Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Giorno per giorno nell’arte

Giorno per giorno nell'arte | 12 ottobre 2020

Olafur Eliasson sui ghiacciai delle Alpi | Il 15% delle vendite d'arte all'asta è di arte contemporanea | I 100 anni di Marino Golinelli | La giornata in 17 notizie

Marino Golinelli

Olafur Eliasson sui ghiacciai delle Alpi. È l'agonia dei ghiacciai a causa del cambiamento climatico il tema di un'installazione realizzata dall'artista islandese-danese Olafur Eliasson in Val Senales, in Alto Adige. Sul ghiacciaio Giogo Alto, a oltre 3mila metri di quota, l'opera si articola in un tratto di sentiero alpino lungo 410 metri, con nove porte distanziate a intervalli misurati in ragione della durata delle ere glaciali della Terra. Al termine del percorso si apre un padiglione formato da grandi anelli di acciaio e vetro. [Ansa]

L’arte contemporanea costituisce il 15% delle vendite all’asta di arte. Secondo uno studio del sito specializzato di mercato dell'arte Artprice, il boom degli artisti nati dopo il 1945 negli ultimi vent'anni ha visto un aumento di 21 volte del fatturato delle vendite delle loro opere. [Le Figaro

I 100 anni di Marino Golinelli. Il fondatore di Alfasigma e collezionista d'arte Marino Golinelli compie 100 anni. Nell'intervista con Paolo Conti, rivela di essere partito con 60mila lire in tasca, e di aver cominciato a capire l'arte partendo dallo studio della fisica dei colori. [Corriere della Sera]

Il restauro di cinque manoscritti miniati a Bologna. Un intervento di restauro e digitalizzazione su cinque manoscritti liturgici miniati appartenenti al Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna prenderà avvio in questi giorni per concludersi a giugno 2021. Si tratta di corali di grandi dimensioni (59x41 cm in media), provenienti dai monasteri domenicani di Santa Maria Maddalena di Val di Pietra e di Sant'Agnese e da San Michele in Bosco e risalenti ai secoli XIII-XIV. All'intervento di restauro sui pezzi farà seguito la riproduzione digitale. [Ansa]

Il Premio Campigna 2020 ad Arnaldo Pomodoro. Lo scultore e orafo Arnaldo Pomodoro si è aggiudicato il Premio Campigna 2020, giunto alla 61ma edizione. Il «Cono tronco», l'ultima creazione dell'artista, nato a Morciano di Romagna e internazionalmente celebre per le sue sfere in bronzo, è stato installato nel Parco di Sculture all'aperto di Santa Sofia, nel Forlivese. [Ansa]

L’ottagono protetto dagli dèi. Gli archeologi spagnoli ricostruiranno con materiali sintetici l'unica villa romana spagnola conosciuta a pianta ottagonale, a Valdetorres del Jarama, che fu saccheggiata nel periodo visigoto. [El País]

Fine dell’età dell’oro per Versailles. Mentre un tempo il mondo intero vi accorreva, ora la residenza reale di Versailles è trascurata dai turisti stranieri e deve ormai trovare una sua via per sopravvivere. [Le Figaro]

L'ultima tappa di «Rinascimento marchigiano». Va in scena al Palazzo del Duca di Senigallia (An), dal 16 ottobre al 31 gennaio 2021, la terza e ultima tappa della mostra «Rinascimento marchigiano. Opere d’arte restaurate dai luoghi del sisma» a cura di Stefano Papetti e Pierluigi Moriconi. [Il Giornale dell'Arte]

Gli antichi sampietrini di Roma in vendita con lo sconto. È giusto? Si moltiplicano gli annunci sul web per la vendita di sampietrini romani provenienti dal centro storico della Capitale, nei luoghi in cui vengono rimpiazzati dall'asfalto. Ci si chiede se sia giusto disfarsi (e a prezzo di realizzo) di questi pezzi di storia dell'urbanistica. [Corriere della Sera - Roma]

Max Hollein, direttore del Met: «Dobbiamo essere una istituzione più onesta». Colpita dalla pandemia, l'istituzione newyorkese si avvia per il suo 150mo anniversario a una riflessione sul suo passato e sul suo ruolo nella società. [El País]

Lo splendore rinascimentale di Siviglia. L'Archivio Municipale di Siviglia termina una investigazione pluridecennale con la pubblicazione dei «Papeles del Mayordomazgo», un complesso di documenti che permette di ricostruire la vita della città spagnola tra il 1310 e il 1591. [El País]

Il Museo Egizio di Torino viaggia a Helsinki e a Tallinn. Il Museo Egizio di Torino riprende l'attività espositiva internazionale: si inaugurano, infatti, in questi giorni, due nuove esposizioni che portano, per la prima volta, in Finlandia ed Estonia i reperti della collezione torinese. «Egypt of Glory» è il titolo del progetto espositivo unitario ospitato fino a marzo 2021 in due sedi, il museo Amos Rex di Helsinki e il Kumu Art Museum di Tallinn. [Agi]

Lo stimolante 25mo anniversario della Convenzione Unidroit. I 25 anni della Convenzione Unidroit sui beni culturali rubati o illecitamente esportati del 1995, celebrati a Roma presso la sede di Unidroit l'8 e 9 ottobre scorsi, hanno mostrato alla comunità internazionale che nonostante l'età, il Covid 19 e lo scetticismo dei paesi-mercato, la Convenzione è più viva che mai. [Il Sole 24 Ore]

Enoc Perez e Brigitte Schindler, affascinati da Carlo Mollino. Doppia intervista di Letizia Rittatore Vonwiller a Enoc Perez, artista portoricano, e Brigitte Schindler, fotografa tedesca, sulla loro mostra aperta fino al 16 maggio alla Collezione Maramotti di Reggio Emilia, e sull'influenza esercitata dall'architetto e designer torinese Carlo Mollino sulla loro ispirazione. [Corriere della Sera]

Aggiornamenti su Expo 2021 a Dubai. Prevista per il 20 ottobre del 2020, Expo era un evento atteso dal 2013: la pandemia però ha sconvolto tutto. Così ora la città di Dubai sta lavorando con lo stesso impegno in vista della nuova inaugurazione il primo ottobre 2021. [Il Sole 24 Ore]

Una nuova guida topografica sui Sacri Monti. Gérard Chrétien, con le sue osservazioni di pellegrino a piedi da Reims (ha percorso 1.387 chilometri in 57 giorni), ha partecipato al lavoro di Franco Grosso e Renata Lodari, autori della guida topografica Il Devoto Cammino dei Sacri Monti, dal Piemonte alla Lombardia, pubblicata da Libreria Geografica per National Geographic Maps, volume che verrà presentato sabato 17 ottobre alle 11 al Municipio di Orta San Giulio (No). [La Stampa]

World Press Photo a Torino. Per il quarto anno consecutivo è tornata a Torino World Press Photo, la mostra di fotogiornalismo più importante del mondo. Quest'anno cambia location: è in programma a Palazzo Madama. La mostra si è aperta il 10 ottobre e rimarrà accessibile al pubblico fino a lunedì 18 gennaio 2021. [Ansa]

Redazione, edizione online, 12 ottobre 2020


  • Olafur Eliasson davanti alla struttura terminale della sua installazione sul ghiacciaio Giogo Alto. Foto Ansa

GDA411 OTTOBRE 2020

GDA411 OTTOBRE 2020 VERNISSAGE

GDA411 OTTOBRE 2020 GDECONOMIA

GDA411 OTTOBRE 2020 GDMOSTRE

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012