Giorno per giorno nell'arte | 28 settembre 2021

Le direttive sulle aperture del Cts | 1,78 miliardi di euro per l'Aquila | A Perugia si restaurerà l'Adorazione dei Pastori del Perugino | La giornata in 15 notizie

L'«Adorazione dei Pastori» di Perugino
Redazione |

Sono arrivate nella serata del 27 settembre, al termine di una riunione durata quasi tre ore, le attese direttive sulle aperture del Cts per la cultura, lo sport e lo spettacolo: la capienza negli stadi e nei luoghi all'aperto può passare dall'attuale 50% al 75%; nei palazzetti e nei luoghi al chiuso si sale al 50% dall'attuale 25%. Per quanto riguarda cinema, teatri e sale concerti si passa al 100% all'aperto ed all'80% al chiuso. Nessuna restrizione per i musei. Tutti dovranno essere ovviamente muniti di Green pass. Ora tocca al Governo decidere in che modi e tempi tradurre le indicazioni degli esperti in un provvedimento di legge. Il Consiglio dei ministri dovrebbe riunirsi già mercoledì. [Ansa]

«Il terremoto del 2009 ha causato una perdita stimata in oltre 200 milioni di euro all’anno. L’11% circa del valore aggiunto complessivo dell’area, a cui si sono aggiunti i danni della pandemia. Il tessuto sociale e produttivo dell’Abruzzo è rimasto vivo nonostante le tragedie e le difficoltà. Dobbiamo continuare a sostenerlo». Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi il 28 settembre all'inaugurazione del Parco della Memoria all'Aquila. «Il governo ha deciso di destinare un’apposita linea di investimento del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza ai territori del Centro Italia colpiti dai terremoti del 2009, 2016 e 2017. Questo pacchetto ha un valore di 1,78 miliardi di euro e finanzia la ricostruzione sicura e sostenibile, il recupero ambientale, e iniziative a sostegno di cittadini e imprese», ha proseguito. [La Stampa]

È stato annunciato il 27 settembre l'avvio nei prossimi mesi, alla Galleria Nazionale dell'Umbria a Perugia (nella Sala dell'Orologio), del restauro dell’«Adorazione dei Pastori», un affresco di Pietro Vannucci detto il Perugino (1450 ca-1523), promosso da Fondaco Italia e sostenuto da Banca Generali Private. L’opera proviene da una delle cappelle esterne della chiesa di San Francesco al Monte di Perugia. Nel 1856 il murale fu sottoposto all’intervento di strappo. Nel 1863 giunse nella Pinacoteca Civica di Perugia, poi Galleria Nazionale dell’Umbria, dove tutt’ora è conservato. [Il Giornale dell'Arte]

Il primo ottobre si svolgerà a Roma, nella Sala Dante dell’Istituto Centrale per la Grafica, il convegno «2011-2021: dieci anni di riforma dell’insegnamento del restauro». Lo ha comunicato la Direzione generale Educazione, ricerca e istituti culturali del Ministero della Cultura. [AgCult]

La Monna Lisa del Prado, considerata fino a un decennio fa una delle tante copie del capolavoro di Leonardo, è poi stata rivalutata: gli studi e le analisi del 2012 hanno rivelato che si tratta della prima copia di cui si ha notizia. Oggi il dipinto a Madrid è oggetto di una mostra monografica. [Il Giornale dell'Arte]

Dal 4 al 10 ottobre tornano a Genova i «Rolli Days», che, come tutti gli anni, apriranno a turisti e residenti i palazzi delle famiglie genovesi, riconosciuti nel 2006 Patrimonio dell'Umanità Unesco, quest'anno con tre dimore in più: Palazzo Squarciafico, in piazzetta Invrea, Palazzo Sinibaldo Fieschi su Piazza San Lorenzo e Villa Centurione Musso Piantelli a Marassi. [Ansa]

È stato pubblicato sul sito del MiC l'avviso relativo alla disponibilità di 28 incarichi di funzione dirigenziale di livello non generale in varie Direzioni generali. Si tratta della Dg Archeologia, belle arti e paesaggio, Dg Creatività contemporanea, Dg Educazione, ricerca e istituti culturali, Dg Musei, Dg Sicurezza del patrimonio culturale, Dg Spettacolo e Dg Biblioteche e diritto d'autore. Le istanze di conferimento dovranno pervenire entro le ore 23.59 del 04 ottobre 2021. [Ministero della Cultura]

È stata l'intelligenza artificiale della ditta specializzata svizzera Art Recognition a stabilire che un dipinto della National Gallery di Londra, «Sansone e Dalila», finora attribuito a Pieter Paul Rubens, non è autentico. [ArtNews]

Con Javier Arroyo Massimo Osanna ripercorre le tappe della sua carriera a partire dal 2014, il giorno in cui si trovava nella biblioteca di Palazzo Farnese a Roma e ricevette una telefonata dalla segreteria del Ministro della Cultura, in cui gli si propose la direzione del parco archeologico di Pompei. [El País]

Oltre 50 monete d'oro dell’impero di Valentiniano I, Valentiniano II, Teodosio I, Arcadio e Onorio sono state trovate il 21 settembre sul fondale marino dell’isola di Portitxol de Xàbia, in Spagna. Le monete sono perfettamente conservate e sono state scoperte per caso da due sub, Luis Lens e César Gimeno, durante un’immersione. «Si tratta di una delle più grandi serie di monete d'oro romane trovate in Spagna e in Europa», ha dichiarato Jaime Molina, il capo del team di archeologi subacquei dell'Università di Alicante che lavora sul posto. [La Stampa]

Quattro team di architetti sono attualmente in competizione a Parigi per ripensare le aree circostanti la Cattedrale di Notre-Dame. Si tratta di un areale di 4 ettari. Una prima presentazione dei progetti avrà luogo nel gennaio del 2022. [Le Monde]

Suscita polemiche la messa in vendita all'asta a Parigi il prossimo aprile, dal commissaire-priseur Christophe Lucien, di due bassorilievi ottocenteschi provenienti dalle Halles Baltard, che furono per un secolo l'epicentro del commercio parigino. I due oggetti, ritrovati in una casa della Valle della Marna, sono testimoni di una Parigi perduta, ma resa immortale da Emile Zola. [Le Figaro]

La cava di argilla di Marsiglia, una delle poche testimonianze dell'antica colonia greca nel centro del Mediterraneo, per la sua conservazione potrebbe essere risepolta. È una questione che dura da mesi: il sito è classificato come «Monumento storico». [Le Figaro]

Pubblicato il quarto podcast di una serie che racconta, attraverso la storia di cinque grandi designer italiane, come la creatività femminile abbia contribuito a ridisegnare il nostro modo di vivere e abitare. E la nostra società. Dopo Anna Castelli Ferrieri, Gae Aulenti e Lina Bo Bardi, è il turno di Cini Boeri. [la Repubblica]

Due opere di grande formato (210x276 cm) di Emilio Vedova, «Per la Spagna I - II», saranno esposte nella residenza del Presidente della Repubblica nell'ambito della mostra «Quirinale contemporaneo 2020-2021» (un percorso che rende omaggio alla creatività dei maggiori artisti contemporanei), che si inaugura il 29 settembre 2021. [Ansa]

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Redazione
Altri articoli in GIORNO PER GIORNO NELL'ARTE