Giorno per giorno nell'arte | 14 giugno 2021

In un'operazione internazionale sequestrati 1.635 beni culturali | Si amplia il dibattito sulle restituzioni all'Africa | Il bilancio del presidente del Beaubourg Serge Lasvignes | La giornata in 14 notizie

Redazione |

Il Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale (Tpc) ha partecipato per l'Italia all'operazione internazionale «Pandora V», per contrastare il commercio d'arte di provenienza illecita, coordinata da Interpol ed Europol. Sono stati sequestrati 1.635 beni culturali e sviluppate 15 nuove attività investigative. [AgCult]

Emmanuel Kasarhérou, presidente del Musée du Quai Branly, archeologo e storico dell'arte originario della Melanesia, intende passare al setaccio le 360mila opere della collezione per individuare quelle con possibile origine «illegale o illegittima». [El País

La restituzione dei bronzi del Benin all'Africa da parte della Germania, annunciata di recente per il 2022, apre una nuova era nelle relazioni tra le istituzioni europee e il continente africano. L'ampiezza del dibattito in corso potrebbe dar corso a restituzioni di opere razziate in altri contesti da quello coloniale. [El País]

Harry Bellet ha intervistato Serge Lasvignes, presidente del Beaubourg giunto al termine del suo mandato (lascerà le proprie funzioni il 28 giugno), che traccia un bilancio della sua opera alla testa dell'istituzione parigina. «Tutto quello che avevo annunciato di voler fare, l'ho fatto». [Le Monde]

Tra qualche giorno si concluderanno i lavori per il restauro della facciata principale dell'Arena del Sole, lo storico teatro di via Indipendenza a Bologna. È stata anche rifatta anche l'illuminazione con luci a led. [Ansa]

In un'immensa cava nella città di Lleida, in Spagna, sorge il complesso artistico Planta, che raduna installazioni di grande formato firmate da artisti internazionali come Bill Viola, Anselm Kiefer o Chiharu Shiota. Ne scrive Ianko López. [El País]

La squadra della Gagosian Farm si allarga: il megamercante sta facendo team con altri galleristi allo scopo di scovare e reclutare nuovi artisti da aggiungere nella propria «scuderia». [artnet.com]

Il Museo dell'Illusionismo di Zagabria, creato nel 2015 e subito salutato dal successo di pubblico (i visitatori nel 2016 sono stati 100mila), ora ha «figliato» in quattro continenti, a Vienna, Belgrado, Berlino, New York, Parigi, Dubai, Il Cairo e Kuala Lumpur. Si annunciano prossime aperture: a Lione, Milano, Siviglia, Budapest, Tel Aviv e Filadelfia. [Le Figaro]

Si tiene in Albania dal 16 al 30 giugno l’European Archeological Film Festival, organizzato per la prima volta come progetto Eunic (degli Istituti di Cultura Nazionali dell'Unione Europea). L'iniziativa presenta 13 film (con sottotitoli in albanese) provenienti da 8 paesi diversi: Albania, Bulgaria, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Grecia, Italia e Spagna. [AgCult]

È stata annunciata una mostra («Essere umane. Le grandi fotografe raccontano il mondo») dedicata alle grandi fotografe donne, curata da Walter Guadagnini, che inaugurerà ai Musei di San Domenico a Forlì il 18 settembre e sarà visitabile fino al 30 gennaio. [Ansa]

Rinviata dall'anno scorso causa Covid, sarà inaugurata il 15 giugno nel Museo Diocesano di Taranto (e aperta al pubblico dal giorno successivo, fino al 26 settembre) la mostra «Gio Ponti e la Concattedrale di Taranto 1970-2020». [Ansa]

Fabio Sindici ha intervistato François Desset, l'archeologo francese che ha decifrato l'antica lingua elamita. Ci sono voluti 16 anni di lavoro, ma ora finalmente abbiamo la chiave interpretativa. [La Stampa]

Laura Traversi, avvalendosi di dati forniti dal database Artprice, fa il punto sul mercato delle opere di Damien Hirst, tra mostre e quotazioni, attendendo anche a breve l'ingresso dell'artista inglese nella galassia degli Nft. [Il Sole 24 Ore]

Le statue degli apostoli che costeggiano la scalinata del sagrato della Chiesa di San Pietro a Modica (Rg) e la statua di Santa Rosalia che si trova sul prospetto principale, saranno messe in sicurezza e restaurate grazie a un intervento di 80 mila euro disposto dall’assessorato alla Cultura della Regione Sicilia. [AgCult]

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Redazione
Altri articoli in GIORNO PER GIORNO NELL'ARTE