Giorno per giorno nell'arte | 15 dicembre 2020

Musei e gallerie inglesi chiusi dal 16 dicembre | Europa Creativa: per la cultura in Europa 2,2 mld in 7 anni | A Firenze il Museo della Lingua Italiana | La giornata in 11 notizie

La Great Court del British Museum
Redazione |

Musei e gallerie inglesi chiusi dal 16 dicembre. Nuove restrizioni per la pandemia da Covid nel Regno Unito: tra le prescrizioni governative, la chiusura di musei e gallerie a partire dal 16 dicembre. Ma gli addetti ai lavori criticano pesantemente la decisione dell'esecutivo, sostenendo che non c'è logica dietro la mossa. [The Art Newspaper

Europa Creativa: per la cultura in Europa 2,2 miliardi in 7 anni.
I negoziatori del Parlamento europeo e del Consiglio Ue hanno raggiunto l’accordo definitivo sul budget del programma di Europa Creativa, dedicato al sostegno del settore culturale, che prevede per il periodo 2021-2027 una somma di 2,24 miliardi di euro. [AgCult]

A Santa Maria Novella il Museo della Lingua Italiana.
A Firenze il museo della lingua italiana nascerà all'interno dell'area denominata ex Monastero nuovo del complesso di Santa Maria Novella. I lavori partiranno entro il 2021, nel 700mo anniversario della morte di Dante, per un investimento di 4,5 milioni, interamente coperto dal Mibact. [Ansa]

La collezione Morozov lascia per la prima volta la Russia: sarà esposta nel 2021 a Parigi. Dopo la mostra su Schukin nel 2016-17, la Fondation Vuitton a febbraio accoglierà il secondo capitolo (quello «Morozov») della storia dei grandi collezionisti russi di arte moderna. [Le Figaro]

Il portone dei Musei Vaticani. In un articolo-saggio Barbara Jatta ripercorre la storia dell'ingresso monumentale voluto da papa Pio XI, aperto nelle mura del Sangallo lungo viale Vaticano, inaugurato il 7 dicembre 1932 e ora chiuso al pubblico. [Il Sole 24 Ore]

Le nuove scoperte sulla Grotta di Cussac. Era un «tempio artistico» e una cripta funeraria preistorica la caverna di Cussac, in Dordogna. Dopo vent'anni di ricerche, una analisi interdisciplinare scopre le pratiche funerarie e simboliche che vi si svolgevano 30mila anni fa. [Le Monde]

Discordia tra gli studiosi per un Murillo. Due ricercatori attruibuiscono a Bartolomé Esteban Murillo una «Immacolata» del 1640 dopo il suo restauro: si tratterebbe della prima opera con quel soggetto che il maestro spagnolo dipinse. Enrique Valdivieso, esperto riconosciuto di Murillo, nega l'autografia. [El País

Annunciate le date di Miart a settembre. Miart, la fiera milanese di arte moderna e contemporanea organizzata da Fiera Milano scadenziata finora tradizionalmente nel mese di aprile, si terrà dal 17 al 19 settembre 2021 (con preview il 16 settembre) a Fieramilanocity. [Il Sole 24 Ore]

Pubblicato l'epistolario di Lucrezia Borgia. Se è vero che il suo nome evoca lussuria, veleni e omicidi, l'epistolario di Lucrezia Borgia, curato da Diane Ghirardo per Tre Lune Edizioni, ritrae un soggetto femminile totalmente diverso. [la Repubblica

Casa Boschi Di Stefano: riedizione della guida. Skira pubblica la riedizione della guida a Casa Boschi Di Stefano, a cura di Maria Fratelli. La palazzina, progettata da Piero Portaluppi, è un'emblematica collezione e sintesi del gusto, vezzi e status della borghesia milanese del secolo scorso. [Il Sole 24 Ore]

Addii
La scomparsa di Leonardo Mosso. È morto il 14 dicembre a Pino Torinese, all'età di 94 anni, Leonardo Mosso, architetto e artista, docente al Politecnico di Torino e in alcune Università europee, collaboratore di Alvar Aalto e poi suo rappresentate in Italia, tra i fondatori, con Maria Adriana Prolo, dell’Associazione Museo Nazionale del Cinema a Torino nel 1953, e fondatore dell’Istituto Alvar Aalto e del Museo dell’Architettura Arti Applicate e Design. [la Repubblica]

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Redazione
Altri articoli in GIORNO PER GIORNO NELL'ARTE