Giorno per giorno nell’arte | 15 marzo 2022

Spiragli di pace (almeno nell’arte): Tiziano e gli altri dipinti russi restano in Italia | Distruzioni e danni scampati (per ora) in Ucraina | Il Mose di Venezia forse riparte | Il restauro di due dipinti di Giambattista Tiepolo | La giornata in 17 notizie

Una delle foto scattate dal direttore del museo di Chernihiv distrutto e postate su Facebook
Redazione |

Spiragli di pace (almeno nell’arte): Tiziano e gli altri dipinti russi restano in Italia. Il direttore del museo di San Pietroburgo Mikhail Piotrovskij ha ottenuto un accordo con il ministero della Cultura russo. I quadri prestati a Milano e a Roma potranno continuare a essere esposti. Nella fattispecie, Piotrovskij il 14 marzo ha dichiarato: «L’Ermitage ha raggiunto un accordo con il Ministero della Cultura russo secondo il quale la richiesta di un ritiro immediato delle opere da noi prestate viene attenuata. I dipinti di Tiziano e Picasso continuano a rimanere quindi appesi alle pareti dei musei per diverse settimane. Lo stesso vale anche per le opere dell’Ermitage che fanno parte della mostra “Grand Tour” che, previo accordo con gli organizzatori, saranno ritirate immediatamente alla chiusura ufficiale. Dispiace molto che le relazioni culturali tra i nostri Paesi siano crollati in un tale “buio”. Se ne può uscire solo se conserviamo l’atmosfera di buona volontà e benevolenza. Ripetiamo sempre che i ponti della cultura si fanno saltare in aria per ultimi. Ora è venuto il tempo di proteggerli, e cercheremo di mostrare come si fa. Dobbiamo metterci chiaramente d’accordo su quando e soprattutto in che modo le opere torneranno all’Ermitage. Teniamo informato il Centro Ermitage Italia (anche se le sue attività operative sono state sospese) e i nostri partner italiani. Spero che l’Italia possa contribuire a creare un nuovo meccanismo di interazione tra le istituzioni culturali, vista una lunga tradizione nazionale di amore e rispetto alla cultura, all’arte e ai musei. L’odierna situazione museale deve mostrare un modo di risolvere problemi seri in un mondo molto complicato per non diventare uno strumento di lotta politica. Abbiamo bisogno di nuovi approcci e accordi senza un ritorno alla retorica della Guerra Fredda».

In Ucraina un museo di Chernihiv è stato gravemente danneggiato dai bombardamenti. Il direttore del Tarnovski Chernihiv Regional Historical Museum, Serhiy Laevsky, ha pubblicato aggiornamenti drammatici su Facebook durante i raid delle forze russe. [The Art Newspaper]

Storico monastero ucraino scampato a un attacco aereo. Le bombe, atterrate a 50 metri di distanza, hanno danneggiato l’esterno della cattedrale ottocentesca dell’Holy Mountains Lavra a Sviatohirsk nell’Ucraina orientale. [Il Giornale dell’Arte]

Il Mose di Venezia forse riparte
. Dopo un anno e mezzo di trattative con i creditori e dopo oltre due anni di cantieri bloccati, la più grande delle incompiute, il Mose di Venezia, forse ripartirà. Non subito, ma tra qualche mese. [Il Fatto quotidiano]

Il 16 marzo alle 11.30 viene presentato alla stampa a Verolanuova (Bs) il progetto di restauro di due dipinti di Giambattista Tiepolo
. Le due monumentali tele («Il sacrificio di Melchisedec» e «La raccolta della manna»), le più grandi mai realizzate dal maestro veneziano del Settecento, sono conservate sulle pareti laterali della cappella del Santissimo Sacramento nella basilica di San Lorenzo del comune, situato a pochi chilometri a sud di Brescia. [YouTube]

Il 14 marzo, con il sollevamento della prima pietra da parte del Patriarca greco ortodosso, del Custode di Terra Santa e del Patriarca Armeno e la loro benedizione, è stato annunciato l’avvio del restauro del pavimento della Chiesa del Santo Sepolcro a Gerusalemme, che vede il diretto coinvolgimento del Centro Conservazione e Restauro La Venaria Reale. Un accordo fra le comunità cristiane storicamente guardiane e servitrici dei luoghi santi, stipulato l’8 ottobre 2021, ha affidato alla Custodia di Terra Santa di farsi carico di alcuni rilevanti interventi di restauro nel Santo Sepolcro di Gerusalemme, che seguono a quelli relativi all’Edicola di Cristo curati dal Patriarcato greco-ortodosso nel 2016-17. L’intervento è coadiuvato da altre realtà italiane come l’Università La Sapienza di Roma, la ditta Manens – Tifs Spa di Padova, la ditta Ig Ingegneria Geotecnica di Torino e il Politecnico di Milano. [Emmanuele Bo per «Il GIornale dell’Arte»]

Nelle viscere di un’architetura fantascientifica. Lo studio di Agustín Hernández, uno dei gioielli dell’architettura brutalista messicana, apre per la prima volta le sue porte grazie al progetto di due giovani curatori d’arte. [El País]

