Museo di Antichità (biglietteria unica in piazzetta Reale, ma.-do. 9-18; biglietto acquistabile anche online). I Musei Reali si possono visitare con l’ausilio della nuova piattaforma «È Reale» e con quello dell’app «Mrt» che funge anche da audioguida.

Il Museo Nazionale del Cinema. Il Museo Nazionale del Cinema riapre il 2 giugno, dalle 9 alle 20, in contemporanea a molti musei torinesi dopo la sosta forzata del lockdown. Un’apertura straordinaria, che proseguirà il venerdì, il sabato e la domenica, sempre con orario 9-20. L’ingresso al Museo è possibile esclusivamente con biglietto preacquistato online. [Il Giornale dell'Arte]

A Milano Palazzo Reale. Dopo due mesi e mezzo di chiusura a causa del lockdown, ieri hanno riaperto le mostre di Palazzo Reale a Milano. Per accedere al museo è obbligatoria la prenotazione online, possibile fino a un’ora prima dalla visita. [la Repubblica]

Il Duomo.
A Milano il complesso monumentale del Duomo, che comprende la cattedrale e il Museo, riapre oggi 29 maggio dopo l’emergenza Coronavirus. Sono così di nuovo visitabili l'interno dell’edificio, l’area archeologica tra le fondamenta del Battistero di San Giovanni alle fonti e le terrazze con la splendida vista della città. [Corriere della Sera - Vivimilano]

A Firenze Palazzo Davanzati e il Museo delle Cappelle Medicee. Il 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica, riapriranno le porte del Museo di Palazzo Davanzati e del Museo delle Cappelle Medicee. In particolare, a Palazzo Davanzati la mostra dedicata a «Bellezza e nobili ornamenti nella moda e nell’arredo del Seicento» è stata eccezionalmente prorogata fino al 28 giugno. Il Museo Nazionale del Bargello, invece, riaprirà al pubblico il prossimo 4 agosto con nuovi percorsi. La visita nei musei avverrà seguendo alcune regole pensate per garantire la visita in sicurezza. [Il Giornale dell'Arte]

La Torre di Pisa. Il celebre monumento di piazza dei Miracoli riapre alle visite del pubblico dal 30 maggio, con orario 10-18. «Sarà consentito l'accesso esattamente come prima del lockdown ma solo con una riduzione del numero di persone per ciascun gruppo, che passano da 35 a 15», ha dichiarato Gianluca De Felice, segretario dell'Opera primaziale pisana che sovrintende ai monumenti di piazza dei Miracoli. [Ansa]

A Roma tutti i musei civici. Dal 2 giugno riaprono al pubblico tutti gli spazi del Sistema Musei in Comune di Roma Capitale. Dopo i Musei Capitolini e il Museo di Roma a Palazzo Braschi, lo scorso 19 maggio, riaprono anche Museo dell’Ara Pacis, Mercati di Traiano - Museo dei Fori Imperiali, Centrale Montemartini, Museo di Roma in Trastevere, Galleria d’Arte Moderna, Musei di Villa Torlonia, Museo Civico di Zoologia, Museo Carlo Bilotti - Aranciera di Villa Borghese, Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco, Museo Napoleonico, Museo Pietro Canonica, Museo della Repubblica Romana e della memoria garibaldina, Museo di Casal de’ Pazzi, Museo delle Mura. Dalla stessa data, saranno nuovamente visitabili le aree archeologiche dei Fori Imperiali, dalle 08.30 alle 19.15 (ultimo ingresso 18.15) e del Circo Massimo, dalle 9.30 alle 19.00 (ultimo ingresso 18.00). [Il Giornale dell'Arte]

Il parco della Reggia di Caserta (e la Reggia). Le visite al Parco della Reggia di Caserta e ai suoi 123 ettari ripartono il 2 giugno. Riaprono anche i Giardini Inglesi. È prevista la prenotazione obbligatoria on line e ingressi contingentati per fascia oraria. Inizialmente verrà garantito l'accesso a un massimo di 30 persone ogni 15 minuti. Dal 17 giugno saranno aperti anche gli Appartamenti Reali. [La Stampa]

I musei e i siti siciliani.
Dal 30 maggio a domenica 7 giugno i musei e le aree archeologiche dell'Isola apriranno gratuitamente. Per evitare code agli ingressi, è obbligatorio prenotarsi online in anticipo. [Il Giornale di Sicilia]

Tutti i musei di Francia dal 2 giugno potranno riaprire. Lo ha annunciato ieri sera il primo ministro francese Édouard Philippe: nel quadro della fase 2 della quarantena, in Francia dal 2 giugno tutti i musei francesi potranno riaprire le porte. Sarà obbligatorio indossare la mascherina e dovranno essere osservate le regole di distanziamento fisico. [Rtl]

Redazione, edizione online, 29 maggio 2020


  • Una veduta di Paestum. Foto tratta da Wikipedia. Foto: Oliver Bonjoch | CC BY SA 3.0

GDA409 Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vernissage Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale di Economia Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale delle Mostre Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere in Emilia Romagna Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere nelle Marche Luglio-Agosto 2020

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012