Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 12 settembre 2019

Il nuovo Comandante del Nucleo Tpc dei Carabinieri | Franceschini congela Bonisoli | Restauro «in diretta» per la Pietà Bandini | La giornata in 19 notizie

Roberto Riccardi, nuovo comandante del Nucleo Tpc dell'Arma dei Carabinieri

Cambio al vertice del Nucleo Tpc dei Carabinieri. Oggi il generale di brigata Roberto Riccardi, già capo Ufficio Stampa del Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri, assume il comando dei Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale subentrando a Fabrizio Parrulli, che da oggi passa al vertice del Comando Legione Carabinieri del Veneto. [AgCult]

Franceschini congela la riforma di Bonisoli.
Il neoministro dei Beni culturali Dario Franceschini ha bloccato le modifiche all’ordinamento disposte dal suo predecessore, Alberto Bonisoli, ma ha chiarito che si tratta «solo di una misura cautelativa, perché sono decreti fatti in agosto, quando la crisi politica era già aperta, e quindi non c’è la volontà di disfare». Comunque si prevedono la permanenza dei Cda dei musei autonomi e la riconferma dei direttori stranieri di museo in scadenza. [Corriere della Sera]

Un restauro-evento per la Pietà Bandini. L'opera incompiuta e «maledetta» di Michelangelo, la «Pietà» che lo scultore iniziò a realizzare per la sua tomba salvo poi tentare di distruggerla in un impeto di rabbia a 72 anni, comincerà a essere restaurata presso il museo dell'Opera del Duomo di Firenze, che le ha riservato un'intera sala dando la possibilità ai visitatori di assistere ai lavori. [Corriere della Sera]

Un'opera d'arte non fa parte del panorama. Solitamente si pensa che fotografare e diffondere le immagini di un'installazione artistica sia un'operazione che si può compiere liberamente, tanto quanto fotografare un panorama. Ad Amburgo invece la pensano diversamente: secondo il regolamento pubblicato in rete, chiunque condivida sui social le immagini dell'opera «Blue Port», installazione di luci temporanea sul porto della città, dovrà pagare i diritti di copyright. [Frankfurter AZ]

Un’anteprima della mostra di Leonardo al Louvre.
Alison Cole, direttrice di The Art Newspaper, analizza in anteprima la mostra su Leonardo da Vinci che il Louvre inaugurerà il 24 ottobre, approfondendo le ricerche scientifiche che gettano nuova luce sull’evoluzione artistica del grande maestro toscano.

Pittore italiano arrestato per presunto traffico di falsi. Martedì scorso il pittore emiliano Lino Frongia è stato arrestato con un mandato di cattura europeo, emesso in Francia, per truffa e riciclaggio. Deve rispondere su un presunto traffico di copie di opere di celebri artisti dei secoli XVI, XVII e XIX vendute come vere in Italia, Svizzera e Francia. [il Corriere del Veneto]

Appello degli intellettuali per il Mibac. Tomaso Montanari e diversi altri intellettuali italiani hanno rivolto ai parlamentari del nuovo Governo un appello affinché il Ministero della Cultura non sia affondato, bensì ricostruito. [il Fatto Quotidiano]

I 150 anni dell'Aie. Si è tenuta ieri a Roma la cerimonia per i 150 anni di esistenza dell'Associazione italiana editori. Tra le numerose personalità anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che ha ricordato che il Paese ha bisogno della libertà e dei diritti che gli editori contribuiscono a diffondere. [il Fatto Quotidiano]

Il Seicento francese sugli scudi. Si inaugura il 18 settembre alla Galerie des Gobelins di Parigi la mostra «Creare per Luigi XIV. Le manifatture della Corona sotto Colbert e Le Brun», che identifica in Jean-Baptiste Colbert (1619-83), ministro per più di vent’anni sotto il regno di Luigi XIV, e Charles Le Brun (1619-90), primo pittore del Re, due figure chiave (di cui quest’anno ricorrono i 400 anni dalla nascita) per lo sviluppo delle arti decorative del XVII secolo. L’esposizione presenta un centinaio di opere tra arredi, arazzi, oggetti d’arte, dipinti, stampe e documenti d’archivio, provenienti dal Mobilier National e da diversi altri musei francesi, e chiude il 4 dicembre. [Il Giornale dell’Arte]

Un patrimonio mal condiviso. A Parigi i magistrati della Corte dei Conti richiamano il Ministero della Cultura per la mancanza di manutenzione del Palazzo della Porte-Dorée, realizzato nel XII arrondissement da Albert Laprade per l'Esposizione Coloniale del 1931. Le ragioni di questa trascuratezza sono da trovarsi nella condivisione della struttura con altri tre Ministeri. [Le Monde]

