Giorno per giorno nell'arte | 12 maggio 2021

Scoperte nell'Egitto centrale 250 tombe rupestri | Il Museo Reina Sofía riordina le collezioni | Jean-Michel Basquiat da Christie's a 93 milioni | La giornata in 12 notizie

Il sito nell'Egitto centrale recentemente scoperto
Redazione |

Circa 250 tombe rupestri risalenti a circa 4.200 anni fa sono state rinvenute nell'Egitto centrale (governatorato di Sohag) da una missione del Consiglio supremo delle antichità egiziane. Le costruzioni sono databili dalla fine dell'Antico Regno alla fine del periodo tolemaico. [Ansa]

Il Museo Reina Sofía di Madrid apre il «primo capitolo» del riordinamento delle proprie collezioni. Vi si illustrano gli effetti dell'egemonia culturale statunitense, l'utilizzo delle esposizioni come strumento di potere del franchismo e la risposta utopica dell'America Latina. [El País]

Il dipinto di Jean-Michel Basquiat «In this case», offerto in asta da Christie's a New York l'11 maggio, è stato battuto dalla casa d'aste a un prezzo finale, diritti compresi, di 93,1 milioni di dollari. [Le Figaro]

Il gigante di Cerne Abbas, una figura di gesso scavata sul pendio di una ripida collina a nord di Dorchester, nel Dorset in Inghilterra, che rappresenta un gigantesco uomo nudo, era un'opera sassone, verosimilmente databile tra il 700 e il 1100 d.C. [The Art Newspaper]

A Bologna Palazzo Pepoli da oggi accoglie in modo permanente la replica realizzata da Factum Foundation di Adam Lowe delle 16 tavole del Polittico Griffoni di Francesco del Cossa ed Ercole de' Roberti esposte in Palazzo Fava fino a tre mesi fa. [Ansa]

Parte il bando internazionale per due posti di direttore: quello del Museo delle Civiltà all'Eur e quello del Parco Archeologico di Paestum e Velia. Lo ha annunciato il ministro Dario Franceschini. Le candidature possono essere presentate fino al 20 giugno. [AgCult]

Per uscire dalla crisi, la Fundación Gala-Salvador Dalí di Figueres viaggia all'estero. Nel 2021 sono previste mostre a Taiwan, Corea e Russia, oltre a installazioni immersive a Parigi, Anversa e Firenze. [El País]

In occasione del centenario dalla nascita di Joseph Beuys andrà in onda su Sky Arte il 12 maggio alle ore 21.15 il film «Beuys. L'artista come provocatore» di Andres Veiel. [AgCult]

Sono state decise le date per il Salone del Mobile a Milano: si terrà dal 5 al 10 settembre. Il coordinamento è affidato a Stefano Boeri. L'edizione numero 59 della manifestazione sarà dedicata alla gente comune più che ai buyer, alle famiglie più che agli addetti ai lavori. [Corriere della Sera]

I dipinti rupestri dell'isola di Sulawesi (Indonesia), risalenti a circa 45mila anni fa, si stanno sgretolando. A denunciarlo è Franco Viviani, antropologo e docente presso il Dipartimento di Scienze Biomediche dell'Università di Padova. Fu proprio lui a scoprire le pitture nel 1985. [La Stampa]

Riaperture

Gli alberi incontrano le opere d'arte in «Back to Nature» nel parco di Villa Borghese a Roma, dal 12 maggio al 25 luglio, per il secondo anno consecutivo. Il progetto espositivo e accessibile gratuitamente. A cura di Costantino D'Orazio. [Ansa]

Addii
È morto l'11 maggio all'età di 85 anni Richard Nonas, scultore americano minimalista. A darne notizia la P420 Art Gallery di Bologna. Partito da studi di antropologia e letteratura, Nonas aveva intrapreso una serie di ricerche dedicate ai nativi americani nell’Ontario, in Canada, in Messico. Indirizzò poi la sua ricerca verso la scultura modulare.

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Redazione
Altri articoli in GIORNO PER GIORNO NELL'ARTE