Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Giorno per giorno nell’arte

Giorno per giorno nell'arte | 26 giugno 2020

Filadelfia proporrà la rimozione della statua di Cristoforo Colombo | Le esperienze digitali dei musei | Un nuovo protocollo d'intesa per l'Art Bonus | La giornata in 12 notizie

Il vestibolo superiore delle Catacombe di San Gennaro, che aprono oggi

La citta di Filadelfia proporrà la rimozione della statua di Cristoforo Colombo. Sull'onda della proteste antirazziste, Filadelfia intende chiedere la rimozione della statua di Cristoforo Colombo in città. Lo afferma il sindaco Jim Kenney. «Il 22 luglio chiederemo alla Philadelphia Art Commission l'approvazione per rimuovere la statua da Marconi Plaza», si legge in una nota di Kenney. [Cnn]

La digitalizzazione nei musei. I musei, sul tema della digitalizzazione e della sicurezza, devono imparare dalle esperienze su piattaforme online, anche se la riproduzione digitale è un procedimento complesso e noioso. Bernhard Maaz, direttore generale delle Bayerische Staatsgemäldesammlungen (le collezioni bavaresi di dipinti) dà delle informazioni a proposito. [Frankfurter Allgemeine Zeitung]

Un nuovo protocollo di intesa per l'Art Bonus. Ales, Istituto per il Credito Sportivo e Anci hanno annunciato il nuovo Protocollo d'Intesa Art Bonus, con il quale si mette a disposizione dei Comuni un plafond di 20 milioni di euro per la concessione di mutui agevolati volti al completamento di interventi su beni culturali pubblici di loro appartenenza. [Il Sole 24 Ore]

Il silenzio e l'inerzia dei musei francesi su schiavitù e colonie sono la norma.
Il cronista Philippe Dagen registra, al di là delle questioni di restituzioni di beni culturali ai paesi da cui furono asportati, la presenza molto scarsa di artisti africani o discendenti di africani nelle istituzioni museali francesi. [Le Monde]

Recuperata pala d’altare del ’500 che non era nella banca dati. I Carabinieri del Comando Tutela Patrimonio Culturale di Ancona hanno sequestrato in casa di un restauratore in pensione e riconsegnato alla Diocesi di Fano-Fossombrone-Cagli- Pergola una pala d’altare cinquecentesca raffigurante San Martino. Attraverso indagini coordinate dalla Procura di Pesaro i militari del nucleo hanno scoperto che il dipinto era stato asportato dalla chiesa di Santa Maria della Cella di Apecchio, inagibile dagli anni ’70, e che non era registrato nella banca dati delle opere trafugate. [Stefano Miliani per Il Giornale dell'Arte]

Che cosa rende un'opera d'arte iconica? Cath Pound coglie l'occasione di una mostra che si apre ad Helsinki sul rapporto tra l'arte contemporanea e i classici (e rimane visibile fino al 20 settembre) per esplorare la nostra complicata relazione con i capolavori. [Bbc.com]

Da Gagosian a Londra i mobili di Casa Malaparte a Capri. Con l'obbligo di mascherina, quello di prenotazione e l'accesso individuale, nella filiale di Grosvenor Hill della potente multinazionale Gagosian sono esposti tre mobili dell'iconica Casa Malaparte a Capri: un tavolo in mogano, una console e una panca in legno di noce e marmo di Carrara. Fino al 19 settembre. [Frankfurter Allgemeine Zeitung]

Da Giotto a Pasolini a Sutri. Una mostra dal 26 giugno fino al 17 gennaio al museo di Palazzo Doebbing a Sutri (Vt), in Tuscia, curata da Vittorio Sgarbi. In un gioco di rimandi, dal VI secolo ad oggi, 250 opere accomunate da un’unica ricerca: quella del godimento della bellezza. [Corriere della Sera]

Riaperture

Le catacombe di San Gennaro. Ai piedi della collina di Capodimonte, a pochissima distanza dal centro storico di Napoli, rione Sanità è un quartiere da visitare sopra e sotto. Nelle sue viscere si nasconde una città sotterranea che custodisce le minori di San Severo e le catacombe di San Gennaro e di San Gaudioso. Un viaggio nel passato, tra le sepolture dei primi vescovi napoletani e la tomba di San Gennaro, riaperto dal 26 giugno, con ingresso gratuito per l'intero fine settimana. [La Stampa]

Il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria. Il 26 giugno riapre il Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria dopo la chiusura imposta dalla pandemia.

Palazzo Grimani a Venezia. A Venezia Palazzo Grimani riapre al pubblico oggi. Il nuovo orario prevede l'apertura a settimane alternate dal venerdì alla domenica e dal mercoledì al venerdì,  con orario regolare dalle 10 alle 19, ultimo ingresso alle 18.30. Questa settimana il Museo sarà dunque aperto venerdì 26, sabato 27 e domenica 28 giugno; la prossima settimana mercoledì 1, giovedì 2 e venerdì 3 luglio.

Il Museo nazionale Atestino a Este. Il Museo nazionale Atestino a Este riapre il 26 giugno, con i seguenti orari: martedì-sabato: 8.30-19.30 (chiusura della biglietteria ore 19.00); domenica: 14.30-19.30. Il museo rimane chuso il lunedì.

Redazione, edizione online, 26 giugno 2020



GDA409 Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vernissage Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale di Economia Luglio-Agosto 2020

GDA409 Il Giornale delle Mostre Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere in Emilia Romagna Luglio-Agosto 2020

GDA409 Vedere nelle Marche Luglio-Agosto 2020

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012