Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 11 ottobre 2019

Il nuovo MoMA | La Bourse du Commerce futura casa della Collezione Pinault | Eike Schmidt direttore del Fec | La giornata in 16 notizie

L'ingresso al MoMA

Conto alla rovescia per il nuovo MoMA. A New York c'è grande attesa per il 21 ottobre, data in cui il MoMA riaprirà, dopo quattro mesi di lavori di ampliamento che hanno portato all'aumento del 30% dello spazio espositivo e  che sono costati oltre 400 milioni di dollari. Oltre al «remix» della sua grande collezione, grazie al quale opere famose saranno accostate a quelle di artisti meno conosciuti, tra le novità c'è la possibilità di accedere, per la prima volta gratis, a uno dei suoi sei piani, oltre che al giardino delle sculture al pianterreno. In questo modo sarà incoraggiato l'avvicinamento di chi non può permettersi il biglietto di ingresso da 25 dollari (cifra che tuttavia non impedisce al museo di Manhattan di attirare 3 milioni di visitatori l'anno). [The Guardian]

La Bourse du Commerce (Collezione Pinault) aprirà a metà giugno. A metà di giugno 2020 la Bourse du Commerce di Parigi aprirà come sede della Collezione Pinault, dopo un restauro compiuto dall'architetto Tadao Ando, dallo studio NeM/Niney &v Marca Architectes, lo studio Pierre-Antoine Gatier e Setec Bâtiment. [Il Giornale dell'Arte]

Eike Schmidt direttore del Fec (Fondo edifici di culto). Il direttore degli Uffizi Eike Schmidt è il presidente del nuovo cda del Fondo edifici di culto (Fec), che resterà in carica per il quadriennio 2019-2022. Il cda si è insediato il 7 ottobre e, oltre a Schmidt, è composto dal prefetto Angelo Carbone, direttore centrale per l'amministrazione, dall'avvocatessa Biancamaria D'Agostino, dal dottor Pietro Di Natale, dalla dottoressa Lucia Foti, dall'architetta Federica Galloni, da don Renato Tarantelli Baccari, dal professor Andrea Bettetini e dall'avvocato Marcello Volpe. [Ansa]

Terminato il restauro del Polittico di San Giovanni in Val d'Afra. Viene presentato il 12 ottobre, presso il Museo Civico Piero della Francesca di Sansepolcro (Ar), il restauro del polittico di San Giovanni in Val d'Afra, opera di Matteo di Giovanni (1428 ca-1495), artista nativo di Sansepolcro ma attivo a Siena nell'entourage del Vecchietta. L'esecuzione della tavola centrale con il «Battesimo», dipinta da Piero della Francesca, è databile tra il 1444 e il 1447. Il restauro, durato circa cinque anni, è stato compiuto da Rossella Cavigli, inizialmente in collaborazione con l'Opifico delle Pietre Dure, per la parte tecnica, sotto la direzione di Paola Refice e poi di Felicia Rotundo, presso il Laboratorio di Restauro della Soprintendenza di Arezzo. [Il Giornale dell'Arte]

Uno scrigno arioso e luminoso. Un inserto speciale di quattro pagine presenta il Musée d'Art Moderne de la Ville de Paris dopo i lavori di ristrutturazione, curati dall'agenzia di architettura «h20», e il rinnovamento delle collezioni, spiegato dal direttore Fabrice Hergott. [Le Monde]

La Gare du Nord attende di conoscere il suo destino. La Commissione nazionale per lo sviluppo commerciale sta per esprimere il suo giudizio sul rinnovamento della Gare du Nord di Parigi, un grande progetto da 600 milioni di euro fortemente contestato da architetti e urbanisti. In caso di parere sfavorevole occorrerebbe rivedere il piano di lavoro, ma ciò renderebbe pressoché impossibile completare la riqualificazione in tempo per i Giochi Olimpici del 2024, che era l'obiettivo principale del Governo. [Le Figaro]

Che cosa succede a Notre-Dame? Sei mesi dopo l'incendio che ha devastato il soffitto della cattedrale di Notre-Dame de Paris, e dopo i problemi avuti con l'inquinamento da piombo, al cantiere le gru sono silenziose e gli operai lavorano a rilento. All'origine dei problemi sembra esserci ancora la sicurezza del sito, con i lavoratori costretti a fare fino a sei docce al giorno per evitare contaminazioni. [Le Figaro]

