Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Giorno per giorno nell'arte | 10 marzo

L'archeologo Tusa tra le vittime dell'aereo caduto in Etiopia | Un ecomostro a Pompei | Rivolta a Verona per difendere un parco | La giornata in 11 notizie

Sebastiano Tusa, archeologo, Assessore alla cultura della Regione Sicilia

Il tragico volo. Tra gli otto cittadini italiani morti nell'aereo precipitato in Etiopia si trovava l'archeologo Sebastiano Tusa, assessore alla cultura della regione Sicilia. Sessant'anni, sposato con Valeria Patrizi Li Vigni, direttrice del Museo d'Arte Contemporaneo di Palazzo Riso a Palermo, Tusa era diretto in Kenya per un progetto Unesco. Cordoglio del Presidente della Repubblica Mattarella «il Paese è riconoscente a qeusti uomini», del Ministro dei Beni culturali Bonisoli, del presidente della Regione Sicilia Musumeci e di Vittorio Sgarbi, che Tusa aveva sostituito alla guida dell'assessorato siciliano nell'aprile 2018 «Resta il suo pensiero, tanti studi, ricerche sospese, sospiri di conoscenza». [Giornale di Sicilia]

Turisti indignati: la Soprintendenza ha rovinato Pompei
. Un ecomostro è spuntato a poche decine di metri dal sito archeologico di Pompei: un palazzo moderno di tre piani edificato al posto delle ex officine Falegnami e Fabbri. Perché la Soprintendenza ha permesso un simile scempio? Perché l'edificio ospita i suoi stessi uffici. [la Stampa]

Il rischio di demolire ciò che non corrisponde a ciò che pensiamo oggi. Si è tenuta ieri a Villa Medici a Roma una conferenza durante la quale l'ex ministro della Cultura Francesco Rutelli, oggi presidente dell'associazione Incontro di civiltà, ha parlato del problema dell'abbattimento ideologico dei monumenti in giro per il mondo, a partire dal caso della statua di Cristoforo Colombo a Los Angeles. [Corriere della Sera]

I veronesi si comprano il loro parco. Rivolta dei comitati di quartiere a Verona, contro la costruzione di quattro grattacieli al posto di un parco. Saltando l'intermediazione del Comune, gli abitanti intendono organizzare una colletta per strappare il parco ai costruttori del nuovo complesso. [il Fatto Quotidiano]

Egitto ai raggi X. Il Museo Egizio di Torino sta per lanciare una nuovo progetto espositivo che illustrerà il lato nascosto dei reperti portato alla luce grazie alla più moderna tecnologia. [Corriere della Sera – Torino]

Da casa popolare a centro di lusso. Un servizio del «Sole» si dedica alla riqualificazione della casa comune costruita da Ginzburg e Milinis a Mosca nel 1930, destinata a trasformarsi in un complesso con appartamenti raffinati, uffici e gallerie d'arte. [Il Sole 24 ore]

Il meglio degli anni '90. È un George Michael mecenate quello che appare da Christie's prima della messa in vendita della sua collezione: il cantante infatti seppe mettere assieme alcune tra le opere significative degli «Young british artists» che sarebbero diventate vere e proprie icone, come Damien Hirst, Tracy Emin e altri. [Corriere della Sera]

Malaga non rinuncia al Centre Pompidou. Dopo cinque anni di collaborazione con il Centre Pompidou di Parigi la città di Malaga, nonostante qualche insoddisfazione manifestata da alcuni designer spagnoli, è pronta a rinnovare l'accordo per ospitare la filiale del Museo di arte contemporanea. [Le Figaro]

Se è l'arte che prova a dirimere il vero dal falso. Il festival di arte contemporanea «Arte sotterranea», in apertura a Montreal, è incentrato quest'anno sui meccanismi della disinformazione e sulle sfaccettature dell'impostura, temi cari al direttore e fondatore Freéderic Loury. [Le Monde]

Una reggia bilocale. Viene finalmente aperta al pubblico la casa di David Parr, operaio sottopagato per decorare gli imponenti interni delle ville private e dei college di Cambridge con i progetti alla moda di William Morris, che dopo il lavoro per 40 anni si è dedicato a trasformare la propria dimora in un capolavoro vittoriano. [The Guardian]

Si paga alla Wallace Collection per l'arte di Henry Moore. Alain Elkann ha intervistato il direttore della Wallace Collection di Londra, Xavier Bray, sulle vicende del fondatore della galleria e sulla mostra che sta per prendere il via, per la prima volta a pagamento. [la Stampa]

Redazione, edizione online, 10 marzo 2019


Ricerca


GDA maggio 2019

Vernissage maggio 2019

Il Giornale delle Mostre online maggio 2019

Speciale AMART 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

RA Fotografia 2019

Vedere a ...
Vedere a Venezia maggio 2019

Vedere a Milano aprile 2019

Focus on Design

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012