Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 25 giugno 2019

Per il «Tesoro Guelfo» chiesto il parere della Supreme Court degli Usa | Aufreiter torna a Vienna | A Roma rivive il Ninfeo degli Specchi | La giornata in 13 notizie

L'altare portatile di Eilbertus di Colonia, 1150 ca, uno dei 42 pezzi del Tesoro Guelfo

Sul «Tesoro Guelfo» i musei di Berlino si appellano alla Suprema Corte Usa. La Stiftung Preußischer Kulturbesitz (Fondazione per il Patrimonio Culturale Prussiano), l'ente supervisore dei musei statali di Berlino, ha annunciato che ricorrerà alla Corte Suprema degli Stati Uniti per contrastare la richiesta di restituzione del «Welfenschatz», il «Tesoro Guelfo», un insieme di 42 oggetti datati tra l'XI e il XV secolo, molti dei quali di carattere sacro, che appartenevano alla casata dei duchi di Baviera, i cui eredi nel 1929 vendettero 82 oggetti del nucleo a un consorzio di mercanti d'arte di Francoforte; di questi, negli anni seguenti, 40 furono venduti a musei e collezionisti privati. Nel 1935 lo Stato Prussiano (sotto la guida di Hermann Goering) pagò 42,5 milioni di marchi tedeschi per tutto il rimanente (42 pezzi). Sono gli eredi dei mercanti francofortesi a reclamare la restituzione degli oggetti; ma già nel 2014 la Commissione tedesca per l'arte razziata dai nazisti aveva respinto la richiesta perché la vendita «non fu una vendita forzata da ricollegare alla persecuzione». Ora i musei tedeschi si rivolgono all'autorità statunitense di ultima istanza. Secondo gli eredi, la stima degli oggetti si aggira intorno ai 200 milioni di euro. [The Art Newspaper]

Aufreiter torna a Vienna: «Troppa incertezza».
Il direttore della Galleria Nazionale delle Marche a Urbino, l'austriaco Peter Aufreiter, comunica che a fine anno, «con il cuore che piange», lascerà il suo incarico e tornerà in patria, per guidare il Technisches Museum di Vienna. «Su questa riforma non si sa nulla di sicuro, ma io ho l'impressione di non essere più molto utile qui», ha dichiarato. Dieci giorni fa il Ministero in una lettera gli proponeva il rinnovo dell'incarico. «Nella lettera, spiega, c'è scritto che la riforma può prevedere cambiamenti. Ho pensato che c'era troppa incertezza». [Ansa]

Il World Heritage Committee non parlerà di Notre-Dame. Il Comitato per il Patrimonio Mondiale dell'Unesco non parlerà, nel suo incontro annuale del 2019, che inizierà a Baku in Azerbaigian il 30 giugno prossimo, della Cattedrale parigina di Notre-Dame. La Francia non è riuscita a produrre in tempo una relazione dettagliata sull'attuale situazione del monumento parigino, dopo l'incendio dello scorso aprile che lo ha devastato; ha solo fornito una nota ufficiale, tre settimane prima dell'apertura dei lavori a Baku, sulle misure immediate prese per mettere in sicurezza l'edificio medievale. [The Art Newspaper]

Roma, rivive il Ninfeo degli Specchi sul Palatino. Dopo anni d’abbandono e degrado del sito, torna a zampillare nell’antico giardino segreto dei Farnese, sul colle Palatino, l'antica fontana del Ninfeo degli Specchi, grazie a un’installazione curata dall’architetto paesaggista Gabriella Strano. [il Messaggero]

Frammenti di antiche anfore nel mare di Brindisi. La Guardia Costiera di Brindisi ha trovato, con l'ausilio di sommozzatori del Nucleo di San Benedetto del Tronto (Ap), diversi frammenti di antiche anfore, databili a partire dal II secolo a.C., oltre ad alcuni componenti di navi a vela, sul litorale tra Punta del Serrone e l'Area Marina Protetta di Torre Guaceto. [Ansa]

