Giorno per giorno nell'arte | 27 maggio 2021

Il restauro della Neue Nationalgalerie di Berlino | Rubato il rosario di Maria Stuarda nel castello di Arundel | 25mila visitatori in un mese per il Museo Egizio | La giornata in 12 notizie

La Neue Nationalgalerie di Berlino. © Manfred Brückels | Creative Commons Attribution-Share Alike 3.0
Redazione |

La Neue Nationalgalerie di Berlino, capolavoro di vetro e acciaio di Mies van der Rohe, è tornata all'originario splendore dopo il restauro. Per questo lavoro sono stati smontati, inventariati e ricollocati più di 30mila pezzi. [El País]

Nel castello di Arundel, nel Sud dell'Inghilterra (l'antica residenza dei duchi di Norfolk), è stato rubato il rosario di Maria Stuarda che la Regina di Scozia portava il giorno della sua esecuzione, insieme con altri oggetti, per un valore complessivo di oltre un milione di euro. [Le Figaro]

A un mese dalla riapertura del 26 aprile il Museo Egizio di Torino ha accolto 25.057 visitatori. Nel fine settimana del 22 e 23 maggio, per esempio, hanno visitato il Museo circa 4.300 persone. [Ansa]

In occasione del ponte del 2 giugno, le Ville Pontificie di Castel Gandolfo estenderanno eccezionalmente l'apertura del fine settimana anche a lunedì 31 maggio e martedì 1 giugno (dalle 8.30 alle 14; ultimo ingresso ore 13), e mercoledì 2 giugno (dalle 10 alle 18.30; ultimo ingresso 17.30). [Ansa]

Il Museu d'Història di Barcellona espone dal 25 maggio nelle sue sale i resti di una rara imbarcazione del XV secolo in quercia, trovata nel 2008 nel capoluogo catalano. [El País]

L'archivio professionale dell'architetto modenese Tiziano Lugli (1934-2020), comprendente schizzi, progetti, fotografie e relazioni, è stato donato, per volontà degli eredi, alla Biblioteca civica Poletti di Modena, specializzata in arte e architettura. [Ansa]

Le Poste Vaticane hanno emesso un francobollo riproducente un'opera di street art senza autorizzazione. Ora l'artista, Alessia Babrow, si è rivolta alla giustizia per ottenere i diritti d'autore. La richiesta è di 130mila euro. [Le Figaro]

Emmanuelle Lequeux traccia un profilo della Fondation Pernod Ricard (che trasloca in un'altra sede), ripercorrendo la storia della famiglia Ricard, che ha sempre avuto il mecenatismo nel sangue, a partire da Paul Ricard, il fondatore del gruppo. [Le Monde]

È iniziato il lavoro di catalogazione dell'archivio dei baroni Corrado (1856-1954) e Ippolito Cafici (1857-1947), archeologi, paleontologi e malacologi siciliani. Il fondo comprende documenti che risalgono ad un arco cronologico compreso tra il XVIII e gli inizi del XX secolo. [Ansa]

Alle chiese di San Simeone Profeta di Marcianise (Ce) e di Casolla e San Rufo Martire di Caserta sono stati restituiti un presepe napoletano del '700, privo di personaggi, e due dipinti raffiguranti «La Madonna Addolorata» e l'«Educazione della Vergine», trafugati prima del 2009. [Ansa]

Aperture
La Smithsonian Institution a Washington, che ha riaperto sette dei suoi musei, ha pubblicato il calendario delle riaperture dei restanti 10 musei, a partire da giugno, con il Cooper Hewitt Museum di New York che riapre le porte il 10 del mese. [The Art Newspaper]

Il 29 maggio apre al Victoria & Albert Museum di Londra «Iran epico»: una mostra sulla magnificenza mistica dell'antica Persia. Ne scrive Jonathan Jones. [The Guardian]

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Redazione
Altri articoli in GIORNO PER GIORNO NELL'ARTE