Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 22 giugno 2019

La Ferrari 250 GTO è un opera d'arte | Il Prado limita le visite | Il David senza autonomia | La giornata in 14 notizie

Ferrari 250 GTO disegnata da Sergio Scaglietti nel 1962

Quell'auto è un'autentica opera d'arte. Storica sentenza del Tribunale di Bologna che ha equiparato il design della Ferrari 250 GTO ad altri prodotti inimitabili del genio d'artista, concedendo il diritto d'autore al designer Sergio Scaglietti. D'ora in poi chi riproduce o reinterpreta le sue linee andrà trattato come chi immette sul mercato opere d'arte false. [la Stampa]

Niente ressa al Prado. Per evitare i sovraffollamenti che a volte si vedono in altri grandi musei del mondo, il Prado di Madrid adotta una serie di misure per garantire ai visitatori un tour di qualità per ammirare le due maggiori mostre organizzate per il suo bicentenario (ossia quella su Fra Angelico e quella su Velázquez, Rembrandt, e Vermeer). Per questi eventi l'ingresso è stato limitato a massimo 70 persone ogni 15 minuti, rispetto ai soliti 85, e le visite di gruppo sono state soppresse. [El País]

L'Accademia di Firenze non ha più autonomia.
Neanche una parola sul futuro del David nel testo approvato dal Consiglio dei Ministri. [Corriere fiorentino]

Treviso si fa conoscere anche per la cultura. Il prestito di alcune nature morte dal Museo di Storia dell'Arte di Vienna a Treviso, che fa parte del più vasto programma quadriennale di eventi per valorizzare le eccellenze artistiche e turistiche della città, viene indicato come un esempio virtuoso di politica culturale, grazie alla collaborazione tra Comune e privati e all'equilibrio raggiunto fra turismo locale e di massa. [il Giornale]

Un laboratorio di restauro nel Castello Aragonese di Taranto. Il Comune di Taranto, assieme a Soprintendenza, Marina Militare e Politecnico di Bari lancia un progetto per la conoscenza e la valorizzazione del patrimonio culturale della città che comprende anche il restauro delle tele settecentesche del Carella, che decoravano i soffitti dei Palazzi Fornari e De Bellis nell’Isola Madre. [Corriere di Taranto]

Napoli vuol rilanciare la Galleria Principe. Nell'annunciare la riapertura della Galleria Principe alla fruizione di cittadini e turisti, con le relative polemiche per la presenza delle impalcature di sicurezza, il Comune di Napoli rivela di stare lavorando a un progetto da 10 milioni di euro per riportare il monumento alla sua antica bellezza. [Corriere del mezzogiorno]

Raccolta fondi per un gioiello sul lago d'Orta. Si terrà questa sera a Novara uno spettacolo musicale che fa parte della raccolta fondi per restaurare la millenaria chiesa di Ameno e le opere in essa custodite. Serve mezzo milione di euro. [la Stampa]

Esperti di nuovo al lavoro sui «Girasoli». Dopo l'accurato studio del 2016, che ha sancito l'impossibilità di prestare «I girasoli» di Van Gogh, perché ritenuto un quadro troppo fragile, al Van Gogh Museum di Amsterdam è tempo di nuove indagini sulla tela, per chiare le sperimentazioni cromatiche messe in opera dal maestro. [El País]

Magliette artistiche illegali. Scoperto in Spagna un giro di vendita di T-Shirt a poco prezzo che riproducevano sulle loro stampe, senza autorizzazione, le opere di otto artisti europei e canadesi, tra i quali anche l'italiana Marialaura Fedi. [El País]

Dalla rovina alla gloria. Un servizio del «Daily» documenta come è stata restaurata la dimora del XVIII secolo Wentworth Woodhouse, che con le sue 365 stanze, 1.000 finestre e 14 scalinate è la più grande villa campestre d'Europa. Il costo dell'operazione si è attestato sui 130 milioni di sterline. [The Daily Telegraph]

Il gallerista non vedeva cosa vendeva, e nessuno l'ha mai scoperto. Solo questo mese, tramite la pubblicazione di un libretto, il 38enne gallerista di Berlino Johann König ha rivelato al mondo il suo segreto: da 17 anni vende opere d'arte pur essendo quasi cieco, a causa di un incidente avuto da adolescente. [The Guardian]

La nuova sala concerti di Andermatt. Inaugurata con una esibizione della Filarmonica di Berlino la nuova sala da concerto di Andermatt, in Svizzera. L'avveniristico edificio è stato progettato dallo studio di architettura diretto da Christina Seilern e la sala, con acustica a cura di Kahle e Ducks Scéno, può ospitare comodamente 650 persone oltre a 75 musicisti nella zona destinata all'orchestra. La stagione ufficiale, tuttavia aprirà soltanto in autunno. [Frankfurter AZ]

Luna park Tuileries. Tra le ire delle associazioni per la Tutela del Patrimonio, ha preso il via venerdì sera la festa estiva delle Tuileries, che fino a fine agosto vedrà lo storico giardino invaso da musica, giostre e chioschi alimentari. È prevista una partecipazione di 2 milioni di persone. [Le Figaro]

Immagine in movimento da Ginevra a Torino. Per la prima volta in trent'anni la Biennale dell'immagine in movimento, guidata dall'ex direttore di Artissima Andrea Bellini, lascia Ginevra per approdare a Torino. Per le Ogr si tratta di un altro evento importante, che si aggiunge all'inaugurazione del museo dedicato alla storia delle officine ferroviarie. [la Repubblica]

Redazione, edizione online, 22 giugno 2019


Ricerca


GDA luglio/agosto 2019

Vernissage luglio/agosto 2019

Il Giornale delle Mostre online luglio/agosto 2019

Ministero luglio 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Vedere in Friuli giugno 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012