Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 20 giugno 2019

Il degrado della Malatestiana | Ok del Governo per la riforma del Mibac | Restituita una testa romana | La giornata in 16 notizie

La Sala del Nuti della Biblioteca Malatestiana di Cesena. © Boschetti Marco 65 CC BY SA 4.0. Foto Marco Boschetti

In abbandono la più antica biblioteca civica d'Europa. Lo stato di abbandono e incuria in cui versa molto del patrimonio storico artistico italiano caratterizza spesso anche il versante delle biblioteche, in piena crisi a causa di tagli di budget, riduzione del personale e atti vandalici. Gli ultimi casi segnalati sono quelli della biblioteca comunale Benincasa di Ancona e della storica biblioteca Malatestiana di Cesena, patrimonio Unesco in quanto prima biblioteca civica d'Europa. [il Giornale]

Via libera dal Consiglio dei Ministri alla riforma Mibac. Il Consiglio dei Ministri ha dato l'ok alla riforma del Ministero per i Beni culturali. Contestualmente si è anche decisa la soppressione dell'autonomia per tre musei nazionali: il Museo Nazionale Etrusco di villa Giulia a Roma, il Parco archeologico dell'Appia antica e le Gallerie dell'Accademia a Firenze. [Ansa]

La Germania restituisce all'Italia una testa romana. Una testa di marmo, risalente all'epoca romana (II secolo d.C.) e raffigurante un giovane, è stata restituita all'Italia durante una cerimonia tenutasi presso la residenza dell'ambasciatore tedesco a Roma. Il reperto, che si trovava nelle collezioni del Museo Archeologico dell'Università di Münster dal 1964, è stato oggetto di una spontanea proposta tedesca di restituzione. Fu rinvenuto nel corso di alcuni scavi urbani eseguiti a Fondi; le prime notizie della sua esistenza risalgono al 1937. Venne trafugato dall'Italia presumibilmente tra il 1944 e l'inizio degli anni '60. [Ansa]

Un ritorno al passato: anche burocratico?
Non si capisce se sia una semplice scelta politica oppure un tentativo di incamerare soldi e successi procurati dai super-direttori dei musei autonomi voluti dall'ex ministro della Cultura Dario Franceschini: certo è che nessuno si augura che la riforma centralista proposta da Alberto Bonisoli si traduca in un aumento delle procedure burocratiche che rischierebbero di paralizzare le attività dei musei. [il Giornale]

Il San Marco di Donatello fa il tagliando. Nell’ambito di un ampio progetto di manutenzione, restauri e valorizzazione, la Direzione dei Musei del Bargello sta riesaminando lo stato di conservazione delle sculture monumentali provenienti dai tabernacoli delle Arti esterni alla chiesa di Orsanmichele a Firenze. A questo fine ha stipulato, con il decisivo sostegno economico dei Friends of Florence, una convenzione con l’Opificio delle Pietre Dure per lo studio e la manutenzione del San Marco di Donatello. L’opera è il primo capolavoro rinascimentale del ciclo ad esser stato restaurato, dal 1984 al 1986, proprio dall’Opificio delle Pietre Dure. [Il Giornale dell'Arte]

L'arte contemporanea? Vende ma annoia.
Un tempo manifestazione provocatoria, come spesso accade guardando all'arte contemporanea, secondo Francesco Bonami la celebre fiera Art Basel ormai sta diventando sinonimo di cinismo e noia, con opere ripetitive che a fatica destano l'interesse degli addetti ai lavori (ma non dei compratori, che spesso acquistano senza saper valutare il peso artistico di un'opera). [la Repubblica]

Brugnaro mette l'Unesco contro il Governo. Nuova provocazione da parte del sindaco di Venezia Luigi Brugnaro in sede di Consiglio Comunale: ha dichiarato che chiederà all’Unesco di inserire la città nella lista dei siti a rischio, perché nel Governo, e in particolare nel ministro Toninelli, non c'è più fiducia vista l'immobilità sui temi delle grandi navi e degli altri lavori da realizzare in laguna. Lunedì Italia Nostra presenterà un contro-dossier in opposizione a quello presentato dal Comune. [Corriere del Veneto]

