Giorno per giorno nell’arte | 21 aprile 2022

La Giornata mondiale della Terra | Le vetrate del Duomo di Siena | I cimeli di Ruth Bader Ginsburg | La giornata in 13 notizie

Le quattrocentesche vetrate realizzate dalla bottega del Ghirlandaio, ora visibili nella cripta del Duomo di Siena
Redazione |

In occasione della Giornata della Terra del 22 aprile, a Venezia si svolge la performance ambientale legata al progetto «Clean Water», ideato da Marco Nereo Rotelli, prodotto da Art Project e Ever In Art e realizzato in collaborazione con l’Associazione Gondolieri Sommozzatori. Alcuni sommozzatori volontari raccoglieranno rifiuti sul fondale della laguna, che diventeranno oggetto di un’installazione artistica al Museo Storico Navale della Marina Militare (in mostra, insieme ad altre installazioni, fino al 23 maggio). Il progetto è dedicato al mare e alla responsabilità di comunicare bellezza e contenuti e usa l’idea della metamorfosi e del riciclo come simbolo del potere che l’arte ha di cambiare il destino delle cose. Il progetto ha anche una finalità a sostegno dell’attività dei sommozzatori volontari. Per sostenere l’Associazione Gondolieri Sommozzatori l’iniziativa sbarca anche nel metaverso, grazie all’NFT di una gondola. [Redazione]

Sempre per l’Earth Day, il 22 aprile s’inaugura al Museo delle Mura di Roma «Ghê Gaia Terra | Riflessioni sul rapporto tra Uomo e Ambiente», rassegna di arte contemporanea che mette a confronto 40 artisti con i temi ecologici. Pittura, scultura, video e performance affrontano il «grido di dolore, che viene dalla nostra Gaia Terra o Ghê come la chiamavano gli antichi greci, che sempre di più, in seguito allo sviluppo industriale, ha portato una crescita enorme dell’uso di risorse non rinnovabili, dello sfruttamento del territorio, della produzione di rifiuti, nella creazione di sostanze di sintesi non riciclabili dai processi naturali» dice Alice Straffi nel testo in catalogo. La mostra visitabile fino al 23 maggio. [Redazione]

A Palermo, su un muro della facoltà di Ingegneria dell’Università, domani s’inaugura anche il murale dell’artista olandese Nouch. L’opera celebra anch’essa la Giornata mondiale della Terra e raffigura un cervello umano affollato di conigli realizzato con pigmenti in grado di pulire l’aria. Del progetto si parla su «la Lettura» n. 542, inserto del Corriere della Sera. [Corriere della Sera]

Grazie all’Opera della Metropolitana di Siena, da oggi tre vetrate della Bottega del Ghirlandaio sono visibili al pubblico nella Cripta del Duomo. Realizzate alla fine del Quattrocento in vetro soffiato e dipinte «a grisaglia», le vetrate appartenevano alla chiesa di San Francesco di Colle Val d’Elsa, ma vennero cedute nell’800 all’Opera della Cattedrale dove furono montate nel transetto dopo un adattamento dimensionale. I lavori di restauro iniziarono nel 1998 con lo smontaggio del telaio ottocentesco nel transetto destro (Altare del Santissimo) e affidamento del restauro a Camillo Tarozzi, mentre solo nel 2019 si decise di intervenire anche sulla vetrata del transetto sinistro (Altare di Sant’Ansano) con affidamento dell’incarico ad Angela Nenci e Caterina Pavolini e collaborazione del fabbro Cesare Valenti. La musealizzazione nella Cripta rende più agevole non solo la futura manutenzione grazie a nuovi telai e controtelai metallici, ma anche la fruizione espositiva grazie a un moderno impianto di retroilluminazione. Il progetto porta la firma dell’arch. Piero Castri di Opera Laboratori in collaborazione con l’Ufficio Tecnico della Fabbriceria. [Elena Franzoia]

Il settore turistico in Italia è in ripresa, e le presenze nel periodo di Pasqua lo hanno certificato. Ma, ha detto il ministro Garavaglia, alcuni problemi storici e strutturali non hanno ancora una soluzione, e ci si trova con una disoccupazione molto alta e la contemporanea necessità di 250mila figure che mancano all’appello. Il reddito di cittadinanza non invoglia alcuni a collaborazioni lunghe, ha continuato il ministro, sollevando malumori tra i Cinque Stelle. [Corriere della Sera]

Andranno in asta il 27 e 28 aprile ad Alexandria, in Virginia (Usa), oggetti e opere d’arte appartenute a Ruth Bader Ginsburg, giudice della Corte Suprema degli Stati Uniti scomparsa nel 2020. La magistrata è divenuta nel corso degli anni simbolo e modello per tanti, grazie al suo operato in difesa dei diritti delle donne, e ora emerge un nuovo lato della sua personalità, quello di collezionista. In asta ci saranno opere di Picasso, Josef Albers, Max Weber, dopo che la biblioteca personale della giudice è stata venduta in gennaio per 2,4 milioni di dollari. [ansa]

