GDA415 IN EDICOLA
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Giorno per giorno nell'arte

Giorno per giorno nell'arte | 11 giugno 2020

Attacco ai monumenti: interviene anche Banksy | Carmen Thyssen vende i suoi gioielli d'arte | Un «bimbo paleolitico» nel museo di Isernia | La giornata in 18 notizie

Il bimbo paleolitico del Museo di Isernia. Foto tratta dall'Ansa

I monumenti a Cristoforo Colombo nel mirino dei manifestanti americani. Secondo i manifestanti americani del movimento «Black Lives Matter», lo scopritore dell'America è sotto accusa per essere all'origine del genocidio dei Nativi Americani. I suoi monumenti sono stati attaccati a Boston, Miami e in Virginia [Le Figaro]

Banksy propone di erigere un monumento a coloro che abbattono le statue «schiaviste». Sulla sua pagina Instagram lo street artist di Bristol Banksy propone, per così dire, di «dare un colpo al cerchio e uno alla botte». Si tratterebbe di rimettere in piedi la statua di Edward Colston, abbattuta nei giorni scorsi perché l'industriale raffigurato era stato ritenuto uno schavista, aggiungendovi però le figure di quelli che l'hanno abbattuta. Così «tutti sono contenti». [Le Figaro]

A Milano vogliono togliere la statua di Indro Montanelli. I «Sentinelli di Milano» (un «movimento informale» nato nel 2014 per combattere ogni forma di discriminazione) hanno scritto una lettera appello al sindaco Beppe Sala e al Consiglio comunale per chiedere di rimuovere la statua dedicata a Indro Montanelli, giornalista e scrittore che in Africa durante il colonialismo italiano fece di una bambina eritrea la sua concubina. [la Repubblica]

Il Museo Thyssen di Madrid perde un Gauguin, un Degas, un Monet e un Hopper (che saranno venduti). Sono state ritirate dalle pareti del Museo Thyssen di Madrid quattro opere d'arte della collezione Thyssen finora concesse in prestito da Carmen Cervera e che la baronessa Thyssen ha deciso di vendere. Il pezzo più importante è «Mata Mua» di Gauguin, opera del 1892 stimata intorno ai 40 milioni di euro. Le altre opere sono «Cavalli da corsa in un paesaggio», di Edgar Degas, del 1894, «Il ponte di Charing Cross» di Claude Monet, del 1899 e «Il “Martha Mckeen” di Wellfleet» di Edward Hopper del 1944. [El País]

Il bimbo paleolitico nel museo di Isernia.
Un bambino vissuto 600mila anni fa a Isernia è stato «riportato in vita» con una scultura antropologica arrivata dalla Francia al Museo Nazionale del Paleolitico del capoluogo molisano. L'opera è stata realizzata dalla «paleoartista» Élisabeth Daynès dopo il ritrovamento, nell'area paleolitica de «La Pineta» di Isernia, di un dentino che per datazione è risultato il più antico reperto umano scoperto in Italia. [Ansa]

Le guarigioni nell'arte sul sito degli Uffizi. Prosegue, anche dopo la riapertura «fisica» del museo, l'attività online delle Gallerie degli Uffizi, con quindici capolavori di Botticelli, Beato Angelico, Rembrandt e altri per raccontare il prodigio della guarigione. Si chiama «Guarigioni miracolose. Malattia e intervento divino. L'arte interpreta il miracolo in opere dal Tre al Novecento» la nuova mostra virtuale proposta dal museo fiorentino sul suo sito. [Ansa]

Accordo tra l'Ermitage di San Pietroburgo e i Musei di Perugia. È stato siglato oggi un accordo di collaborazione culturale di quattro anni tra il Museo Statale dell'Ermitage di San Pietroburgo e la Regione Umbria, la Galleria Nazionale dell’Umbria, il Comune di Perugia e la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. Le Istituzioni umbre e il Museo russo hanno sancito la volontà di avviare un Programma di collaborazione, da attuare poi attraverso specifici progetti approvati di volta in volta. Tra le iniziative contemplate, quella di realizzare un Centro Internazionale di Documentazione sulla figura del Perugino.

