Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 17 luglio 2019

Addio Andrea Camilleri | No al Tulipano di Foster a Londra | Si alla nuova legge sul libro in Italia | Come sarà la Biennale di Architettura a Venezia | La giornata in 16 notizie

Andrea Camilleri

Ha lottato per la diffusione della cultura in Italia. Andrea Camilleri è morto a 93 anni all'Ospedale Santo Siprito a Roma, dove era ricoverato dal 17 giugno per arresto cardiaco. Due settimane prima, era caduto in casa fratturandosi il femore. Lo scrittore più letto in Italia, e tra i più seguiti in Europa, era nato a Porto Empedocle in Sicilia nel 1925. E' stato sceneggiatore, drammaturgo e romanziere con vocazione tardiva, su insistenza dell'editore Sellerio, che lo fece esordire alla fine degli anni settanta del secolo scorso. Autore di un centinaio di libri, raggiunse il successo planetario grazie all'invenzione del commissario Montalbano (così chiamato in tributo dell'amicizia con lo scrittore spagnolo Manuel Vázquez Montalbán) di cui il primo romanzo venne pubblicato nel 1994. Tra le sue opere, molte delle quali scritte in una lingua immaginifica (da lui definita «macheronico taliano» o «italiano bastardo» ), la serie di romanzi dedicata ai grandi pittori: nel 2007 pubblica per Mondadori Il colore del sole (Caravaggio), nel 2008 per Skira La Vucciria (Guttuso) e nel 2009 sempre per Skira il romanzo ambientato nella "sua" Agrigento Il cielo rubato. Dossier Renoir (Renoir). Ateo convinto e comunista fino al midollo, ha sempre dichiarato ciò che pensava della politica italiana e dei suoi rappresentanti. In una delle ultime interviste, alla domanda su come avrebbe voluto essere ricordato, Andrea Camilleri aveva risposto: «Vorrei essere ricordato come una persona perbene».

Londra, il sindaco blocca il Tulipano di Foster.
Il sindaco di Londra Sadiq Khan fa giungere probabilmente a conclusione il tira e molla sulla costruzione del grattacielo «Tulipano», progettato dall'archistar Norman Foster, mettendo il veto all'edificazione della torre trasparente, che con i suoi 305 metri di altezza sarebbe diventata la nuova vetta della capitale inglese. La motivazione ufficiale è che la struttura non sarebbe «all'altezza degli standard di qualità richiesti», ma il vero punto del contendere è che il grattacielo di Foster avrebbe oscurato la vista della vicina Torre di Londra. [The Guardian]

Una Biennale che si interroga sul futuro. «Un approccio sensibile ai temi e alle urgenze che la società pone all'abitare»: così il presidente della Biennale Paolo Baratta assieme al curatore Hashim Sarkis ha presentato ieri la 17ma edizione della Mostra internazionale di Architettura del 2020, che sarà intitolata «Come vivremo assieme?». Numerose le presenze di progettisti inediti, donne e giovani, con 34 Paesi partecipanti, che potrebbero anche aumentare. [Ansa]

Unanimità alla Camera per la nuova legge sul libro. Con 406 sì, nessun contrario, e solo Forza Italia che si è astenuta, ieri è passata con voto favorevole alla Camera la nuova proposta di Legge per la promozione e il sostegno della lettura, che contiene tra i suoi articoli la discussa riduzione del tetto di sconto sui libri, che passa dal 15 al 5% per proteggere le piccole librerie dai colossi della vendita online (ma gli editori restano divisi). Il cammino prosegue ora in Senato, per ottenere l'approvazione definitiva. [la Repubblica]

Arte per ringraziare il paese d'adozione. Il collezionista tedesco Hans Rudolf Gerstenmaier, 84 anni, dona 11 dei suoi 150 quadri di artisti europei del XIX e XX secolo, in particolar modo spagnoli e fiamminghi, al Museo del Prado di Madrid. In questo modo sente di aver saldato il suo debito nei confronti della Spagna, che lo accolse squattrinato nel 1962. Il museo ha promesso che saranno esposte già da gennaio 2020 nella sala 60 dell'edificio Villanueva. [El País]

Un riconoscimento alla creatività elettronica. La Biblioteca nazionale spagnola di Madrid apre le porte a un nuovo tipo di narrazione: quella che secondo alcuni sarà la nuova arte del XXI secolo, ossia i videogames. Oltre alla creazione di un fondo dedicato alla custodia, l'istituzione ha presentato al Ministero della Cultura una proposta di riforma per la legge che regola il deposito legale dei giochi elettronici. [il Giornale; El País]

