Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 10 settembre 2019

Valencia capitale del design | Casini nuovo capo di Gabinetto del Mibact | Le regine africane del Met | La giornata in 13 notizie

La Città delle Arti e delle Scienze a Valencia

Valencia Capitale mondiale del design 2022. La commissione della World Design Organization (WDO), entità privata con sede in Canada che organizza l'evento biennale «Capitale mondiale del design», ha preferito Valencia a Bangalore come sede dell'edizione del 2022. Succederà a un'altra città europea, Lille, scelta dalla giuria per il 2020. [El País]

Lorenzo Casini nuovo capo di Gabinetto del Mibact. Già consigliere giuridico del ministro dei Beni culturali Dario Franceschini dal 2014 al 2018, Lorenzo Casini, ordinario di diritto amministrativo alla Scuola Imt Alti Studi Lucca e titolare della cattedra «Carlo Ludovico Ragghianti», è stato nominato capo di Gabinetto del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo. [AgCult]

Quattro regine africane per il Met. Rimaste vuote per 117 anni, le nicchie dell'affaccio sulla Fifth Avenue del Metropolitan Museum di New York sono state riempite dall'installazione «The New Ones, will free us»: quattro monumentali statue di bronzo, in parte regine africane, in parte cyborg, realizzate dall'artista americana (ma nata in Kenya, e sposata con un italiano) Wangechi Mutu. A un anno dal 150mo anniversario della fondazione del museo, il direttore Max Hollein ha dichiarato che è un momento speciale dal punto di vista storico-politico e socio-culturale, e che le statue diventeranno le ambasciatrici del nuovo Met. [Ansa]

Bonami: il visitatore si trasformerà in cliente. Francesco Bonami riflette sui musei del futuro, in Italia e nel mondo, e su come il ruolo del museo stia cambiando: «Da depositario di sapere si sta trasformando in luogo di esperienza e spesso di divertimento e intrattenimento». [la Repubblica]

Riconversione in tutti i sensi. Gli antichi edifici religiosi, sparsi un po' in tutta Italia e dismessi a causa del cronico calo di vocazioni, fanno gola a imprenditori e politici per trasformarli in strutture con finalità molto più laiche: non solo biblioteche e uffici pubblici, ma anche e sopratutto bed & breakfast o resort di lusso. E comprare un ex convento costa meno di quanto si pensi. [il Fatto Quotidiano]

Vietati i selfie con la foto di Hitler. L'8 settembre il Den Bosch Design Museum ha aperto la sua prima mostra antologica sul Terzo Reich e la formazione dell'identità nazista attraverso il potere dei simboli, affrontando le inevitabili critiche ideologiche con misure di sicurezza straordinarie e regole ferree, come il divieto assoluto di scattare foto di reperti sensibili. [El País]

Cemento, mattoni e asfalto assediano Goda. La direzione generale del Patrimonio del Ministero della Cultura ha richiesto al Consiglio comunale di Toledo, alla Junta de Castilla-La Mancha e all'Accademia Reale di Belle Arti di San Fernando informazioni sui danni procurati da lavori di riqualificazione urbana sul sito archeologico di Goda a Toledo, che custodisce i resti della capitale lì trasferita nel VI secolo dal re visigoto Teudis. [El País]

Gli amici si vedono nel momento del bisogno. Il Museo del Prado annuncia che saranno gli «Amici della Fondazione del Museo del Prado» a prendersi carico delle oltre 800 attività educative, che coinvolgeranno circa 30mila persone, programmate fino al 31 dicembre e dichiarate cancellate la settimana scorsa, a causa della scadenza del contratto con la società Magmaculture, che se ne era occupata finora. [El País]

Wonderful days alle Ogr. Le Ogr di Torino festeggeranno i primi due anni di attività con quattro giorni di eventi, a fine mese, e nel 2020 con una grande mostra di Magdalena Abakanowicz realizzata grazie a uno storico accordo con la Tate di Londra. [Ansa]

Una riapertura a Matera. Dopo circa due anni di chiusura riapre la galleria Momart, negli spazi rinnovati dalla nuova direzione «Danimo» di Monica Palumbo e Daniela Amoroso, che aggiunge un lounge bar e un book shop all’area ipogea già dedicata all’arte contemporanea. Ad inaugurare questa riapertura la mostra «Spazio Vitale», personale di Ilaria del Monte, artista di origine lucana e di formazione milanese presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, che vive e lavora tra la Basilicata e Milano. La mostra è a cura di Ivan Quaroni e durerà fino al 15 dicembre. [Il Giornale dell'Arte]

Tra perizie, sequestri e speranze. Si ricorda la vicenda del rigattiere campano Luigi Lo Rosso, che da anni ha un contenzioso avviato su un quadro di cui venne in possesso nel 1962, e che lui sostiene essere un'opera originale di Pablo Picasso. [Corriere della Sera]

Un esordio tardivo. A 66 anni compiuti Gus Van Sant, regista di film come «Will Hunting», «Drugstore Cowboy» e «Belli e dannati», esporrà i suoi acquerelli nella galleria newyorkese di Vito Schnabel. Si tratta di una serie di quadri rappresentati giganteschi nudi maschili in contesti urbani. [la Repubblica]

Addio a Kerry Downes. Il «Guardian» ricorda la figura dello storico dell'architettura inglese Kerry Downes, scomparso a 88 anni. Esordì con uno studio sull'architetto barocco Nicholas Hawksmoor. Ha raggiunto poi la notorietà negli anni '80. Ha pubblicato libri sui maggiori seguaci britannici di Francesco Borromini: Christopher Wren, Hawksmoor e John Vanbrugh. [The Guardian]

Redazione, edizione online, 10 settembre 2019


Ricerca


GDA novembre 2019

Vernissage novembre 2019

Il Giornale delle Mostre online novembre 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere a Torino 2019

Vedere in Canton Ticino 2019

Vedere in Emilia Romagna 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012