Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 21 luglio 2019

Marisa Merz la signora dell'Arte Povera | Il patrimonio mancante all'Eliseo | Il più grande cimitero navale d'Europa | La giornata in 12 notizie

Marisa Merz

Addio a Marisa Merz. Il mondo dell'arte piange Marisa Merz, scomparsa ieri a 93 anni. La moglie di Mario, unica donna esponente del movimento dell'Arte Povera, è stata una grande innovatrice nella scultura, con le sue opere spesso ispirate all'artigianato, amate ed esposte in tutto il mondo, da San Pietroburgo a New York. Nel 2013 le è stato conferito il Leone d'oro alla carriera della Biennale. [la Repubblica]

L'Eliseo prova a contare il patrimonio mancante. La polizia francese continua a indagare sulla scomparsa di centinaia di preziose opere d'arte e mobili antichi provenienti dall'Eliseo e da altre residenze presidenziali. Solo negli ultimi sette anni sono state 81 le denunce per presunto furto di 122 fra sculture, dipinti o fotografie, 546 mobili antichi, e altri oggetti di gran valore. Gli investigatori non sanno se sono stati persi, dimenticati in qualche polveroso magazzino o rubati. [Le Figaro]

Il più grande cimitero navale d'Europa. Un lungo servizio sugli 8.000 relitti identificati e studiati dagli archeologi sottomarini a 200 miglia dalle coste della Galizia. Le imbarcazioni, affondate a partire dal XVI secolo, custodiscono un tesoro di reperti e informazioni. [El País]

L'archeologia? Una disciplina pre-olimpica. Per gli archeologi francesi è una corsa contro il tempo: dagli scavi in corso per i lavori di preparazione delle strutture legate ai prossimi Giochi Olimpici continuano a emergere preziosi reperti, che devono essere catalogati e messi in salvo, ma i cantieri non si possono fermare (è impensabile ritardare le Olimpiadi 2024 per motivi di studio archeologico). [Le Figaro]

Notre-Dame, le modifiche farebbero perdere saperi preziosi. Secondo Christophe Girard e Emmanuel Schwartzenberg sarebbe opportuni ricostruire Notre-Dame de Paris esattamente come prima: in questo modo infatti ci riapproprieremmo in maniera diretta di tutto il sapere depositato nelle tecniche di costruzione del passato, che altrimenti rischia di andare perduto o di rimanere solo sulla carta, e di continuare a farlo esistere concretamente nel futuro. [Le Monde]

Un museo a casa Turing. Dalla piccolo villaggio di Bletchey, a 80 chilometri da Londra, partì il più grande depistaggio della storia, grazie al genio di Alan Turing che era riuscito a decifrare il codice segreto dei tedeschi. A lungo abbandonata, la casa di Turing è stata ora trasformata in un museo, con annesso parco divertimenti per bambini, grazie all'iniziativa di investitori privati. [il Sole 24 ore]

Il Prado sceglie il naturalismo realistico di Bonheur. Dopo aver passato 140 anni nel magazzino del Museo del Prado la tela «El Cid» dell'artista francese Rosa Bonheur è stata selezionata, assieme ad altre opere «iconiche ma poco conosciute», per essere esposta nelle sale del museo. [El País]

Cronaca di metropoli in trasformazione. Milano, Roma, Parigi, New York, Praga, Shanghai e altre città ancora: Andrea Cuomo racconta le storie di quartieri scomparsi o profondamente modificati dai piani urbanistici delle grandi metropoli mondiali. [il Giornale]

Grandi navi: il blitz del sindaco di Venezia. Il sindaco di Venezia Luigi Brugnano ieri alle 4 del mattino è salito a bordo di una nave da crociera attraccata a porto Marghera e ha percorso il canale dei Petroli entrando dalla bocca di porto di Malamocco. L'azione è servita a dimostrare la piena fattibilità del percorso nord per le navi cui è stato vietato il transito lungo il Canale della Giudecca. [Ansa]

Una «coppia di fatto». La persona che più conosce la vita di Picasso, in alcuni tratti anche giorno per giorno, è probabilmente il poeta Rafael Inglada, che dal 1989 lavora per la Fondazione dedicata al grande pittore, e sul quale ha scritto numerosi libri. [El País]

Il sesto membro degli «Strokes». «Le Monde» ha incontrato nel suo laboratorio newyorkese l'artista ghanese Sam Adoquei, che ultimamente lavora in stretta collaborazione con il genero Julian Casablancas, leader del quintetto rock «Strokes». Oltre ad aver raffigurato Casablancas e altri membri della gruppo musicale nei suoi quadri, il pittore lo scorso 21 luglio ha anche partecipato al loro concerto a Parigi. [Le Monde]

Collezionista si pente: viene prima l'ambiente. L'antiquario Lorenzo Guredda prova a dare il buon esempio a tutti coloro che rovinano le spiagge protette italiane restituendo una boccetta di sabbia prelevata 40 anni fa dall'area marina di Is Aruttas (Oristano). [la Repubblica]

Redazione, edizione online, 21 luglio 2019


Ricerca


GDA luglio/agosto 2019

Vernissage luglio/agosto 2019

Il Giornale delle Mostre online luglio/agosto 2019

Ministero luglio 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012