Artissima VM18. Sette sezioni, 208 gallerie da 43 nazioni diverse, ma sopratutto una sezione dedicata all'arte a contenuto erotico e al suo rapporto con la censura, denominata «Abstract sex» e riservata solo al pubblico maggiorenne. Queste le novità dell'edizione 2019 di Artissima, la sola fiera italiana dedicata unicamente al contemporaneo, diretta da Ilaria Bonacossa. [la Stampa]

Le Belle Arti trovano casa a Montpellier. Il direttore generale Nicolas Bourriaud presenta il «Moco» (Montpellier Contemporary), acronimo che indica tre entità che uniscono sotto un unico progetto artistico tre luoghi distinti della città: il «Moco Hotel Collections», un nuovo spazio espositivo presso l'ex hotel Montcalm (edificio realizzato nel 1816 dall'architetto Philippe Chiambaretta); il «Moco Panacée», che vuole essere un laboratorio di creazione emergente diretto da Hou Hanru; e infine il «Moco Esba», una scuola d'arte aperta all'internazionalità. [Le Figaro]

La «passeggiata» della Gioconda. Si tratta di un percorso di circa 100 passi, ma il significato simbolico è importante: la «Monna Lisa» di Leonardo da Vinci trasloca per tre mesi nella galleria des Médicis del Louvre per consentire i lavori di restauro e ristrutturazione della sua sede storica, la Salle des Etats. [Le Figaro]

Investire in cultura è sempre più strategico. Il presidente dell'Agis (Associazione generale italiana dello spettacolo) Carlo Fontana, sovrintendente del Teatro alla Scala di Milano dal 1990 al 2005, anticipa qualche contenuto della sua presentazione di domani a Perugia della prima ricerca «Investire in cultura» svolta da Makno.Rsm per Impresa cultura Italia-Confcommercio, che ha riguardato il 70% delle oltre 200 imprese italiane coinvolte nel settore. [Corriere della Sera]

Esce dall'oblio un pioniere della fotografia. Un volume di Anna Bendon e Italo Zannier rende giustizia alla figura di Francesco Malacarne, genio italiano che a inizio del XIX secolo mise a punto la rivoluzionaria tecnica da lui chiamata «metodo papirografico» che, se fosse stata portata a termine, avrebbe anticipato di decenni l'invenzione della fotografia. [la Repubblica]

Con i figli a rubare al museo. Arrestata assieme ai figli, dopo un anno di indagini da parte dei Carabinieri, la 49enne custode della casa-museo del Parco Grifeo a Napoli che aveva svaligiato, coinvolgendo i familiari, le sale sottraendo 22 tele e 15 sculture, accuratamente selezionate fra quelle che potevano avere maggior appeal tra collezionisti e antiquari. [la Repubblica]

Un museo per il padre della moderna letteratura araba. Inaugurato in Egitto un nuovo museo in onore del defunto vincitore del premio Nobel Nagib Machfus: si trova nel centro storico del Cairo, e conserva gli originali della la maggior parte dei romanzi di Machfus (finora l'unico autore di lingua araba a ricevere nel 1998 il prestigioso premio letterario). [Frankfurter AZ]

Il più grande fotografo del XX secolo? Forse la Nasa... In occasione della settimana della Luna, che si concluderà sabato con la celebrazione dei 50 anni dal primo passo umano sul nostro satellite, Jonathan Jones esamina il valore storico, simbolico e artistico delle foto realizzate dagli astronauti durante le loro missioni spaziali. [The Guardian]

Canzoni d'amore per salvare il monastero in rovina. Il soprano Raquel Andueza, accompagnata musicalmente da Jesús Fernández, si esibisce presso il monastero di La Armedilla a Valladolid per raccogliere fondi per la conservazione del sito, un patrimonio di interesse culturale nato nel XII secolo. [El País]

Danno di immagine per Niort. La pacifica cittadina francese di Niort, a sud Ovest di Parigi, protesta contro il noto scrittore francese Michel Houellebecq, che nel suo ultimo romanzo di successo la fa descrivere dal protagonista come uno dei posti più brutti del Paese, danneggiando così la reputazione di un centro storico che, sebbene non puntando esclusivamente sul turismo, non ha nulla di meno di tante altre realtà simili presenti in Francia. [El País]

Redazione, edizione online, 17 luglio 2019


Ricerca


GDA luglio/agosto 2019

Vernissage luglio/agosto 2019

Il Giornale delle Mostre online luglio/agosto 2019

Ministero luglio 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012