Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Giorno per giorno nell’arte

Giorno per giorno nell'arte | 16 giugno 2020

Statue da abbattere o da difendere? Opinioni a confronto | Il piano Unesco per Mosul | Sequestrati beni archeologici nel Lazio | La giornata in 17 notizie

La statua di un confederato abbattuta nei giorni scorsi durante le manifestazioni a Durham, nel North Carolina

Le statue, abbattute. E poi? Ciò che le autorità cittadine, i funzionari di museo e gli storici decideranno di fare con le sculture in questione avrà implicazioni anche su come andrà ricordata la storia che i monumenti si prefiggevano di rappresentare. [The New York Times]

I  manifestanti tentano di prelevare manufatti africani dal Musée du Quai Branly. Allo scopo di «riportare in Africa ciò che fu portato via» alcuni manifestanti del movimento Black Lives Matter hanno tentato di prelevare alcuni manufatti dal Musée du Quai Branly a Parigi. [The Art Newspaper

Sarà rimosso il busto del fondatore dell'Asian Art Museum di San Francisco. L'Asian Art Museum di San Francisco intende rimuovere il busto che raffigura Avery Brundage, il suo mecenate e fondatore, che aveva fatto discutere per opinioni razziste ed antisemite. Jay Xu, l'attuale direttore, ha definito Brundage una «persona ripugnante» e ha dichiarato: «Black Lives Matter ci ha dato l'impulso». [The New York Times]

Ma in Germania i monumenti non vengoni abbattuti, anzi... Kate Brown prende spunto dalla installazione di una croce sul tetto dell'Humboldt Forum di Berlino per sottolineare il forte contrasto della Germania (che rafforza la simbologia conservatrice) contro il resto del mondo che tende ad abbatterla. [artnet.com]

Emmanuel Macron: «La République non abbatterà le statue». Nel discorso tenuto domenica sera e rivolto ai francesi, Emmanuel Macron ha annunciato che non si abbatteranno le statue in Francia come sta accadendo, ad esempio, negli Stati Uniti. La Francia, ha annunciato Macron, «non cancellerà alcuna traccia o alcun nome della sua storia. Non dimenticherà alcuna delle sue opere. Non abbatterà alcuna statua». [Libération]

Boris Johnson difenderà la statua di Winston Churchill «fino all'ultimo respiro».
Il Primo Ministro britannico difende i monumenti dedicati al suo predecessore Winston Churchill dai manifestanti che ne vorrebbero abbattere la statua. Johnson si augura anche che si erigano monumenti ai britannici di colore. [artnet.com]

Per restaurare Mosul. Il piano dell'Unesco per «ricostruire lo spirito» della città siriana di Mosul devastata dalla guerra intende coinvolgere anche le comunità locali nella ricostruzione dei loro siti storici. [The Art Newspaper]

Sequestrati diversi reperti archeologici tra Segni ed Anagni. Decine di reperti archeologici di gran pregio, databili tra il II secolo a.C. e il VI-VII secolo d.C., sono stati sequestrati dai Finanzieri del Comando Provinciale di Roma tra Segni (Rm) ed Anagni (Fr). Due persone sono state denunciate. [Corriere della Sera - Roma]

La creatività contemporanea secondo Margherita Guccione. «Nel contemporaneo non esistono materie separate in modo netto, ma esiste un flusso fecondo che si muove tra i diversi ambiti creativi». Margherita Guccione, architetto, già direttrice del MaXXI Architettura, è da poche settimane alla guida della Direzione Generale Creatività Contemporanea del Mibact. In un colloquio racconta le sue prospettive in una delle Direzioni più quotate dal Ministero. Un lavoro «che guarda all'intero sistema culturale e creativo nazionale anche in termini di promozione e internazionalizzazione». [AgCult]

Le privatizzazioni degli spazi verdi allo Champ-de-Mars preoccupano i residenti.
I residenti nella zona dello Champ-de-Mars a Parigi temono che il nuovo Grand Palais effimero, una struttura di 14mila metri quadrati firmata da Jean-Michel Wilmotte e realizzata dalla società GL Events che dovrebbe aprire all'inizio del 2021 e durare fino ai Giochi Olimpici e paralimpici del 2024, determini delle situazioni sperequative. [Le Figaro]

I musei ora pensano all'arteterapia. Per far fronte a un'epoca disorientante come l'attuale, molte istituzioni museali si preparano ad aprire con la consapevolezza di una nuova missione, l'arteterapia, per curare un diffuso senso generalizzato di perdita e di instabilità. [The New York Times]

Nostalgia del silenzio al Prado. Estrella de Diego, scrittrice, docente di Arte contemporanea all'Università Complutense di Madrid, nella sua prima visita al Prado dopo il lockdown riflette sul duro lavoro che hanno svolto in silenzio i membri del personale del museo spagnolo per ricollocare le opere per una nuova antologica delle collezioni nella Galería Central. [El País]

I decreti di riparto dell'8xMille del 2018 per i Beni Culturali. I 5,5 milioni di euro di contributi sono stati destinati a 11 interventi di restauro dei danni provocati dal sisma del 2016 in Centro Italia: tutti nelle Marche (nella fattispecie perlopiù ad Ascoli Piceno) e uno in Umbria per i catasti cartacei di grande formato del comune di Norcia (Pg). [AgCult]

Riaperture

A Milano il Museo Bagatti Valsecchi.
Il 19 giugno riaprono le porte della casa museo di via Gesù, dopo oltre tre mesi di chiusura. La fruibilità settimanale sarà di tre giorni (venerdì, sabato e domenica), ma saranno disponibili percorsi speciali gratuiti con il personale del Museo.

Il MA*GA di Gallarate.
Il 20 giugno, dopo le restrizioni dell’emergenza coronavirus che ne avevano decretato la chiusura degli uffici e degli spazi espositivi, il MA*GA di Gallarate (Va) riapre al pubblico, seppure a capienza limitata e su prenotazione obbligatoria.

A Lione il Musée des Beaux-Arts. Il 22 giugno riapre il Musée des Beaux-Arts di Lione con gli orari consueti: tutti i giorni salvo il martedì e i giorni festivi dalle 10 alle 18, i venerdì dalle 10.30 alle 18.

Addii
La scomparsa di Tony Cash. Il 16 aprile è morto il direttore e produttore televisivo Tony Cash, all'età di 86 anni, per un tumore al cervello. È stato l'autore di documentari d'arte realizzati per la Bbc, per Lwt (The South Bank Show) e per Channel 4. [The Guardian]

Redazione, edizione online, 16 giugno 2020



GDA411 OTTOBRE 2020

GDA411 OTTOBRE 2020 VERNISSAGE

GDA411 OTTOBRE 2020 GDECONOMIA

GDA411 OTTOBRE 2020 GDMOSTRE

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012