Giorno per giorno nell’arte | 28 aprile 2022

Demolito il monumento dell’amicizia russo-ucraina | Osman Kavala all’ergastolo in Turchia | Sotheby’s a Hong Kong incassa 164,2 milioni di dollari | Il riallestimento di Palazzo Barberini | Al via Art Brussels e Indian Art Fair | A Feltre un nuovo museo | Addio a Constance Lewallen | La giornata in 13 notizie

«Dollar Weapon» (2022) di Onemizer, Cortesia di OA Fine Art, Parigi (Art Brussels)
Redazione |

L’Ucraina demolisce il monumento di Kiev che simboleggia l’amicizia con la Russia. Risparmiato invece l’arco in titanio  (sopra la statua raffigurante due lavoratori) eretto  nel 1982 per commemorare il 60mo anniversario dell’Unione Sovietica. Sarà però ribattezzato Arco della Libertà del popolo ucraino. Lo ha annunciato il sindaco di Kiev, Vitaly Klitschko: «Vediamo che cos’è questa “amicizia”: la distruzione delle città ucraine, l’uccisione di decine di migliaia di persone pacifiche», ha detto a «Reuters». L’agenzia di stampa ha riferito che, caduta una delle teste, una gru ha sollevato il monumento dagli ormeggi e lo ha abbassato a terra davanti a una folla che cantava «Gloria all’Ucraina». Progettato dallo scultore A. Skoblikov e dall’architetto I. Ivanov, l’Arco dell’Amicizia è stato «decorato» con una crepa da un gruppo di attivisti nel 2014 dopo che la Russia ha invaso la Crimea. [Gareth Harris]

L’attivista culturale e uomo d’affari turco Osman Kavala è stato condannato all’ergastolo da un tribunale di Istanbul, giudicato colpevole di aver tentato di rovesciare il Governo del presidente Erdogan. «Il verdetto è concepito per inviare un messaggio al resto della società civile e ai difensori dei diritti umani», ha dichiarato Milena Buyum di Amnesty International al «Financial Times». Kavala, presidente del centro Anadolu Kültür (Cultura anatolica), ha già trascorso quattro anni e mezzo dietro le sbarre. È stato arrestato nell’ottobre 2017 all’aeroporto Atatürk di Istanbul, di ritorno da Gaziantep, dove era andato per discutere un progetto con il Goethe Institute. I giornali filogovernativi hanno accusato Kavala di finanziare associazioni terroristiche e di gestire un’organizzazione criminale che avrebbe sostenuto il tentativo di colpo di stato nel luglio 2016, quando una sezione dell’esercito turco ha cercato di rovesciare il presidente Erdogan. [Gareth Harris]

Dal 28 aprile al primo maggio Art Brussels è di scena al Tour & Taxis , con 150 gallerie internazionali di arte contemporanea emergenti e affermate, provenienti da 26 Paesi. Da segnalare due premi, una mostra a cura di Sam Steverlynck, con gli artisti alla Biennale di Venezia, allo Stibbe Lounge, una mostra di Jeppe Hein, al Ruinart Lounge, uno spazio dedicato agli Nft supportato da Parallel (che fornirà ai collezionisti un’introduzione alle pratiche artistiche sulla blockchain e maggiori informazioni su come acquistare Nft). Da segnalare infine un ricco programma di talk e presentazioni di libri. [Redazione]

Si svolge dal 28 aprile al primo maggio presso NSIC Grounds di Nuova Delhi (in collaborazione con BMW India) l’Indian Art Fair, con 77 espositori, 14 fondazioni e istituzioni. Diretta da Jaya Asokan, la fiera mette in luce la prossima generazione insieme ad artisti moderni, attraverso, anche, conferenze in auditorium, performance, proiezioni di film, progetti artistici all’aperto, workshop guidati da artisti e un simposio online. Tra le gallerie, quasi tutte indiane, da segnalare presenze internazionali come Aicon Art (New York, USA), Aicon Contemporary (New York, USA), Grosvenor Gallery (Londra, Regno Unito) e Galeria Karla Osorio (San Paolo, Brasile). [Redazione]

Giuseppe Morbidelli, già in carica dal 2019, è stato confermato presidente della Fondazione Palazzo Strozzi di Firenze per il 2022-24. Riconfermati nel Cda, l’amministratore Leonardo Ferragamo (presidente onorario della Fondazione) per la Regione Toscana, Aldo Cursano per la Camera di Commercio di Firenze, Giacomo Bei per il Comune di Firenze, Lionardo Ginori Lisci per la Fondazione Cr Firenze e Jacopo Mazzei per Intesa Sanpaolo. Nuovo ingresso per Andy Bianchedi, per il Comitato dei Partner di Palazzo Strozzi. [ansa]

S’inaugura domani 29 aprile il nuovo Museo Archeologico di Feltre. Documenta le vicende della romana Feltria, municipium sulle vallate alpine tra Belluno e Trento, come documenta una scritta scolpita a 2.000 metri di altitudine sul Monte Pergol. Un territorio vastissimo che rendeva Feltria tra i più rilevanti centri dell’alta terraferma veneta. Mille anni di vita di Feltre, dalla civiltà retica alla caduta dell’Impero, sono raccontati in un museo di nuova generazione dove ogni reperto esposto è abbinato a un approfondimento digitale tramite QR Code. Altri dispositivi multimediali, quali videoproiettori, monitor, diffusori acustici, accompagnano il percorso espositivo, rendendolo altamente interattivo. [Redazione]