Pompei tra nuove scoperte ed esigenza di sicurezza. Servizio speciale su Pompei, dove sta giungendo a conclusione il «Grande progetto», tra gli ultimi importanti ritrovamenti, la cronica mancanza di custodi, e il record di visitatori e incassi registrato quest'anno. Il sito archeologico vive in una costante tensione tra l'orgoglio e il desiderio di mettere in mostra tutto il possibile, e il comportamento dei turisti che «toccano, toccano tutto, e si mettono in tasca le pietre». [il Venerdì di Repubblica]

Torna a Milano dopo 30 anni la Madonna Litta. Per i 500 anni dalla morte torna a Milano dall'Ermitage San Pietroburgo la «Madonna Litta» di Leonardo da Vinci, per una mostra commemorativa che raccoglie dipinti e disegni provenienti da collezioni pubbliche di tutto il Mondo. [la Repubblica - Milano]

Franceschini cambia idea su Trisulti. Il Ministero della Cultura ha annullato il provvedimento di concessione della Certosa di Trisulti all'associazione «Dignitas humanae institute», che voleva fare della storica abbazia la sede di una scuola internazionale di formazione politica improntata al sovranismo e vicina al politologo Steve Bannon. Era stato lo stesso ministro Dario Franceschini, durante il precedente incarico, a firmare la concessione ventennale. [Corriere della Sera]

Da qui si entrava a Siviglia nel Cinquecento. La porta di Triana, l'accesso principale a Siviglia nel XVI secolo, era il biglietto da visita della città che deteneva il monopolio del commercio con le Americhe per chi arrivava dal porto fluviale del Guadalquivir. Le sue colonne doriche accoppiate, riprodotte in incisioni e dipinti che circolavano in tutto il mondo, furono demolite nel 1868 ma ora due architetti, per rilanciare il progetto di ricostruzione, hanno ricostruito virtualmente la porta sovrapponendola a una foto che ritrae la sua posizione originale, dove oggi c'è una piazza moderna. [El País]

Il futuro incerto del San José. Si riapre la battaglia legale sul relitto del galeone spagnolo San José, affondato al largo delle coste della Colombia. Il Paese sudamericano ha infranto il contratto con la società svizzera «Maritime Archaeology Consultanse» per il recupero del relitto e la Spagna, cui spetta metà del tesoro, incarica due ministri di cercare di ricucire lo strappo. [El País]

In ricordo di Degas. Per omaggiare la grande passione dell'artista francese Edgar Degas per il balletto, presso il Musée d'Orsay, dove è in corso una mostra dedicata all'autore delle celebri «ballerine», l'Opéra di Parigi ha organizzato uno speciale spettacolo con le danzatrici vestite esattamente come le ritrasse il pittore nel suo famoso quadro. [La Stampa]

Vedere l'Ermitage al cinema. Doppiatore di prim'ordine (l'attore italiano Toni Servillo), per l'edizione italiana del documentario «Il Potere dell'arte», realizzato da Sky presso l'Ermitage di San Pietroburgo e distribuito in tutto il mondo. Nelle sale italiane per tre giorni a partire dal prossimo 22 ottobre. [il Giornale]

La rinascita di Torre Velasca. Assieme al passaggio di proprietà, la società americana Hines promette un piano di recupero per uno degli edifici simbolo di Milano, il grattacielo di 26 piani progettato dallo studio Bbpr per rilanciare una zona devastata dai bombardamenti anglo-americani del 1943. [Corriere della Sera]

Yoga e pilates al museo. Firmato a Torino un singolare accordo tra la Fondazione Torino musei e il Centro universitario sportivo: Palazzo Madama, Galleria d'arte moderna e Museo d'arte orientale offriranno prima o dopo gli orari di apertura dei corsi di yoga e pilates, che potranno essere abbinati a una visita alle mostre in corso. [La Stampa - Torino]

Redazione, edizione online, 11 ottobre 2019


Ricerca


GDA dicembre 2019

Vernissage dicembre 2019

Il Giornale delle Mostre online dicembre 2019

Vedere a ...
Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Vedere a Torino 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012