Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 12 febbraio

Lo splendore di Córdoba | I coniugi de Pury prendono strade diverse | La ricostruzione dell'Aquila | La giornata in 17 notizie

La mezquita di Córdoba. © Berthold Werner

Quando Córdoba era «caput mundi». Il medievalista Eduardo Manzano descrive in un saggio (La corte del califa, pubblicato dalla casa editrice spagnola Crítica) l'importanza della città di Córdoba durante il califfato omayyade di Al Hakam II (tra il 961 e il 976), quando questo centro era una delle maggiori potenze del mondo occidentale. Lo studioso ricostruisce vari aspetti di questa realtà anche grazie agli annali di un meticoloso funzionario amministrativo della corte, Isa al-Razi. [El País]

Simon e Michaela si separano. Una delle coppie più celebri del mercato dell'arte (e nella vita) si separa. Simon de Pury e Michaela Neumeister hanno annunciato in un comunicato: «dopo una lunga relazione personale e professionale, abbiamo separato i nostri rispettivi interessi economici e deciso di proseguire le nostre vite divisi». I due coniugi, dopo l'esperienza nella casa d'aste Phillips (allora Phillips, de Pury & Co), dove si erano conosciuti, avevano dato vita a «de Pury & de Pury», un'agenzia di servizi di consulenza d'arte, che ora pare destinata a cessare la propria attività. [ArtNews]

La ricostruzione all'Aquila «priorità assoluta». Il giorno dopo il successo elettorale parla il neopresidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio di Fratelli d'Italia, sostenendo che l'attuale stallo dei cantieri all'Aquila è «una vergogna da cancellare assolutamente» e che la ricostruzione «è una priorità assoluta». [il Fatto Quotidiano]

Un aspetto di cui tenere conto. La corsa per l'autonomia di Lombardia e Veneto passa anche per i grandi tesori dell'arte: se le competenze sulla valorizzazione dei beni culturali passasse alle Regioni come richiesto, lo Stato perderebbe tesori inestimabili. [Il Messaggero]

Da Torino a Baghdad per la formazione di personale.
Il prossimo aprile dal Centro di conservazione e restauro di Venaria partirà un restauratore verso Baghdad con l'incarico di occuparsi di formare il personale iracheno per riallestire il museo nazionale. La missione fa parte di un progetto avviato nel 2008 dal Centro ricerche archeologiche e scavi di Torino (Crast). [Corriere della Sera]

La Vespa diventa moneta. Poligrafico e Zecca dello Stato lanciano una speciale collezione numismatica con protagonista la «Vespa», storico scooter della Piaggio diventato un'icona dell'italianità nel mondo. Si tratta di tre monete d'argento con i colori della bandiera nazionale. [Ansa]

Precisazioni sulle decisioni per l'Ambrogiana. L'immobiliarista fiorentino Luca Lotti scrive al «Fatto» per rispondere al servizio di ieri di Tomaso Montanari sulla privatizzazione della villa Medicea a Montelupo (Firenze), sostenendo che le mosse criticategli rientrano nelle sue competenze di parlamentare, sottosegretario e coordinatore del Cipe. [il Fatto Quotidiano]

Vince un Grammy anche Laurie Anderson. L'artista visiva, regista, scrittrice e compositrice Laurie Anderson ha vinto domenica sera il suo primo Grammy Award al Microsoft Theatre di Los Angeles nella categoria «miglior musica da camera/esecuzione per piccoli organici» per «Landfall», un brano realizzato in collaborazione con il Kronos Quartet per l'etichetta Nonsuch Records, un brano ispirato dall'uragano Sandy, che nell'autunno del 2012 aveva devastato anche la città di New York. [artnet.com]

Hopper in carne e ossa. Il drammaturgo e regista Alessandro Serra porta a teatro i personaggi dei suggestivi quadri di Dennis Hopper con uno spettacolo intitolato «Frame»: nessuna trama, bensì una sequenza di immagini simboliche dipinte con la luce. [Corriere della Sera]

Effetto Leonardo. Le celebrazioni per i 500 anni dalla morte si fanno sentire anche sul mercato dell'arte: a fine gennaio da Sotheby's a New York delle copie della «Gioconda» e della «Battaglia di Anghiari» sono state vendute a prezzi prima impensabili. [Corriere della Sera]

Antichità a colori. Doppia pagina per Marco Leona, capo del dipartimento scientifico del Metropolitan Museum di New York, che si occupa di ripristinare i colori, quanto più possibile simili agli originali, sulle opere d'arte classica greca e romana. [la Repubblica]

I caratteri del Bauhaus. Una collaborazione tra l'azienda informatica Adobe e i grafici della Fondazione Bauhaus sta riportando alla vita alcuni font tipografici realizzati appunto durante il periodo di diffusione del celebre movimento d'arte e design tedesco. [Il Messaggero]

Quanto distanti sono ancora le macchine dall'uomo? Il «Figaro» pubblica un servizio di due pagine che approfondisce il recente tema dell'arte creata per mezzo di programmi di intelligenza artificiale, sia per quanto riguarda la pittura che per ciò che concerne la musica. [Le Figaro]

Mercato dell'arte, i consigli dell'FBI. L'agente speciale dell'FBI Christopher McKeogh, esperto di falsificazioni di opere d'arte, ha incontrato a Londra gli esperti del settore presentando le sue ultime indagini e informandoli sugli aggiornamenti della lotta ai falsi sul mercato. [The Daily Telegraph]

Leonardo per ricucire lo strappo. Alberto Mattioli invita il Governo a ritornare sull'accordo progettato dall'ex ministro della Cultura Dario Franceschini per organizzare le celebrazioni leonardesche senza ulteriori attriti con la Francia: «prima o poi (anzi, meglio prima che poi) bisognerà fare la pace con i francesi, perché non partire da Leonardo?». [La Stampa]

Prima prestateci la Gioconda... Dalle colonne del «Giornale» invece Luca Nannipieri risponde alla lettera di Filippo del Corno di ieri, sostenendo che ci sono più ragioni contrarie che favorevoli a instaurare un rapporto di collaborazione con i francesi per ricordare i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci. [Il Giornale]

...e già che ci siete, comprateci un po' di libri. Guarda alla Francia anche l'attuale ministro ai Beni culturali Alberto Bonisoli, durante il suo incontro di ieri con la commissione sull'editoria incaricata di studiare nuove leggi a favore dell'industria del libro. Il prossimo mese, in occasione della Fiera del Libro di Parigi, il ministro intende promuovere la vendita di libri italiani in Francia, perché ritiene che la nostra editoria sia poco rappresentata all'estero. [Corriere della Sera]

Redazione, edizione online, 12 febbraio 2019


Ricerca


GDA marzo 2019

Vernissage marzo 2019

Il Giornale delle Mostre online

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012