Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 12 giugno 2019

Apre il museo delle Navi Antiche | Vernissage Vip ad Art Basel | La bozza di progetto di riorganizzazione del Mibac | La giornata in 16 notizie

Una delle navi romane del museo di Pisa

Apre a Pisa il Museo delle Navi Antiche. 4.700 metri quadri di superficie espositiva, 47 sezioni divise in 8 aree tematiche, 7 imbarcazioni di epoca romana, databili tra il III secolo a.C. e il VII secolo d.C. e circa 8 mila reperti: sono questi i numeri del Museo delle Navi Antiche di Pisa, che apre domenica 16 giugno dopo vent'anni di ricerche e restauri. [Ansa]

L'apertura di Art Basel. Si è aperta ieri con il tradizionale vernissage riservato ai clienti Vip l'edizione 2019 di Art Basel, la più importante fiera di arte contemporanea del mondo. Tra le vendite delle primissime ore, ha cambiato titolare un dipinto di Gerhard Richter, che aveva un «cartellino» di 20 milioni di dollari nello stand della galleria di David Zwirner. Lo stesso Zwirner ha inaugurato un nuovo modo dei galleristi di partecipare a una fiera: la pratica della vendita online. Il gallerista ha aperto una sottosezione del proprio sito chiamata «Basel Online», con opere in vendita: l'iniziativa pare abbia avuto un notevole successo. [artnet.com]

Il centralismo di Bonisoli. Diffusa la bozza del progetto di riorganizzazione del Mibac da parte del ministro della Cultura Alberto Bonisoli, che intende modificare il modello varato nel 2014 dal suo predecessore Dario Franceschini, intervenendo sull'autonomia gestionale per riportare a Roma parte delle competenze. [il Fatto Quotidiano]

L'onda sovranista non tocca la Scala. In molti a Milano pensavano che, per sostituire il sovrintendente alla Scala, l'austriaco Alexander Pereira, sarebbe stato scelto l'italiano Carlo Fuortes. Invece per la terza volta il mandato va all'estero, con l'incarico affidato al francese Dominique Meyer. [La Stampa]

In Italia lettori in calo... Appena rieletto presidente dell'Associazione Italiana Editori, Ricardo Franco Levi lancia l'allarme sulla situazione nazionale per quanto riguarda il numero di cittadini che leggono libri. Invece sulla situazione fiere annuncia la pace con il Salone del Libro di Torino e mette in «stand by» quello di Milano. [Corriere della Sera]

...ma ingressi ai musei in crescita (almeno nel Nord-Ovest). Visto il grande successo per la carta musei della Regione Piemonte, che ha registrato un aumento delle vendite del 30%, si sta pensando di coinvolgere nell'iniziativa anche le regioni limitrofe della Liguria e della Valle d'Aosta. [la Repubblica]

Non sono semplici luoghi di culto. Repubblicani e indipendenti trovano un accordo politico per depositare al Consiglio di Parigi (l'organo che svolge le funzioni di Consiglio municipale e Consiglio generale della città) un piano per salvare 75 chiese della capitale che, oltre al valore religioso, hanno un'importanza rilevante dal punto di vista storico o monumentale e contribuiscono al successo turistico della metropoli. [Le Figaro]

Un arcobaleno a zig-zag. Realizzato dal designer britannico-nigeriano Yinka Ilori, in collaborazione con i giovani architetti dello studio Pricegore, il nuovo padiglione estivo eretto sul prato della Dulwich Picture Gallery di Londra, intitolato «Colour Palace», mira a far concorrenza alla tradizionale installazione della galleria Serpentine. [The Guardian]

Macron in disaccordo con i francesi su Notre-Dame? Secondo la giornalista franco-belga Pauline Bock il caso di Notre-Dame de Paris sta diventando un simbolo della politica aggressiva di Macron: il presidente ossessionato dall'innovazione sta avendo la meglio sulla maggior parte dei francesi, che vorrebbero invece un restauro fedele della cattedrale. [The Guardian]

Il complicato caso di villa di Noheda. L'ex proprietario del terreno dove è stata ritrovata la villa di Noheda, gioiello archeologico di epoca romana, intende ottenere un risarcimento degno di questo nome. Espropriato senza il suo consenso del campo nel 2013 con l'offerta di 7.500 euro, lo scorso anno si è visto negare le proprie richieste dalla corte competente (il Tribunal Superior de Justicia), e ora si rivolge al Tribunal Supremo (la Cassazione spagnola) chiedendo 48,9 milioni di euro per lasciare tutto allo Stato. Ma dei cavilli giuridici ostacolano questa aspettativa. [El País]

14 euro per l'ingresso al Palacio de Liria. Accolta con malumore a Madrid la notizia che alla sua riapertura al pubblico (a gruppi massimo 65 persone alla volta), prevista per il prossimo settembre, l'ingresso al Palacio de Liria (la dimora madrilena dei duchi d'Alba, un palazzo stipato di opere d'arte) costerà 14 euro: con la medesima cifra si può entrare al Museo del Prado. [El País]

Un quadro troppo brutto per essere rubato. La contessa Cristina Ordovás Gómez-Jordana rischia quattro anni di carcere nel processo per la presunta appropriazione indebita di un dipinto attribuito a Van Dyck. La donna, apparsa davanti al tribunale di Madrid, ha dichiarato di non aver mai desiderato quella tela perché la giudica «troppo orribile». [El País]

I segreti del bunker nascosto sotto la duna. Archeologi al lavoro sul bunker che durante la guerra civile ospitò due grandi cannoni che servivano a proteggere il porto di Valencia. L'obiettivo è mettere alla prova la versione ufficiale, risalente alla fine degli anni '40, secondo la quale non avrebbero funzionato perché non c'era un impianto elettrico adeguato. [El País]

Libri rari sempre apprezzati in Francia. Dal primo manoscritto di Harry Potter alle pagine originali della Bibbia di Gutenberg, il mercato di libri rari registra sempre ottime vendite. Le prossime aste parigine da Christie's e Sotheby's promettono di confermare la tendenza. [Le Monde]

Più luce per i monumenti di Benevento. Il sindaco di Benevento Clemente Mastella annuncia un'iniziativa, lanciata con Acea, per la valorizzazione dei monumenti cittadini, che prende il via con l'illuminazione notturna del complesso monumentale medioevale di Sant'Ilario. [Corriere della Sera]

Trieste rifiuta una statua di D'Annunzio. Lanciata una raccolta firme a Trieste volta a bloccare la realizzazione di un monumento dedicato a Gabriele D'Annunzio per celebrare il centenario dell'impresa di Fiume, con la motivazione che l'intellettuale era estraneo alla città. [Il Giornale]

Redazione, edizione online, 12 giugno 2019


Ricerca


GDA novembre 2019

Vernissage novembre 2019

Il Giornale delle Mostre online novembre 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere a Torino 2019

Vedere in Canton Ticino 2019

Vedere in Emilia Romagna 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012