In seguito alla sua elezione alla presidenza della Lega Calcio Serie A, Lorenzo Casini ha rassegnato le dimissioni dall’incarico di Capo di gabinetto del Ministero della Cultura. Il ministro Dario Franceschini ha ringraziato Casini per «il suo lavoro prezioso e determinante che ha consentito al ministero di rinnovarsi e riformarsi in profondità». [MiC]

Jean-Jacques Annaud gioca con il fuoco. Il film shock del regista «Notre-Dame brûle», che rievoca l’incendio nella cattedrale parigina, risveglia i ricordi della tragedia. E fa dei vigili del fuoco degli eroi. [Le Figaro]

Nasce «Treccani X». È online una nuova piattaforma che offre vantaggi, promozioni e contenuti dedicati. I membri Treccani X potranno accedere ai contenuti della piattaforma utilizzando la propria card nominale (a seconda della modalità di adesione), rilasciata gratuitamente. La comunità avrà per esempio la possibilità di salire a bordo di una speciale crociera a tema Caravaggio (organizzata con Msc Crociere) oppure di scoprire, insieme ad una guida dedicata, il patrimonio della Pinacoteca Ambrosiana di Milano, dei Musei Capitolini di Roma o ancora del Museo Archeologico di Napoli. [Ansa]

Alt del Regno Unito all’esportazione di un Joshua Reynolds da 65 milioni di dollari. Il governo del Regno Unito ha temporaneamente vietato l’esportazione di un dipinto dell’artista settecentesco Joshua Reynolds. Il «Ritratto di Omai» (1776), vale 65 milioni di dollari. Raffigura Omai, un uomo tahitiano che divenne una star nella società britannica del XVIII secolo. [ArtNews]

Benedetta Tagliabue, o la costruzione manuale della fede. La sua nuova chiesa di San Giacomo a Ferrara sembra fatta a mano. È stata costruita con mattoni, gesso, cemento e travi di recupero; è un collage che parla di mescolanza, di diversità, di lavoro manuale, e quindi di pluralità. [El País]

La ricamatrice di Diego Rivera acquistata dal Museo di Houston. Il Museum of Fine Arts di Houston ha acquistato un dipinto recentemente riscoperto dell’artista messicano Diego Rivera per 4 milioni di dollari all’asta di Christie’s dell’11 marzo scorso. Il prezzo dell’opera è il terzo più alto mai ottenuto per un’opera di Rivera all’asta, il cui record di 9,6 milioni di dollari è stato pagato per «The Rivals» (1931) da Christie’s nel maggio 2018, quando è stato venduto dalla collezione di David e Peggy Rockefeller. La ragione di questa quotazione sta anche nella storia del dipinto. [ArtNews]

Il 16 marzo alle 11.30 sarà messa a dimora nel Giardino Inglese del Parco Reale della Reggia di Caserta una Woodwardia Radicans
. Si tratta di una rara varietà di felce, una sorta di fossile vivente sopravvissuto dall’età preistorica e scoperta nel 1710 nel Vallone delle Ferriere di Amalfi dal botanico fiorentino Pier Antonio Micheli. L’esemplare in questione viene donato dall’Orto botanico di Napoli, in un’iniziativa promossa dall’associazione Premio GreenCare. Per info e accrediti scrivere a re-ce.comunicazione@beniculturali.it entro il 15 marzo. [Reggia di Caserta]

Otto nuovi ingressi tra «I borghi più belli d’Italia». Otto nuove località sono entrate a far parte dell’associazione «I borghi più belli d’Italia». Sono Ingria (To), comune montano a quasi mille metri di altitudine immerso nei boschi del Canavese; Rosazza (Bi), uno dei principali centri della Valle Cervo sulle Prealpi biellesi; Deiva Marina (Sp), località balneare situata nella vallata dei torrenti Deiva e Castagnola; Varzi (Pv), centro medievale dell’Oltrepò Pavese; Bagnara di Romagna (Ra), con la celebre quattrocentesca Rocca Sforzesca; Gesualdo (Av), centro medievale sulle colline dell’Appennino meridionale; Miglionico (Mt), caratterizzato dal medievale Castello del Malconsiglio; e in Sardegna Lollove, pittoresca frazione di Nuoro che dista circa 15 chilometri dal Comune. [Ansa]

Il pittore Lorenzo Puglisi ha donato agli Uffizi il suo autoritratto «al buio». Lo scorso anno il dipinto è stato protagonista di una mostra a Riga in Lettonia, in dialogo con il «Ritratto d’uomo» del Tintoretto, concesso appositamente in prestito dal museo fiorentino. [AdnKronos]

Mercato dell’arte: l’onda surrealista arriva a Parigi. Dopo il record di Magritte a Londra, Sotheby’s ha preparato per il 16 marzo la sua prima vendita serale parigina sul Surrealismo e sulla sua eredità. Contemporaneamente Christie’s presenta una delle più belle opere di Man Ray, che sarà messa in vendita a maggio a New York. [Le Figaro]

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Redazione