Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 24 novembre 2019

Il restauro della Pietà di Michelangelo | Il livello del mare a Venezia nella storia | La Biennale di Venezia chiude con 600.000 visitatori | La giornata in 10 notizie

Il restauro «in diretta» della Pietà di Michelangelo è diretto dalla restauratrice Paola Rosa

Michelangelo restaurato a vista. Il restauro della Pietà di Michelangelo, custodito nel museo dell'Opera del Duomo a Firenze, dal 23 novembre è un «cantiere aperto» per i visitatori, che potranno seguire tutte le fasi dell'intervento guidato dalla restauratrice Paola Rosa. Il restauro, finanziato dalla Fondazione Friends of Florence sotto la tutela della Soprintendenza, si concluderà nel 2020, ed è volto a migliorare la lettura del capolavoro mantenendo la visione consolidata del gruppo scultoreo, modulato nella sua superficie dal colore della materia e delle tracce di lavorazione. [la Repubblica-Firenze]

Venezia è affondata di 60 centimetri negli ultimi due secoli. Il professor Dario Camuffo, ex direttore dell'Isac Cnr Padova, è riuscito a calcolare l'innalzamento del mare a Venezia dal tardo medioevo ad oggi, grazie anche ai vedutisti del settecento Canaletto e Bellotto e, nel periodo rinascimentale, grazie ai dipinti di Giorgione. Per lo studio pubblicato nel 2017 sono stati esaminati 78 palazzi, andando a ritroso nel tempo fino al XIV secolo: la differenza tra il livello del mare di allora e quello di oggi è di circa 1,30 metri. [La Stampa]

La Biennale di Arti visive chiude con 600.000 visitatori. Si è chiusa domenica 24 novembre la 58ima Biennale di Arti visive, curata da Ralph Rugoff. In sei mesi, ha ricevuto 593.616 visitatori. [La Biennale]

La dinastia dei Piotrovskij. Dal 1992 direttore del Museo dell'Ermitage, l'archeologo e linguista Mikhail Piotrovskij è figlio del grande archeologo russo che lo ha diretto dal 1955 al 1990. A lui si deve la recente apertura del museo alla moda e una intelligente politica di prestiti. [la Stampa]

Francia, il fenomeno dei castelli invenduti. In soli otto anni sono quasi raddoppiati i castelli francesi di proprietà privata che vengono messi in vendita dalle famiglie aristocratiche o dagli eredi disinteressati. Così i prezzi scendono considerevolmente, eppure ancora c'è grossa difficoltà a venderli. [Le Figaro]

Chi sorveglierà i guardiani? Messo dal Giudice davanti alle sue responsabilità, il guardiano notturno di un college cattolico a Dublino ha confessato di aver rubato, tra il gennaio 2013 e il giugno 2014, 33 stampe d'arte e alcuni libri antichi, tra i quali un «incunabulum» del 1501, che ha poi rivenduto tramite la casa d'aste Sotheby's per un ricavo di circa 20.000 euro. [The Times]

Il controllo politico sui musei polacchi. Dopo l'ultima contestatissima decisione del ministro della Cultura Polacco Piotr Glinski, che ha scelto un ultra-conservatore come direttore del Centro per l'arte contemporanea del Castello di Ujazdowski (un museo pubblico fra i più importanti del Paese), anche in Slesia sono state avviate delle petizioni pubbliche per evitare ulteriori nomine politicizzate. [Frankfurter AZ]

La casa del poeta. Dopo anni di decadenza potrebbe finalmente iniziare a Madrid il processo di recupero e valorizzazione storica della lussuosa casa del poeta spagnolo Vicente Aleixandre, premio Nobel nel 1977, dalla quale sono passate generazioni di intellettuali spagnoli. [El País]

La prigione non ferma l'arte. Il 23 novembre è tenuta a Brescia, nell'ambito di una mostra a lei dedicata, la performance di denuncia dell'artista curda Zehra Dogan contro il leader turco Erdogan. Intervistata da Manuela Gandini, la donna racconta come anche in carcere riusciva a dipingere di nascosto, facendo uscire clandestinamente le sue opere attraverso la lavanderia. [la Stampa]

Lo stile di Giugiaro. Il maestro del design Giorgetto Giugiaro racconta le tappe principali della sua carriera di successo, tra Bertone, la Fiat, l'Italdesign e i tedeschi, ai quali ha venduto tutto nel 2015. Tra le curiosità contenute in questa intervista, anche il fatto che solo una volta ha guidato un'auto disegnata da lui (e non ne conserva un buon ricordo). [la Repubblica – Torino]

Redazione, edizione online, 25 novembre 2019


Ricerca


GDA gennaio 2020

Vernissage gennaio 2020

Il Giornale delle Mostre online gennaio 2020

RA Case d

Vedere a ...
Vedere a Bologna 2020

Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012