Giorno per giorno nell'arte | 13 gennaio 2021

Dal 16 gennaio riaprono i musei in zona gialla | Chiude la Villa Reale di Monza | Il «San Pietro martire» di Donatello restaurato è a Fabriano | La giornata in 13 notizie

Redazione |

Dal 16 gennaio riaprono i musei in zona gialla. Nelle regioni in zona gialla «potranno riaprire i musei nel rispetto di tutte le misure di distanziamento come luogo simbolico della cultura del nostro Paese». Lo ha annunciato il ministro della Salute Roberto Speranza, intervenendo in aula alla Camera per illustrare il nuovo Dpcm che il governo dovrà adottare dal 16 gennaio prossimo. [AgCult]

Chiude la Villa Reale di Monza. La Villa Reale di Monza, che nel 2014 era stata riaperta al pubblico dopo anni di abbandono, chiuderà nuovamente. È la conclusione di un lungo contrasto tra il Consorzio di gestione di Parco e Villa Reale, presieduto dal sindaco di Monza Dario Allevi, e il concessionario Nuova Villa Reale (formato dalle imprese vincitrici del concorso internazionale per la valorizzazione della villa). Quest'ultimo, non avendo ricevuto il pagamento di 8 milioni di euro a saldo delle spese dal Consorzio di gestione, ha dovuto chiudere le utenze di acqua, luce e gas e ha cancellato una mostra su Dalí che era in programma in quella sede. Il 15 gennaio riconsegnerà le chiavi allo stesso Consorzio. [Ansa]

Il «San Pietro martire» di Donatello restaurato è a Fabriano. La scultura lignea quattrocentesca rappresentante San Pietro Martire attribuita a Donatello è stata riconsegnata il 12 gennaio alla Pinacoteca Civica Molajoli di Fabriano, dopo essere stata sottoposta a un restauro condotto a Firenze da Anna Fulimeni, sotto la direzione scientifica di Pierluigi Moriconi, storico dell'arte della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio delle Marche. [Ansa]

Trovata una moneta cinese dell'XI secolo in Inghilterra. In un giardino dello Hampshire, in Inghilterra, è stata ritrovata una moneta cinese dell'XI secolo d.C. La scoperta getta una nuova luce sull'estensione del commercio nel Medioevo, con rapporti con l'Estremo Oriente ben più intensi di quanto si sia creduto finora. [Le Figaro]

L'antica fabbrica di gas di Oviedo fa discutere. Alcuni movimenti cittadini della città spagnola di Oviedo stanno cercando in tutti i modi di evitare la demolizione di uno stabilimento di produzione di gas, un edificio del XIX secolo esempio di architettura industriale iberica. [El País]

Ivan Morozov sugli scudi. Nell'attesa che apra a Parigi, il 24 febbraio, alla Fondation Louis Vuitton una mostra sulla collezione di Ivan Morozov, l'editore Johan & Levi pubblica in questi giorni un saggio sulla Storia di una dinastia russa e di una collezione ritrovata, di Natalia Semënova. [Il Sole 24 Ore]

Nella sala rinnovata del Beato Angelico al Museo di San Marco a Firenze. Angelo Tartuferi illustra i lavori di riallestimento che, con il sostegno di Friends of Florence, hanno trasformato, nel Museo di San Marco a Firenze, gli spazi dedicati al frate pittore domenicano. [Il Sole 24 Ore]

L'importante storia dei colori. Marc Zitzmann ha incontrato lo storico dei colori francese Michel Pastoureau, che è stato docente, dal 1987 al 2007, alla parigina Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales e, dal 1982 al 2015, alla Ecole pratique des Hautes Etudes. [Frankfurter Allgemeine Zeitiung]

Mibact: disponibile un incarico nella Dg Archeologia, Belle Arti e Paesaggio. È stato pubblicato sul sito del Ministero per i Beni culturali un avviso relativo alla disponibilità di un incarico di funzione dirigenziale di livello non generale nel Servizio I – Organizzazione e funzionamento della Direzione generale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio. L'incarico avrà una durata di tre anni ma potrà essere assegnato anche ad interim. [AgCult]

Laura Bossi, tra Darwin e Dante. Incontro di Eric Biétry-Rivierre con la storica della scienza Laura Bossi, moglie del critico d'arte Jean Clair, che firma la mostra del Musée d'Orsay sul naturalista britannico Charles Darwin, mentre in Italia prepara le celebrazioni per il 700mo anniversario della morte dell'Alighieri. [Le Figaro]

Una riflessione sul futuro degli enti culturali. Pubblicato su AgCult un intervento di Paola Dubini, docente di Management delle industrie e istituzioni culturali all'Università Bocconi di Milano, sul futuro delle organizzazioni culturali, partendo dalla lettura del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (Pnrr) attualmente in discussione. [AgCult]

I libri di Umberto Eco all'Università di Bologna per 90 anni. Il Ministero per i Beni Culturali ha raggiunto con gli eredi di Umberto Eco un accordo sul destino del suo archivio e della biblioteca moderna: essi saranno affidati in comodato d'uso all'Alma Mater per 90 anni, a condizione che il patrimonio sia conservato, digitalizzato e fruibile al pubblico. [la Repubblica

Brafa in the Galleries: nuovo format. La nuova formula della fiera di Bruxelles Brafa, che quest'anno non potrà tenersi in presenza per ovvi motivi, prevede che dal 27 al 31 gennaio le gallerie antiquarie partecipanti alla manifestazione siano aperte ciascuna nella propria sede. Sul sito della fiera brussellese informazioni, opere e video realizzati dagli antiquari partecipanti. Per l'Italia, aderiscono le milanesi Robertaebasta, Dalton Somarè, Brun Fine Arts, Cortesi Gallery e Repetto Gallery, le romane Paolo Antonacci e W. Apolloni, la veneziana Gioielleria Nardi, Theatrum Mundi di Arezzo e Chiale Fine Art di Racconigi (Cn). [Il Giornale dell'Arte]

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Redazione
Altri articoli in GIORNO PER GIORNO NELL'ARTE