Giorno per giorno nell’arte | 14 febbraio 2022

Il fregio «siciliano» del Partenone potrà restare in Grecia | A Ostia scoperto un rilievo in stucco dipinto del dio Mitra | Attivisti nativi americani chiedono il ritorno di alcuni manufatti dalla Scozia | La Tour Triangle a Parigi divide i pareri | La giornata in 21 notizie

Il progetto della Tour Triangle a Parigi. Herzog & de Meuron
Redazione |

Il fregio Fargas del Partenone, restituito nei giorni scorsi dalla Regione Sicilia ad Atene, potrà restare in Grecia. Il Ministero della cultura italiano sosterrà «una rapida procedura per la sdemanializzazione e la conseguente restituzione permanente alla Grecia del frammento del Partenone a lungo e legittimamente custodito presso il Museo Salinas di Palermo e da gennaio in deposito temporaneo al Museo dell’Acropoli di Atene», ha dichiarato il ministro Dario Franceschini. [Giornale di Sicilia]

Nel Parco di Ostia Antica è stato scoperto un rilievo in stucco dipinto del dio Mitra. Si tratta di una rara rappresentazione della divinità in quel materiale. Il frammento è di circa un metro e dovrà ora essere analizzato e restaurato. [Corriere della Sera]

Degli attivisti nativi americani chiedono il ritorno di alcuni manufatti dalla Scozia. Il Kelvingrove Art Gallery & Museum di Glasgow acquisì mocassini, una collana e un cappellino da bimbo del popolo Lakota dopo il massacro di Wounded Knee. [The Art Newspaper]

La Tour Triangle a Parigi divide i pareri. Alto 180 metri, il nuovo edificio, progettato da Herzog & de Meuron, dovrebbe essere terminato entro il 2026. Conterrà, su una superficie di 91mila metri quadrati e 4 piani, un hotel, esercizi commerciali, uffici, spazi di coworking, un asilo nido e un centro congressi. Ma se per gli uni è una sfida architettonica, per gli altri è un’aberrazione ecologica. «Le Figaro» ha anche intervistato Jacques Herzog. [Le Figaro

Il «San Gennaro» di Luca Giordano nel complesso dei Girolamini a Napoli sarà restaurato con l’ArtBonus. Il crowdfunding per il restauro della tela del maestro napoletano, custodita nella cappella di Sant’Agnese, si è chiuso in appena 48 ore, grazie all’intervento dell’azienda vinicola Mastroberardino (già impegnata in altri progetti di tutela del patrimonio campano), che ha donato 7mila euro, cifra che copre l’intera copertura dei lavori. [la Repubblica]

I musei di fronte all’arte digitale, agli Nft e al Blockchain. In che modo le istituzioni museali possono entrare in gioco in questo nuovo mondo? Un esempio: a Seattle il mese scorso ha aperto il primo Museo d’arte Nft, con l’intera propria collezione che è costituita solo da opere d’arte con marche digitali. Ne scrive l’economista della cultura Massimiliano Zane. [AgenziaCult]

La riapertura della Burrell Collection a Glasgow. Dopo una ristrutturazione da 68 milioni di sterline durata ben 5 anni, il pregiato edificio degli anni ’70 che ospita questa importante collezione d’arte nella città scozzese è ora più spazioso e adatto ai visitatori. Ma a quale costo per il suo design originale? [The Guardian]

Un articolo-saggio di Letizia Bindi sulla rigenerazione dei territori con le risorse del Pnrr. L’autrice, docente di Antropologia Culturale e Sociale all’Università degli Studi del Molise, propone una riflessione ad ampio raggio sui contesti rurali e sulle aree depresse, periferiche e spopolate, alla luce di nuove esperienze innovative e di inediti processi partecipativi. [AgenziaCult]

Il campus nell’Innovation Center.
«42 Firenze» ha sede nell’Innovation Center di Fondazione Cr Firenze, antico granaio dei Medici, edificio tardoseicentesco di impianto fogginiano sui Lungarni, per lungo tempo presidio militare ma che conserva tuttora alcuni magnifici silos in laterizio. Acquistato e restaurato dalla Fondazione bancaria ospita oggi uno dei più importanti ecosistemi dedicati alla frontiera dell’innovazione in Italia: un hub («Nana bianca») dedicato al coworking. La scuola, che nasce in collaborazione con la Luiss di Roma, referente italiano della piattaforma francese Network 42 per la formazione digitale avanzata, è dislocata su due livelli, un open space di 1.200 metri quadri con tecnologie all’avanguardia che si affaccia sul lungarno fiorentino. Il campus è accessibile 24 ore su 24, 7 giorni su 7 (anche nei weekend e nei giorni festivi). Gli studenti potranno gestire in autonomia il proprio tempo, e quindi scegliere quando dedicarsi alle sfide della scuola. [Elena Franzoia]