Giovani restauratori crescono. Sedici studenti del liceo artistico di Porta Romana e Sesto Fiorentino hanno lavorato tre volte a settimana, ognuno a una lapide, restaurando così in sei mesi l’androne del Chiostro Grande della Basilica della Santissima Annunziata di Firenze. Il cantiere-studio è stato realizzato finanziato da Fondazione Cr Firenze (sfruttando la normativa dell'Art-Bonus), all’interno del progetto di alternanza scuola-lavoro «Hands4work» in collaborazione con l’Osservatorio dei Mestieri d’Arte. [Corriere fiorentino]

Come amministrare meglio arte e cultura. Si è tenuto ieri a Roma, presso l'Ambasciata degli Stati Uniti, l’incontro «Promuovere il patrimonio culturale per la crescita economica», pensato per far conoscere alle amministrazioni locali i modelli e le buone prassi adottate nel resto del mondo per far quadrare i conti pubblici, puntando di più sulla valorizzazione dell’arte e della cultura. [Il Messaggero]

La mosca di Fritsch vola dal piedistallo. Un incidente ha caratterizzato l'ultimo giorno della fiera d'arte contemporanea Art Basel: una bambina di tre anni, in visita con i genitori, ha inavvertitamente colpito la scultura «Mosca» dell'artista tedesca Katharina Fritsch, che cadendo dal suo piedistallo è rimasta danneggiata. Il valore dell'opera si aggira sui 50mila euro. [Frankfurter AZ]

Una traccia «artistica» alla Maturità. La presenza ieri, fra le tracce per la prima prova scritta di italiano per la Maturità, di un testo di Tomaso Montanari, che denuncia lo stato precario del patrimonio italiano e della Storia dell'arte, non poteva non provocare un dibattito sui quotidiani. Mentre lo stesso Montanari sul «Fatto» si dichiara «sorpreso e confuso» della scelta da parte del Ministero dell'Istruzione, sul «Giornale» Vittorio Sgarbi attacca la competenza e il narcisismo dell'autore (precisando che «non c'è competizione»), mentre dal «Corriere» arriva l'interpretazione di Vincenzo Trione, che intravede una connotazione politica (Montanari è stato, con Salvatore Settis, tra i principali critici alla riforma del precedente ministro della Cultura Dario Franceschini). [Il Giornale dell'Arte]

Il primo oggetto della mostra all'Humboldt Forum. Il Museo della città di Berlino presenta la porta di una antica cassaforte come primo dei cento oggetti selezionati per la mostra permanente che aprirà nel 2020 presso l'Humboldt Forum (inizialmente l'apertura era prevista per quest'anno). [Frankfurter AZ]

Al British in autunno i reperti di Schliemann. Quando 150 anni fa al British Museum furono offerti dei reperti appena scoperti a Troia, dissotterrati dal tedesco Heinrich Schliemann, il museo rifiutò di esporli per mancanza di spazio. Adesso quei tesori, tra cui una celebre scultura di Achille colpito al tallone, arrivano in prestito da Chatsworth House per una grande mostra che aprirà il prossimo autunno. [The Daily Telegraph]

«Che si può fare» alla Whitechapel di Londra. C'è un recente passato italiano nella storia dell'artista Helen Cammock, finalista al premio Turner di quest'anno. Nel 2018 infatti ha trascorso alcuni mesi al laboratorio di incisione dell'Istituto Centrale della Grafica di Roma dove si trova una delle collezioni più importanti del mondo relative alla stampa d'arte. Non a caso, il titolo della sua prossima mostra è in italiano. [The Guardian]

Le pagelle «climatiche» dei palazzi inglesi. Sul «Guardian» Tim Palmer, docente di Fisica del clima presso l'Università di Oxford, valuta quali fra grandi palazzi e torri inglesi, già esistenti o in costruzione, è attrezzato ad affrontare i cambiamenti climatici dei prossimi 30 anni. [The Guardian]

Cantieri aperti a New York. «Repubblica» dedica una pagina al prossimo cambiamento dello skyline di New York, con dieci nuovi edifici sopra i 250 metri di altezza programmati in costruzione entro il 2020. [la Repubblica]

Redazione, edizione online, 20 giugno 2019


Ricerca


GDA luglio/agosto 2019

Vernissage luglio/agosto 2019

Il Giornale delle Mostre online luglio/agosto 2019

Ministero luglio 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Vedere in Friuli giugno 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012