Giorno per giorno nell'arte | 23 aprile 2021

Scoperti due affreschi nell'Ala di Ponente degli Uffizi | La cultura concetto chiave per il futuro di Hong Kong | Il mosaico del pavimento della Basilica di San Marco | La giornata in 13 notizie

Redazione |

Durante i lavori di recupero e restauro degli spazi nell'ala di Ponente delle Gallerie degli Uffizi (una superficie di circa 2mila mq) sono riaffiorati due affreschi del Seicento: in uno è ritratto il granduca Ferdinando I e l'altro raffigura il giovane Cosimo II de' Medici a figura intera e a grandezza naturale, da attribuire all'ambito del pittore Bernardino Poccetti (1548-1612). [Ansa]

Victor Lo, presidente del board del nuovo museo M+ di Hong Kong che aprirà le sue porte tra qualche mese, spiega le ragioni per cui la cultura è un concetto chiave per il futuro della città di Hong Kong. [The Art Newspaper]

Le immagini del recupero del mosaico del pavimento della Basilica di San Marco a Venezia, raffigurante una coppia di pavoni davanti a un vaso centrale. Venetian Heritage, supportata da una donazione di Bottega Veneta, sta sostenendo attualmente il restauro. [la Repubblica]

Per ripartire davvero l'Italia «ha bisogno anche di ripensarsi». E di farlo cominciando dai suoi musei e dalle sue città, dai monumenti, i parchi archeologici, gli archivi, le biblioteche, «che sono la spina dorsale di questo Paese ma non sono percepiti come tale». Lo dice il direttore del Museo Egizio di Torino Christian Greco in un'intervista a nome di tutti i direttori dei musei, che dal 26 aprile potranno finalmente riaprire nelle zone gialle, su prenotazione anche nei weekend. [Ansa]

Scoperta una nuova piramide nel sito Maya di Tikal. Scoperta grazie a una tecnologia laser, il monumento farebbe parte di un quartiere che sarebbe stato costruito da un gruppo di dignitari di Teotihuacan. [Le Figaro]

33 reperti archeologici afghani, dal valore di circa 1,8 milioni di dollari,  sono stati restituiti all'ambasciatore dell'Afghanistan dalle competenti autorità newyorkesi. Erano state sequestrate al mercante newyorkese Subhash Kapoor. [The New York Times]

È stata stanziata la somma di un milione di euro per avviare il recupero e il programma di valorizzazione dell'ex stazione radio di Coltano (frazione di Pisa), realizzata da Guglielmo Marconi per trasmettere le prime comunicazioni radio senza fili, ovvero a onde lunghe. [Ansa]

È stato scoperto un ciclo di pitture murali nel sottotetto della chiesa di San Lazzaro di Modena, chiusa dal 2010. Si tratta di figure, forse santi pellegrini, della fine del XIV o inizio XV secolo.

Dopo quattro anni di lavori e restauri, riapre il 26 aprile il castello della famiglia Benso a Santena (To), con un nuovo nome: «Memoriale Cavour». Sono previsti sei visitatori per volta, esclusivamente su prenotazione sul sito della Fondazione Cavour. [La Stampa]

Tra il 30 aprile e il 31 ottobre il Museo Balenciaga di Getaria, comune spagnolo dei Paesi Baschi, per festeggiare il proprio decennale ospita una mostra dedicata ad Azzedine Alaïa, con oltre 100 sue creazioni. [El País]

In Olanda parchi e musei riaprono a numero chiuso. Ma c'è l'obbligo di test e i biglietti restano invenduti. [la Repubblica]

Da Helena Rubinstein ed Elizabeth Arden, da Coco Chanel a Elsa Schiaparelli. Il libro Le rivali di Paola Calvetti racconta le ripicche di dieci donne antagoniste nel XX secolo, capaci di rivoluzioni e piccoli grandi sgambetti reciproci. [la Repubblica]

Svelato il nome dei proprietari madrileni dell'«Ecce Homo»: sono i Pérez de Castro, una famiglia dall'illustre tradizione politica (un suo membro contribuì alla redazione della Costituzione del 1812) e culturale (un altro contribuì al progetto del «Valle de los Caídos»). [El País]

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Redazione
Altri articoli in GIORNO PER GIORNO NELL'ARTE