Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 16 gennaio 2020

Cantieri aperti alla Reggia di Caserta | Restituzioni Italia-Francia | Bruno Racine neodirettore di Palazzo Grassi-Punta della Dogana | La giornata in 11 notizie

Uno degli scaloni della Reggia di Caserta

La Reggia di Caserta diventa un cantiere ma rimane aperta. La Reggia di Caserta sta per diventare un grande cantiere, ma per i turisti non cambia nulla: se una zona chiude, un’altra, appena restaurata, apre alle visite. Lo ha spiegato la direttrice Tiziana Maffei ieri nella conferenza stampa di presentazione del programma della Reggia. Tra i lavori previsti il risanamento delle coperture, il restauro del rivestimento marmoreo dello scalone d’onore e opere conservative in otto sale dell’Appartamento Reale, oltre a interventi sui letti monumentali di Gioacchino Murat e di Francesco II e su due comodini della camera da letto di Murat. [Il Mattino]

Restituzioni «incrociate» tra Italia e Francia. Si è tenuta ieri una cerimonia di restituzione di beni culturali tra Francia e Italia presso l’ambasciata francese in Italia. La Francia ha restituito al nostro Paese una scultura in marmo raffigurante una fanciulla dormiente (identificata come opera importante del 1926 di Arturo Dazzi), un frammento di testa in marmo (che potrebbe risalire al III secolo d.C.), un altro frammento marmoreo rappresentante una gamba femminile, probabilmente del XVII secolo e un’oinochoe apula del IV-III secolo a.C. L’Italia, per contro, ha restituito alla Francia sei manoscritti databili tra il 1814 e il 1815 e provenienti dall’archivio segreto di Napoleone Bonaparte, rinvenuti sul mercato antiquario toscano. [Il Mattino]

Bruno Racine neodirettore di Palazzo Grassi-Punta della Dogana. È Bruno Racine a subentrare a Martin Bethenod come direttore di Palazzo Grassi-Punta della Dogana a Venezia. Ad annunciarlo, ieri, François Pinault. Il cambio della guardia si terrà questa primavera, in occasione delle due mostre in programma dal 22 marzo: a Palazzo Grassi «Henri Cartier-Bresson. Le grand jeu» e a Punta della Dogana una collettiva curata da Thomas Houseago. Da parte sua, Martin Bethenod andrà a dirigere a tempo pieno il nuovo museo della Bourse de Commerce, la cui apertura è prevista per metà giugno 2020. Bruno Racine, nato a Parigi nel 1951, unisce la sua passione per la letteratura a quella per l’arte contemporanea. Ha ricoperto la presidenza del Centre Pompidou dal 2002 al 2007 e quella della Bibliothèque Nationale de France dal 2007 al 2016. Dal 1997 al 2002 è stato anche direttore di Villa Medici, sede dell’Accademia di Francia a Roma. È anche promotore del comitato parigino per le celebrazioni del settimo centenario della morte di Dante Alighieri, ricorrenza che cadrà nel settembre del 2021. [Lidia Panzeri per «Il Giornale dell'Arte»]

27 restituzioni dalla Francia al Benin. Grazie a un’iniziativa privata francese, il 17 gennaio verranno restituite 27 opere d’arte africana, che stavano per andare in vendita all’asta, allo Stato del Benin, che le conserverà nel Petit Musée de la Récade di Lobozounkpa. [Le Monde]

La nuova Soprintendenza delle Marche Sud spetta ad Ascoli Piceno. Nella gara tra Ascoli Piceno, Macerata e Fermo per ospitare la neonata soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio delle Marche Sud l’ha spuntata la prima, la città delle Cento Torri nel cuore del territorio piceno. Lo ha deciso il ministro per i Beni e le Attività Culturali e il Turismo Dario Franceschini «tenendo conto di parametri oggettivi, comunica il dicastero in una nota: il numero dei vincoli diretti; la consistenza di patrimonio, anche archeologico; il numero di abitanti e altre questioni logistiche e geografiche che fanno di Ascoli Piceno la sede più appropriata per potenziare le funzioni di tutela e garantire servizi efficaci ed efficienti ai cittadini nel territorio delle Marche meridionali». Felice il sindaco ascolano Marco Fioravanti, deluse le altre città, soprattutto Macerata. Varrà notare che Franceschini, del Pd, non ha scelto in base al colore politico: la giunta di Ascoli è di centro destra, le altre due di centro sinistra. Sia la città vincitrice sia Macerata sono nel «cratere» del terremoto 2016. [Stefano Miliani per «Il Giornale dell’Arte»]

C’è un’antica piramide nascosta a Samoa. Sull’isola di Savai’i, dell’arcipelago delle isole Samoa, celata dalla lussureggiante vegetazione della giungla, si nasconde un’antica piramide a punta piatta (il Pulemelei Mound), con una base di 65 metri per 60, che risale al periodo precedente la scoperta dell’arcipelago di Samoa da parte degli europei, che avvenne nel 1722. La vasta area archeologica è stata individuata grazie a degli scavi e a una mappatura laser. Gli archeologi intendono ora dare un’interpretazione di questo straordinario monumento. [La Stampa]

A Predappio non ci sarà il museo del fascismo. Il neosindaco di centrodestra del paese natale di Mussolini, Roberto Canali, ha azzerato il Centro Progetto Predappio, istituito dalla giunta precedente, guidata dall’ex sindaco Pd Giorgio Frassineti (che aveva ottenuto 3,5 milioni per la sua realizzazione). «Un museo sul fascismo è una cosa difficile da affrontare», ha dichiarato Canali. «Dovrebbe basarsi su una logica condivisibile da tutti. Io penso più a un’istituzione che si occupi di storia locale». [La Stampa]

Mimmo Paladino sulla sua «Tosca» al San Carlo di Napoli. Donatella Longobardi intervista Mimmo Paladino che ha disegnato le scene per la «Tosca», in programma al Teatro San Carlo dal 22 al 29 gennaio, con la regia di Edoardo De Angelis. Sul podio il maestro Donato Renzetti. [Il Mattino]

In vendita Palazzo Sammartino a Palermo a 1,2 milioni. Dopo svariati tentativi di vendita all’asta, Palazzo Sammartino, storico edificio settecentesco situato nel centro storico in via Lungarini, che ospita 20 unità immobiliari per una superficie complessiva di circa 3.100 mq e che era stato dichiarato di interesse culturale dalla Soprintendenza, sta per essere venduto a dei privati che hanno indirizzato un proposta di acquisto per poco meno di 1,2 milioni di euro. [Il Giornale di Sicilia]

Riapre a febbraio la Casa degli Artisti a Milano. La Casa degli Artisti a Milano, istituzione ultrasecolare (risale al 1909, quando i fratelli Bogani, mecenati amanti dell’arte, ospitavano vari artisti bohémien), riapre a Milano a febbraio in corso Garibaldi, con lo scopo di ospitare iniziative culturali di vario genere. Avrà anche un bistrot. [Corriere della Sera]

Distrutta la cattedrale di Malabo, in Guinea. Un incendio ha distrutto parte della Cattedrale di S. Isabella a Malabo, in Guinea, un capolavoro dell’architettura coloniale spagnola in Africa. Opera di Luis Sagarra, fu inaugurata nel 1916. [El País]

Redazione, edizione online, 16 gennaio 2020


Ricerca


GDA marzo 2020

Vernissage marzo 2020

Il Giornale delle Mostre online marzo 2020

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012