Bando per il raddoppio dei Musei Reali. Al via con l'emanazione del bando pubblico il progetto per il raddoppio dei Musei Reali di Torino, con la creazione di un secondo ingresso dalle Orangerie di corso Regina Margherita e l'allestimento di una nuova area per l'accoglienza e i servizi all'interno del medesimo edificio. [la Repubblica - Torino]

Dove la follia si cura con l'arte. Il «Corriere della Sera» visita a Firenze il centro «La Tinaia», centro di attività espressiva nel parco di San Salvi gestito dai Servizi di salute mentale dell’Asl 10 del capoluogo toscano, un luogo in cui i pazienti psichiatrici dipingono, scolpiscono, fanno ceramica. Le loro opere oggi sono quotate. [Corriere della Sera]

Che profumo ha un'opera d'arte? Il Louvre di Parigi si accorda con il giovane ma intraprendente marchio di cosmetici «Buly» per creare una serie di otto fragranze ispirate ad altrettanti capolavori ospitati nelle sale del museo. Saranno messi in vendita a inizio luglio. [Le Figaro]

Circensi balleranno sulla tomba di Rousseau. Non poteva non destare polemiche la decisione da parte del dipartimento dell'Oise in Francia di affidare al Cirque du Soleil l'animazione del parco dedicato alla memoria di Jean-Jacques Rousseau, creato dal marchese di Girardin a Ermenonville alla fine del XVIII secolo. Un luogo di riflessione e raccoglimento che si trasforma in un parco divertimenti. [Le Figaro]

La Francia della Cultura alla radio. Al termine di una stagione già di per sé positiva, con il maggior aumento di pubblico di tutti gli altri canali, la direttrice dell'emittente radiofonica France Culture Sandrine Treiner non cessa di mettersi in discussione e svela le sue ambizioni per il prossimo anno: raggiungere il 4% dello share totale. [Le Figaro]

Alla fine il Governo paga. Dopo un decennio di controversie e litigi, l'attuale ministro della Cultura spagnolo José Guirao Cabrera paga 853mila euro alla Duchessa dell'Infantado María de la Almudena de Arteaga y del Alcázar, per ottenere il diritto di utilizzare una torre all'interno del suo palazzo, attualmente sede del Museo Provinciale di Guadalajara. La cifra è significativamente più alta di quella offerta dal ministro della Cultura del Governo spagnolo precedente, Íñigo Méndez de Vigo, di 500mila euro. [El País]

Riciclare gli edifici. Chiusa da alcuni anni e rimasta inutilizzata, la vecchia stazione degli autobus di Alicante è stata trasformata dall'architetto José Luis Campos in uno spazio a destinazione d'uso civile, che potrà in futuro eventualmente anche ospitare mostre grazie alla sua larghezza e luminosità. [El País]

Il villaggio delle immagini. «Le Monde» dedica un servizio al piccolo villaggio bretone di La Gacilly, dove grazie alla presenza della compagnia Yves Rocher si è venuto a creare un florido «ecosistema» in cui convivono fabbriche di cosmetici, campi di fiori biologici, l'hotel-spa, e un festival di fotografia all'aperto a cura di Alexander Gronsky, intitolato «Paesaggi urbani». [Le Monde]

Droni pittori a Torino. Per la prima volta al mondo quattro artisti dipingeranno una maxi-tela da 140 mq impiegando altrettanti droni per spruzzare la vernice ad altezze altrimenti difficili da raggiungere. Il progetto, che fa parte dell'Italian Tech week in corso in città, richiederà 48 ore consecutive di lavoro. [La Stampa]

Redazione, edizione online, 25 giugno 2019


Ricerca


GDA luglio/agosto 2019

Vernissage luglio/agosto 2019

Il Giornale delle Mostre online luglio/agosto 2019

Ministero luglio 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Vedere in Friuli giugno 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012