A processo per falsificazione di reperti. Vanno finalmente a processo gli archeologi della squadra di Eliseo Gil che, dopo la scoperta di un sito cristiano ad Alava nel 2006, hanno ottenuto finanziamenti per 3,7 milioni di euro manipolando 476 resti in modo che sembrassero reperti eccezionali, capaci di cambiare il significato della storia del cristianesimo basco. L'inganno venne scoperto nel 2008. [El País]

Il parco come cuore di una città. Mettere la natura al centro della riqualificazione e dello sviluppo urbano è un'idea ormai accettata e diffusa fra tutti gli architetti, e numerosi studi provano che porta vantaggi alla salute fisica e mentale degli abitanti. Tuttavia sussistono ancora degli ostacoli amministrativi e culturali che rallentano la conversione in verde delle città francesi. [Libération]

Frank Dunphy deve a Damien Hirst una cena (o meglio una colazione). Dal rapporto annuale dell'Arts Council, che mostra come il fisco inglese abbia incamerato 60 milioni di sterline grazie alla norma che permette di donare opere d'arte per pagare le tasse, emerge il fortunato caso dell'amico e manager di Damien Hirst, che con una collezione di 73 tovaglioli, semplicemente scarabocchiati dall'artista durante le loro colazioni di lavoro, ha risparmiato 90mila sterline di tasse. [The Daily Telegraph]

Una sorpresa insperata. Si sapeva da tempo dell'esistenza della porta di Hernán Román o del Castro, il principale dei passaggi del muro della fortificazione dei re Zirí, risalente all'XI secolo, nel quartiere di Granada di Albaicín. Durante i lavori di restauro su una sezione del muro dell'eremo cristiano di San Cecilio, costruito nel XVIII secolo, gli archeologi se la sono trovata improvvisamente davanti, in condizioni migliori di quanto potessero immaginare. [El País]

All’asta una Madonna dell'entourage di Raffaello.
Nella vendita di dipinti antichi che Dorotheum terrà a Vienna il 22 ottobre compare una «Madonna con Bambino» (olio su tavola di 56,5x41,5 cm), data all'entourage di Raffaello. L’opera compare per la prima volta sul mercato, e proviene da una collezione privata europea già appartenuta ad Adele d’Affry, duchessa di Castiglione Colonna. Le stime del dipinto sono comprese tra 300 e 400mila euro. [Il Giornale dell’Arte]

I colleghi a Michelangelo: che il gigante stia nella loggia!
Il 25 gennaio del 1504 si tenne una singolare riunione presso l'Opera di Santa Maria del Fiore a Firenze: i maggiori artisti dell'epoca, Botticelli, il Perugino, Filippino Lippi, Andrea Della Robbia, Antonio e Giuliano da Sangallo, Piero di Cosimo, Lorenzo di Credi, Francesco Granacci e Leonardo da Vinci, vennero convocati per decidere quale fosse il luogo più idoneo dove collocare il «David», che Michelangelo stava terminando di scolpire. Il verbale, conservato in un prezioso volume, viene ora esposto al Museo dell'Opera di Firenze. [il Giornale]

Eredità architettoniche perdute in Spagna. Si ricordano gli emblematici casi di nove gioielli architettonici spagnoli, che sono stati demoliti per colpa di speculazioni, motivi politici, trascuratezza o semplice ignoranza. [El País]

Arte messa alla prova dalla recessione in Australia. La Sydney Contemporary 2019 si presenta senz'altro come la più grande fiera d'arte australiana, con 450 artisti provenienti da tutto il mondo. Tuttavia il Paese è alle prese con una recessione economica appena arrivata, quindi il volume degli acquisti potrebbe venir ridimensionato in maniera imprevista. [The Guardian]

Innamorato di un'isola sarda. L'imprenditore romano Fabio Sbianchi acquista l'isola sarda di Serpentara, che si trova in un'area marina protetta di fronte a Villasimius. Sui suoi 134 ettari non è possibile edificare nulla, ma l'uomo ha dichiarato il suo impegno per mettere in sicurezza la torre spagnola che sorge sull'isola e cederla in comodato d'uso gratuito al Comune. [la Repubblica]

Redazione, edizione online, 12 settembre 2019


Ricerca


GDA dicembre 2019

Vernissage dicembre 2019

Il Giornale delle Mostre online dicembre 2019

Vedere a ...
Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Vedere a Torino 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012