Il presidente di Museimpresa, Antonio Calabrò, racconta il senso di #unmuseoalminuto. È un nuovo progetto artistico che, a partire dal 15 febbraio, andrà ad arricchire il patrimonio dell’Adi Design Museum di Milano. L’installazione permanente ha la forma di un grande orologio digitale nel cui quadrante, ogni sessanta secondi, appare l’immagine di un museo o di un archivio d’impresa che conserva e tutela il saper fare, l’innovazione, la creatività e il design italiano. [Corriere della Sera]

Il 14 febbraio alle ore 11, nella giornata di San Valentino, il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma presenta una nuova importante iniziativa che riguarda una celebre coppia, quella del Sarcofago degli Sposi. Si tratta della costruzione di una tavola antisismica appositamente studiata per la vetrina del gruppo scultoreo, per proteggere il reperto dalle vibrazioni. La tavola è frutto di una sinergia tra l’Università La Sapienza di Roma, l’Enea, l’Università Roma Tre e la ditta laziale Somma s.r.l.

Graciela Iturbide: «La mia fotografia è piena di ritualità». Claire Guillot intervista l’artista e fotografa messicana in occasione di una sua mostra alla Fondation Cartier a Parigi. Tema: i suoi viaggi all’interno del suo Paese e il suo immaginario. [Le Monde]

Il 15 febbraio si tiene presso la Biblioteca Universitaria di Pavia il convegno «Libri, lettori, ladri. La protezione del patrimonio librario in Italia», organizzato dalla Biblioteca Universitaria di Pavia insieme alla Fondazione Enzo Hruby. L’apertura del convegno è prevista alle ore 17 con i saluti istituzionali della Soprintendente archivistica e bibliografica della Lombardia Annalisa Rossi. Al tavolo dei relatori ci saranno Marzia Pontone, direttrice della Biblioteca Universitaria di Pavia, Laura Nicora, consulente tecnico d’ufficio presso il Tribunale di Milano e cultore di Ricerca bibliografica, Università di Pavia, Carlo Hruby, vicepresidente Fondazione Enzo Hruby e il Maggiore Claudio Sanzò, Comandante del Nucleo Carabinieri Tpc di Monza.

La realtà virtuale entra nel Museo della Scienza di Milano. Documentari a 360 gradi, cortometraggi su temi di attualità e non solo: la nuova Sala Vr offrirà ai visitatori un’esperienza immersiva tra scienza, tecnologia e società. [la Repubblica]

In Germania il premio di architettura del Dam (Deutsches Architekturmuseum) va a un progetto di edilizia abitativa a Monaco di Baviera. Il resto del campo dei candidati è piuttosto casuale. Elemento comune, la qualità. [Frankfurter Allgemeine Zeitung]

Intervista di Iker Seisdedos al fumettista statunitense Art Spiegelman. «Vietare i libri suscita solo interesse a leggerli». Così il disegnatore commenta il veto in una contea del Tennessee di «Maus», il suo fumetto sull’Olocausto. «Mi è parsa una dimostrazione del folle antisemitismo che continua ad esistere negli Stati Uniti», dichiara. [El País]

Una visita alla galleria Hakanto Contemporary, primo centro di arte contemporanea del Madagascar. La nuova galleria si propone di potenziare la scena artistica della nazione insulare, ma con molti dei suoi residenti che subiscono gli effetti di inondazioni devastanti, la cultura è davvero in cima alla loro lista? [The Art Newspaper]

Ai Weiwei: «Ho dovuto apprendere il talento della sopravvivenza». L’artista e attivista cinese, protagonista dell’arte contemporanea, pubblica in Francia 1000 ans de joies et de peines. È un’autobiografia in cui racconta la storia di suo padre, Ai Qing, caro amico di Mao e poi sua vittima, e ripercorre la storia della sua infanzia e del suo paese. [Le Figaro]

Da Christie’s un Magritte appartenuto in passato a Sophia Loren
. Verrà venduto il primo marzo «La lumière du pôle» (1926-27), un quadro di René Magritte già appartenuto alla collezione di Sophia Loren e del marito Carlo Ponti. Il dipinto sarà proposto a Londra durante «The Art of the Surreal Evening Sale». Stima: 6,5-9 milioni di euro. [La Stampa]

Addii
È morto a 94 anni a Pavia il 10 febbraio Mino Milani, romanziere, sceneggiatore di fumetti (con disegnatori come Hugo Pratt, Aldo Di Gennaro e Milo Manara) e divulgatore storico-scientifico. Fondamentale, negli anni Sessanta e Settanta, la sua collaborazione, come giornalista e sceneggiatore, al «Corriere dei Piccoli» e poi al «Corriere dei Ragazzi». [La Stampa]

Il 12 febbraio è scomparsa a New York, all’età di 106 anni, l’artista cubana americana Carmen Herrera, resa celebre dalle sue astrazioni hard-edge. La notizia della morte è stata data dalla Lisson Galleery, che ha rappresentato l’autrice per oltre un decennio. [ArtNews]

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Redazione