Facebook rilancia sull'informazione. Negli Stati Uniti Facebook lancia il suo servizio News, con una squadra di giornalisti destinata a scegliere le notizie dai vari media: l'informazione di qualità, anche locale, verrà pagata agli editori. Tre i motivi della rilevanza di questa notizia: il social di Mark Zuckerberg aumenta l'offerta di giornalismo; dà corpo al proprio ruolo di editore; fornisce risorse economiche a un settore in difficoltà in un momento di crisi. [The Verge]

Il Banksy del Bataclan di Parigi ritrovato a Teramo. «Abbiamo recuperato la porta rubata del Bataclan di Parigi con un'opera di Banksy che raffigura una ragazza triste», ha dichiarato un ufficiale dei Carabinieri di Teramo, dove è stata trovata l'opera. L'operazione è stata condotta su richiesta della polizia francese e in presenza di poliziotti francesi. [Le Figaro]

La pandemia mette in crisi l'archeologia messicana. La politica di austerità del Governo messicano per l'effetto della pandemia da coronavirus prevede quest'anno seri tagli (di circa 34 milioni di dollari) ai finanziamenti all'Inah (l'Instituto de Antropología e Historia), l'ente più importante per i settori dell'archeologia e dell'antropologia in Messico. [El País]

British Airways vende la collezione d'arte. La compagnia aerea possiede opere di Tracey Emin, Anish Kapoor e Chris Ofili, alcune delle quali sono stimate oltere 1 milione di sterline. [The Guardian]

Forum Ansa sul futuro del libro con Giuseppe Laterza
. Oggi pomeriggio alle 15 si tiene in streaming sul sito dell'Ansa un forum dedicato al futuro del libro, all'impatto della pandemia sulla produzione editoriale e al ruolo degli intellettuali in questo contesto. [Ansa]

Riaperture

A Roma Palazzo Barberini e la Galleria Corsini. L'11 giugno riaprono al pubblico Palazzo Barberini, sede della Galleria Nazionale di Arte Antica, e la Galleria Corsini. Per consentire al meglio lo svolgimento delle visite saranno aperti dal giovedì alla domenica, dalle 10 alle 18. A Palazzo Barberini la mostra «Orazio Borgianni. Un genio inquieto nella Roma di Caravaggio», a cura di Gianni Papi, è prorogata fino al primo novembre. Invece l'esposizione «Rembrandt alla Galleria Corsini: l’autoritratto come San Paolo», alla Galleria Corsini è prolungata fino al 30 settembre.

Il Caffè Florian a Venezia. Venerdì 12 giugno lo storico Caffè Florian in Piazza San Marco a Venezia riapre le sue sale e ill dehors in piazza San Marco.

Il Duomo di San Gimignano (Si).
Dal 12 giugno, tranne i mercoledì e giovedì, dalle 11 alle 17.30 (domenica dalle 12.30 alle 17.30), riaprirà al pubblico il Duomo di San Gimignano, uno dei monumenti più significativi della città. Le pareti della chiesa sono decorate da affreschi con le storie del Nuovo e del Vecchio Testamento realizzati da pittori della scuola senese del XIV secolo. [Ansa]

Le Ville Medicee. Dal 12 giugno la Direzione regionale musei della Toscana del Mibact riapre la Villa medicea di Cerreto Guidi (Fi) e il suo giardino e i giardini della Villa medicea di Castello e di quella di Petraia, nel comune di Firenze. Ingresso gratuito esclusivamente su prenotazione per le visite e i percorsi narrativi de «I giardini della bizzarria». [Ansa]

Il Museo Civico di Castelbuono (Pa). Il Museo Civico riapre al pubblico il 12 giugno con l’entrata gratuita nel fine settimana del 12-14 giugno. La struttura museale è stata dotata di tutte le condizioni di sicurezza a tutela dei visitatori e del personale. Tra le misure adottate, l'obbligo della mascherina, il numero massimo di 10 visitatori per piano e di 2 visitatori per sala.

Addii

La scomparsa di Cynthia Navaretta. È morta il 18 maggio a New York, all'età di 97 anni, la scrittrice e critica d'arte Cynthia Navaretta, direttrice ed editrice della prima rivista dedicata all'arte al femminile e autrice di una vasta catalogazione di pittrici e scultrici di tutto il mondo. Nel 1975 aveva fondato il periodico «Women Artists Newsletter», pubblicato dalla casa editrice femminista Midmarch Associates. [ArtNews]

Redazione, edizione online, 11 giugno 2020

©RIPRODUZIONE RISERVATA
  • Una delle statue di Cristoforo Colombo vandalizzate. Questa si trova a Boston
  • La statua di Edward Colston a Bristol
GDA415GDA 415 GDMostre
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012