Giorno per giorno nell'arte | 21 settembre 2021

Gli Usa restituiscono la Tavola di Gilgamesh all'Iraq | Nuova sezione al Museo Archeologico di Aquileia | Riapre la casa museo di Maurice Denis | La giornata in 18 notizie

La Tavola di Gilgamesh che verrà restituita all'Iraq
Redazione |

Gli Stati Uniti restituiscono all'Iraq circa 17mila reperti archeologici razziati in anni recenti dal Paese mediorientale e perlopiù datati a 4mila anni fa. Tra questi, anche la Tavola di Gilgamesh, un frammento inciso in caratteri cuneiformi accadici con il testo dell'epopea di questo eroe. La consegna avverrà il 23 settembre alla Smithsonian Institution di Washington. [Abc News]

Inaugurata al Museo Archeologico Nazionale di Aquileia (Ud) una nuova sezione, al secondo piano, dedicata a «Lusso e ricchezza», con oggetti che testimoniano la ricchezza della città antica. Questa apertura completa il recente riallestimento del museo. [Il Sole 24 Ore]

A Saint-Germain-en-Laye riapre, dopo tre anni di lavori, la casa museo del pittore Nabi Maurice Denis (1870-1943), che ora dispone anche di strutture esterne per la conservazione delle sue 5.200 opere (non solo di Denis, ma anche di Gauguin, Sérusier, Vallotton, Bonnard, Vuillard ecc). [Le Figaro]

La mostra-evento di questi giorni a Parigi è «La collezione Morozov. Icone dell'arte moderna», che si apre il 21 settembre alla Fondation Louis Vuitton. Inaugurazione alle 18.30, alla presenza del presidente francese Emmanuel Macron. [Il Giornale dell'Arte]

Il MiC ricerca una figura a cui sarà affidato l'incarico dirigenziale di livello generale di Direttore dell'Unità di missione per l'attuazione del Pnrr, istituita presso il Segretariato generale del Ministero. Le istanze di conferimento dovranno essere inviate entro il 27 settembre. [AgCult]

Si apre il 21 settembre davanti al tribunale di Anversa il processo contro l'artista belga Jan Fabre, accusato di «molestie sessuali» e «attentato al pudore» da ballerini della sua compagnia. A questa udienza procedurale l'artista non sarà presente. [Le Figaro]

Resi noti i quattro nominati per l'edizione 2021 del Prix Marcel Duchamp, il più importante premio d'arte in Francia. Sono lo scultore Julian Charrière, la scultrice Isabelle Cornaro, lo scultore Julien Creuzet e la performer, videoartista e fotografa Lili Reynaud-Dewar. Il vincitore verrà reso noto l'8 ottobre prossimo. [ArtNews]

L'analista del mercato dell'arte Scott Reyburn esplora il mondo dei nuovi collezionisti asiatici. Alle aste internazionali sono loro ora i protagonisti: giovani, ricchissimi e pronti anche ad assumersi dei rischi nei loro investimenti in arte. [The Art Newspaper]

L'edizione 2021 della fiera milanese di arte contemporanea miart ha chiuso con successo sia per i dati di affluenza del pubblico, sia per quelli di vendita. La formula degli ingressi contingentati, green pass e mascherine, ha messo tutti d'accordo. [Il Sole 24 Ore]

Al Museum für Moderne Kunst di Francoforte è visitabile fino al 30 gennaio «Crip Time», una mostra esperienziale su vari tipi di minorazioni, come la sordità o la schizofrenia. [Frankfurter Allgemeine Zeitung]

Viene presentata il 21 settembre nel Museo di Santa Giulia, dopo il restauro, la «gigantografia» (oltre tre metri per due e mezzo) raffigurante la facciata della chiesa bresciana di Santa Maria dei Miracoli, con cui il fotografo Giacomo Rossetti (1807-1882) vinse nel 1873 la Medaglia al merito all’Esposizione Universale di Vienna. [Il Giornale dell'Arte]

Casi di insider trading nel settore del mercato degli Nft suscitano preoccupazioni sulla regolamentazioni di questo ambito. Ma i legislatori internazionali stanno lavorando per ovviare al problema. [ArtNews]

Il Museo del Prado analizza in una mostra («Il figliuol prodigo di Murillo e l'arte di narrare nel barocco andaluso») il panorama artistico della regione di Siviglia nel XVII secolo. [El País]

Articolo-inchiesta di Roxana Azimi e Raphaëlle Bacqué su un dipinto di Velázquez, raffigurante il re Filippo IV di Spagna, entrato nel 1999 nelle collezioni del mercante d'arte parigino Daniel Wildenstein e ora misteriosamente scomparso. [Le Monde]

Patrizia Sandretto Re Rebaudengo incontra la collezionista Lonti Ebers, attiva tra Siena e New York con la sua Amant Foundation, con cui sostiene i giovani artisti. La sua collezione conta ora più di 700 opere. [Il Sole 24 Ore]

Dall'incontro tra l'artista Cindy Sherman e il fotografo Franck Bohbot è nata una serie di scatti che documentano da una parte il vero volto di un'artista che mostra al mondo perlopiù le sue maschere, dall'altra il suo studio nel Greenwich Village, un luogo finora rimasto sconosciuto ai più. [la Repubblica]

Una rara copia della Costituzione americana all'asta per 15 milioni di dollari. La mecenate newyorkese Dorothy Tapper Goldman venderà a novembre presso Sotheby's, nel corso di una vendita serale di arte moderna e contemporanea, questo cimelio storico americano (l'unico esemplare ancora in mani private) a quella stellare quotazione. [ArtNews]

«L’uomo cosciente e l’arte delle origini: con e dopo Carlo Ludovico Ragghianti» è il convegno, a cura di Tommaso Casini, Annamaria Ducci e Fabio Martini, con la collaborazione di Valentina Bartalesi, che si tiene tra il Museo e Istituto Fiorentino di Preistoria di Firenze (30 settembre) e Fondazione Centro Studi sull’Arte Licia e Carlo Ludovico Ragghianti di Lucca (1-2 ottobre), in occasione del quarantennale del libro di Carlo L. Ragghianti «L’uomo cosciente. Arte e conoscenza nella paleostoria», la monumentale monografia pubblicata nel 1981 dall’editore Calderini di Bologna. [Il Giornale del'Arte]

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Redazione
Altri articoli in GIORNO PER GIORNO NELL'ARTE