Nuova partnership tra la casa d’aste Christie’s e la compagnia di trasporti Crozier. L’accordo nasce per far fronte alle crescenti difficoltà che la pandemia e la guerra hanno causato al commercio mondiale, incluso la movimentazione di opere d’arte. Porti chiusi, lunghi tempi di attesa, costi triplicati stanno generando problemi praticamente in ogni settore. L’accordo prevede una nuova rotta mensile tra Londra e New York e una bimestrale tra Londra e Hong Kong, con un numero riservato di container dedicati al mercato dell’arte. [artnet]

La Hispanic Society Museum & Library (HSM&L) di New York ha reso noto di aver acquisito 10 nuove opere di arte ispanica che vanno dal XVI al XX secolo. Fondata nel 1904 come biblioteca e raccolta di libri rari, nel tempo l’istituzione ha assemblato una delle più importanti collezioni americane di maestri spagnoli. Tra i nuovi arrivi ci sono un’opera di José María López Mezquita, un mobile (1650-1700), un ritratto allegorico di Francisco Goya del 1860 realizzato da Eugenio Lucas Velázquez (1817-1870), e un documento del XVII secolo decorato da una preziosa legatura. [J.S. Marcus]

L’ècfrasi ha lunga tradizione fino dall’antichità, e non è certo sinonimo di mera descrizione di un testo figurativo, quanto invece una maniera di dare ad esso maggior voce. In questo filone si pone il reading di Abel Ferrara (New York, 1951) dei testi dello scrittore, poeta e critico Gabriele Tinti, fatto nella cella 7 del Museo di San Marco e che troviamo sul canale YouTube e sui profili socialdel Museo di San Marco dal 20 aprile, per iniziativa della Direzione regionale musei della Toscana e del Museo di San Marco, grazie alla collaborazione e al contributo della Fondazione CR Firenze. I testi (alcuni dei quali entreranno a far parte della raccolta di poesie di Gabriele Tinti in uscita per La Nave di Teseo) sono ispirati al «Cristo deriso» di Beato Angelico. L’evento (che si avvale anche della collaborazione tecnica di Westin Excelsior Florence) rientra in «Rovine», progetto di Gabriele Tinti (recentemente scelto per celebrare il riallestimento delle collezioni del Getty Villa) che raccoglie una serie di letture dal vivo recitate di fronte alla statuaria classica e alla pittura rinascimentale che ha coinvolto i maggiori musei del mondo, dal Metropolitan di New York al Paul Getty e il LACMA di Los Angeles, dal British di Londra al Parco Archeologico del Colosseo, i Musei Capitolini e altri. [Laura Lombardi]

Si apre domani a Parigi il Festival del Libro, nuova versione del Salone del Libro francese. Fino a domenica 24, gli spazi del Grand Palais, e di altre location in città, accoglieranno stand, incontri, letture, dibattiti con autori e case editrici. Tra gli ospiti attesi Amélie Nothomb, Nicolas Mathieu, Tracy Chevalier. Paese ospite è l’India. [Le Figaro]

Una nuova tecnologia sviluppata in Italia potrà essere di aiuto per gli archeologi nell’individuare resti sommersi. L’ha sviluppata WeSense, ed è già stata utilizzata a Cesarea, in Israele, per scandagliare le rovine del porto costruito 2mila anni fa da Erode. «Archeosub», questo il nome del sistema, realizzato con la collaborazione dell’Università di Firenze e della sua collegata Mdm, sfrutta reti wireless, droni e realtà aumentata ed è stata finanziata dall’agenzia europea Easme. A Baia (Campi Flegrei) e a Porto Egnazia (Lazio) la tecnologia è anche già stata testata a scopo turistico. [Il Sole 24Ore-Nova]

Mostre che aprono
Dal 22 al 24 aprile lo spazio Contemporary Cluster, all’interno di Palazzo Brancaccio a Roma, ospita la mostra «ResurrAction», collettiva d’arte contemporanea a sostegno di Save The Children per il progetto «Emergenza Bambini Ucraina». Tra i molti artisti coinvolti ci sono Lorenzo Marini (capostipite della Type Art), Fabio Weik (direttore creativo di Boss Doms), Pau dei Negrita, Leonardo Crudi. [Redazione]

S’inaugura oggi 21 aprile la mostra «I tempi della guerra» con le opere di Aldo Borgonzoni presso  gli spazi espositivi dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna. L’esposizione, che resterà visitabile fino al 16 maggio, vuole celebrare la Liberazione attraverso le opere del pittore bolognese (di cui la casa editrice Allemandi ha curato nel 2017 il Catalogo Generale) ed è a cura di Sandro Malossini con la collaborazione di Gloria Evangelisti. [Corriere della Sera-Bologna]

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Redazione