Giorno per giorno nell'arte | 16 settembre 2021

Apre a Ravenna Casa Dante | La partenza di Miart, con 145 gallerie da 20 Paesi | Nadine Dorries è il nuovo Segretario della Cultura britannico | La giornata in 15 notizie

La «Madonna del Libro» di Sandro Botticelli (particolare)
Redazione |

Apre il 19 settembre a Ravenna Casa Dante, progetto complementare al Museo Dante (aperto lo scorso maggio) e curato dall'Istituzione Biblioteca Classense con la collaborazione delle Gallerie degli Uffizi di Firenze e con il contributo della Regione Emilia-Romagna, della Fondazione Cassa di Risparmio e della Camera di Commercio di Ravenna. [Ansa]

A Milano sono 145 le gallerie, provenienti da oltre 20 Paesi, che partecipano alla 25ma edizione (e la prima dell'era post Covid) della fiera di arte contemporanea Miart. Michela Moro intervista il neodirettore Nicola Ricciardi. [Il Giornale dell'Arte]

In un rimpasto di governo, Nadine Dorries è stata nominata Segretario della Cultura del governo britannico al posto di Oliver Dowden, che ora è stato nominato presidente del Partito conservatore. [The Art Newspaper]

L'artista britannica (di origine libanese) Mona Hatoum ha ricevuto il 15 settembre a Valencia il Premio Internacional Julio González. È la seconda donna a riceverlo, dopo Annette Messager. [El País]

Il Decreto Grandi navi è divenuto legge il 15 settembre dopo che è stato approvato in seconda lettura dalla Camera con 363 voti favorevoli, 15 contrari e 4 astenuti. Dal primo agosto le vie d’acqua di Venezia sono dichiarate monumento nazionale e viene istituito il divieto di transito alle Grandi navi nelle vie urbane d'acqua Bacino di San Marco, Canale di San Marco e Canale della Giudecca. [AgCult]

A Trento ha aperto al pubblico [lamikelin], un museo immaginato sulle fondamenta dell'ex stabilimento Michelin, inaugurato in corso del Lavoro e della Scienza e nella lobby del Muse - Museo delle Scienze del capoluogo trentino, con una visita guidata alle tracce emerse dei reparti, descritti dagli ex dipendenti della fabbrica. [Ansa]

In Nuova Zelanda il partito dei nativi maori ha presentato in Parlamento una petizione per cambiare il nome della Nuova Zelanda (che è un'espressione di ascendenza olandese) in Aotearoa, l'originario nome maori del Paese. [Corriere della Sera]

Contro le raccomandazioni dell'Unesco, l'Indonesia ha confermato il riavvio dei lavori per la costruzione di un controverso parco a tema «giurassico» nel Parco nazionale di Komodo, una delle sette meraviglie del mondo naturale, habitat delicatissimo del celebre varano. [La Stampa]

A Milano è stato inaugurato il primo monumento della città intitolato ad una donna, Cristina Trivulzio di Belgiojoso, eroina del Risorgimento che partecipò alle Cinque Giornate di Milano. La statua si trova in piazza Belgiojoso ed è stata svelata dal sindaco, Giuseppe Sala. [Ansa]

L'artista cubano Luis Manuel Otero Alcántara è stato nominato «icona» del 2021 dalla rivista «Time». Nella lista dei 100 personaggi più influenti compaiono anche altri artisti, Barbara Kruger e Mark Bradford. [The Art Newspaper]

L'architetto Renzo Piano parla con Jackie Daly delle sue creazioni e dei prossimi progetti, un nuovo complesso di uffici e negozi che segnerà la rigenerazione di Paddington Square a Londra e un piano che fa parte di un grande intervento (due miliardi di euro) per estendere il territorio del Principato di Monaco di circa sei ettari verso il mare. [Il Sole 24 Ore]

Dopo la presa del potere dei talebani in Afghanistan a Lille e a Marsiglia si stanno improvvisando delle reti di comunicazione per far venire in Francia scultori, musicisti e ballerini in pericolo di vita. [Le Monde

Il Museo Poldi Pezzoli ha prestato la sua «Madonna del Libro» di Sandro Botticelli al Musée Jacquemart André di Parigi per la mostra «Botticelli, artiste et designer». La direttrice Annalisa Zanni ha accompagnato personalmente il quadro. [Corriere della Sera]

«Artigianato e palazzo», dal 16 al 19 settembre nel Giardino di Palazzo Corsini al Prato a Firenze, ribadisce il suo peculiare carattere di «mostra di artigiani e non di artigianato, che stimola il dialogo con il committente», come sottolineano Sabina Corsini e Neri Torrigiani. Per questa 27ma edizione la mostra si estende al «ventre» del palazzo coi suoi luoghi del lavoro, dove sono carrozze, scuderie cinquecentesche con colonne di pietra serena, auto d’epoca, unendo così rievocazione storica e realtà contemporanea. La Mostra principe dell’edizione 2021, nel Salone da Ballo, è «Enrico Magnani Pescia. L’arte della carta a mano dal 1481», dedicata alla cartiera attiva fin dal XV secolo che grazie a Marco Carrara ha ripreso l’attività produttiva di alto pregio, la cui importanza nei secoli è documentata dal Museo della carta di Pescia e Archivio Storico Magnani. «Oggi essere ecologici è un dovere, afferma Carrara, però non c’è cosa più ecologica di una carta fatta a mano e asciugata al sole: una visione positiva del mondo, un lavoro talmente antico che è nuovissimo». Tra le novità di quest’anno l’allestimento con i padiglioni disegnati da Guido Toschi Marazzani Visconti e gli arredi da giardino di Bonacina 1889; i laboratori gratuiti all’aperto nello spazio «Decorazione». Molte le iniziative organizzate con istituzioni internazionali (World Craft Council Europe, The Nando and Elsa Peretti Foundation, Fondazione Ferragamo) e con nuovi membri del Comitato Promotore. [Laura Lombardi per Il Giornale dell'Arte]

A Milano la 16ma edizione di Photofestival si tiene dal 16 settembre al 31 ottobre in una formula ibrida: accanto alle circa 150 mostre fotografiche che si apriranno in presenza, sarà disponibile per la prima volta il canale online Virtual Photofestival, su cui «visitare» tutte le rassegne in programma. Intitolato «La natura e la città. Segni di un tempo nuovo», Photofestival 2021 propone una riflessione sui temi della sostenibilità e della rigenerazione urbana, sfida che riguarda molte città, inclusa Milano, dove la trasformazione urbanistica in corso non può ignorare l’imprescindibilità della tutela della biodiversità. Oltre al territorio metropolitano, l’evento si espande anche a Lecco, Monza, Pavia e Varese. Torna poi, per la seconda volta, Le immagini rilegate-Premio al miglior libro fotografico del 2021. [Ada Masoero per Il Giornale dell'Arte]

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Redazione
Altri articoli in GIORNO PER GIORNO NELL'ARTE