Hanno totalizzato 164,2 milioni di dollari le due vendite serali di arte moderna e contemporanea di Sotheby’s a Hong Kong il 27 aprile: con nuovi record, nonostante le incertezze del mercato. L’importo totale è stato complessivamente leggermente inferiore a quello di ottobre, quando era però offerto un numero maggiore di lotti. Ad alimentare le aste opere di Pablo Picasso, Louise Bourgeois, Yoshitomo Nara e Wu Guanzhong. Tra i lotti venduti «Dora Maar» (1939) di Picasso, primo suo ritratto di Maar offerto in Asia, venduto per 169,4 milioni di dollari di Hong Kong a un collezionista giapponese. Con il 23% in più della stima è la seconda opera di Picasso più costosa venduta nella regione. [Redazione]

Riaprono domani, dopo tre anni di lavoro, le undici sale al piano terra delle Gallerie Nazionali di Arte Antica di Palazzo Barberini, completamente rinnovate e riallestite, a cura di Flaminia Gennari Santori con Maurizia Cicconi e Michele Di Monte; il progetto di riallestimento della collezione permanente del museo è di Enrico Quell. Le 50 opere del piano terra, dall’Alto Medioevo al primissimo Cinquecento, sono disposte cronologicamente e geograficamente attraverso stanze che mettono in luce approfondimenti tematici e monografici. I pannelli di sala e gli apparati didattici illustrano inoltre le decorazioni e gli elementi architettonici di quello che in origine era l’appartamento del principe Taddeo Barberini. [Redazione]

Stasera alle 21,15 su Sky Arte in onda «Rinascimenti Segreti», un excursus per scoprire opere e tesori del Quattro e Cinquecento del nostro Paese. Voce narrante di questo viaggio dal Nord al Sud della penisola è la direttrice d’orchestra Beatrice Venezi, che unisce il mondo della musica e quello dell’arte entrando in palazzi, chiese e musei. [Redazione]

Riaperte fino a dicembre le visite al percorso sotterraneo del Teatro del Parco archeologico di Ercolano. Dieci visitatori alla volta, con caschi, mantelline e torce, accompagnati dal personale del museo, potranno esplorare la storia dell’antica città ogni sabato  mattina (eccetto i mesi di luglio e agosto). «Il teatro si trova in un’area nevralgica per la ricucitura tra le due Ercolano, l’antica e la moderna. L’area del teatro è anche luogo privilegiato per accedere al famoso mercato di Resina e al centro storico di Ercolano». [la Repubblica]

Mostre che aprono
Esposta nella Galleria Colnaghi a Londra l’unica opera conosciuta della pittrice e apprezzata miniaturista rinascimentale Caterina Angela Pierozzi. Per secoli si pensava che nessuno dei suoi dipinti fosse sopravvissuto. In vita fu un’artista celebre, seconda delle due sole donne (la prima era Artemisia Gentileschi) ammessa all’Accademia del Disegno di Firenze. La sua carriera fu patrocinata dalla corte dei Medici, il massimo marchio di approvazione. Alla fine del 2020 è stata scoperta in Francia una sua piccola opera (15x20 cm) firmata e datata, esposta nella mostra «Il frutto proibito: nature morte femminili» (fino al 24 giugno), con un prezzo a sei cifre. È una copia in scala ridotta di un affresco dell’Annunciazione del XIV secolo, soggetto molto amato dalla corte dei Medici. E per quanto belle siano le figure centrali (la Madonna e l’angelo Gabriele), è al confine che l’occhio è attratto, dove avvolti e attorcigliati i fiori cadono e sbocciano, in contrasto con l’immobilità delle figure centrali. [Breeze Barrington]

S’inaugura oggi all’Istituto Centrale per la Grafica a Roma (via della Stamperia 6) la mostra «Acquisizioni 2019-22», curata da Rita Bernini, Gabriella Bocconi, Maria Francesca Bonetti, con la collaborazione di Ilaria Savino. Esposte una cinquantina di opere tra stampe, disegni, fotografie, video d’artista e libri, pervenuti all’Istituto attraverso doni e acquisti degli ultimi anni. Da segnalare «Sitzender Männerakt», un acquerello del 1910 di Egon Schiele, assoluta rarità in relazione all’esigua presenza di suoi lavori in Italia. Presentata anche una selezione di volumi provenienti dalla biblioteca fotografica di Luigi Albertini, dedicata in particolare alla fotografia documentaria e al fotogiornalismo internazionale del Novecento. [Arabella Cifani]

Addii
Si è spenta a 83 anni Constance Lewallen. Nata nel 1939, è stata curatrice di lunga data del Berkeley Art Museum e del Pacific Film Archive della California e ha promosso l’Arte concettuale nella scena artistica della Bay Area a partire dagli anni Ottanta, riposizionando la storia dell’Arte concettuale degli anni ’60 e ’70, fino ad allora considerata patrimonio esclusivo di New York. [artnews]

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Redazione